IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Sistemi altamente efficienti per il contenimento dei consumi

Sistemi altamente efficienti per il contenimento dei consumi

RDZ

RDZ è partner del progetto europeo LowUP che ha l'obiettivo di aiutare il raggiungimento degli obiettivi climatici al 2030, riducendo sia le emissioni di CO2 che il consumo di energia primaria

 

 

 

La Commissione Europea nell’ambito dell’iniziativa “Energia sicura, pulita ed efficiente” finanzia il progetto LowUP che ha l’obiettivo di contribuire a raggiungere i target europei al 2030 di riduzione delle emissioni di gas effetto serra, di incremento delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica negli edifici.

Il progetto della durata di 42 mesi coinvolge 13 partner, 7 paesi che proporranno 3 tecnologie di riscaldamento e raffrescamento e 4 innovative realizzazioni-campione, ovvero un impianto di trattamento delle acque, un laboratorio, uno stabilimento di autovetture e una casa di riposo per anziani. Gli impianti dovranno utilizzare tecnologie ad alto risparmio energetico per la produzione e la distribuzione, aiutando la transizione energetica e garantendo il miglioramento dell'efficienza dei sistemi di riscaldamento e raffrescamento, alimentati da rinnovabili.

 

Le aziende coinvolte si sono incontrate lo scorso maggio a Valladolid per discutere i progressi fatti fino ad oggi.

Tra le aziende partner del progetto anche RDZ responsabile della progettazione e della fornitura di un sistema di riscaldamento a bassa temperatura, legato all’approvvigionamento dell’energia da captazione ibrida solare-fotovoltaica e dal trattamento delle acque reflue. Questa soluzione integrata di produzione, immagazzinamento e distribuzione del calore sarà quindi studiata per rispondere adeguatamente ai requisiti di impiego presso edifici terziari di medie dimensioni, nuovi o da riqualificare.

 

In generale, la sfida di LowUP sul piano tecnologico è estremamente stimolante e profila all’orizzonte l’ideazione di sistemi altamente efficienti ed ecosostenibili per fornire energia termica estiva e invernale in ambito residenziale, terziario e industriale. Considerando che il settore delle costruzioni rappresenta in Europa il 40% del fabbisogno di energia finale e offre un ampio potenziale ancora inesplorato in termine di riduzione dei consumi, il progetto LowUP punta a massimizzare l’uso delle fonti rinnovabili per il riscaldamento e il raffrescamento e a contenere i costi imputati alla climatizzazione degli edifici. 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
11/12/2019

Accordo sulla Manovra, la plastic tax a 0,40 centesimi

La tassa partirà da luglio, quella sullo zucchero da ottobre. La legge di Bilancio dopo l’accordo di maggioranza arriva a 32 miliardi, ma le tensioni nel governo non finiscono. Intanto di plastica se ne produce più dell’acciaio, ...

11/12/2019

Al via le domande in Friuli per bando accumulo per il fotovoltaico

Via libera da parte dell'Amministrazione regionale del Friuli, alla concessione di contributi straordinari per l'acquisto e l'installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica. Domande solo on line. I bandi e gli incentivi promossi ...

10/12/2019

Piccole innovazioni sostenibili che trasformano l'abitare

Tutti noi possiamo e dobbiamo fare scelte più consapevoli e sostenibili nel nostro quotidiano, che limitino la nostra impronta ecologia. Alcune proposte per gli arredi indoor e outdoor che ci possono aiutare   la redazione

09/12/2019

La transizione energetica oltre il PNIEC

Il limite di emissioni di CO2 che l’Italia non può superare per rispettare l’aumento della temperatura globale entro 1,5° è di 3,8 miliardi di tonnellate. Lo Studio firmato Eurac Research. L’opportunità economica ...

05/12/2019

Solo un paese su 5 ha una strategia sanitaria per affrontare il cambiamento climatico

Proteggere la salute delle persone dai pericoli del cambiamento climatico, come per esempio lo stress da calore, tempeste e tsunami non è mai stato più importante, ma secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità la maggior parte dei ...

03/12/2019

COP25: le strategie per limitare il riscaldamento di 1,5°

In un momento in cui si intensificano gli allarmi per i livelli di emissioni in atmosfera senza precedenti, eventi metereologici estremi, surriscaldamento con conseguente aumento della siccità, la COP 25 di Madrid rappresenta un’occasione ...

03/12/2019

Nanotecnologie: il futuro sostenibile dell’energy storage passa da qui

Un report realizzato da scienziati internazionali sottolinea l’importanza dei nanomateriali per fare energy storage e provvedere a un futuro energetico più sostenibile   a cura di Andrea Ballocchi     Indice degli ...

02/12/2019

Diagnosi energetica: da obbligo a volano dell’efficienza energetica

Il 5 dicembre scade l’obbligo di diagnosi energetica per le grandi imprese e le energivore. È una misura per fare efficienza energetica, valida per tutte le aziende   a cura di Vittorio Gabrielli       Indice degli ...