Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Una serra sul tetto per coltivare con il sistema dell’acquaponica

Una serra sul tetto per coltivare con il sistema dell’acquaponica

DERBIGUM ITALIA

Un virtuoso esempio di agricoltura urbana è stato realizzato in Belgio sul tetto di un edificio in attività: sui 4.000 mq di copertura si può coltivare, grazie all’innovativo sistema dell’acquaponica. Derbigum ha fornito le membrane impermeabilizzanti

 

Una serra sul tetto per coltivare con il sistema dell'acquaponica

 

Si può provare a vivere in modo autosufficiente e sostenibile anche abitando in città e vivendo nei palazzi. Sono sempre di più, in tutta Europa, gli esempi di fattorie urbane su cui poter coltivare.

 

Uno degli ultimi esempi è stato realizzato ad Anderlecht, in Belgio da BIGH, società specializzata nello sviluppo di aziende agricole urbane con acquaponica integrata, che ha convertito i 4.000 mq di copertura di un edificio in piena attività, in una serra urbana. In particolare lo spazio comprende un giardino di 2.000 mq e una serra di 2.000 mq, in cui si può coltivare, grazie all’innovativo sistema dell’acquaponica.

Una serra urbana realizzata con il sistema dell'acquaponica

 

Si tratta di un vero primato nell’ambito dell’agricoltura urbana perché è il progetto più grande fino ad ora realizzato di acquaponica.

Nei 7 mesi di lavoro inoltre non è mai stata interrotta o rallentata l’attività dei circa 70 negozi presenti nell’edificio sottostante.

 

L’acquaponica è un sistema ecosostenibile e completamente biologico, che non prevede l’uso di agenti chimici e pesticidi. Le piante ricevono i nutrienti fondamentali per la loro crescita dall’allevamento del pesce, che produce sostanze di rifiuto contenenti azoto. Le radici delle piante assorbono così azoto e fosforo direttamente dall’acqua.
Si tratta di un sistema che non richiede l’uso di troppa terra né acqua, garantendo un continuo riciclo e limitando in maniera significativa le emissioni di CO2.

 

Sistema di coltivazione piante in acquaponica

Le membrane impermeabilizzanti Derbigum

I lavori hanno previsto l’installazione sul tetto di un nuovo livello di Derbicoat® HP e una nuova copertura finale in Derbigum® GC 4 mm, specifiche per la realizzazione delle serre. Quindi è stato aggiunto un un nuovo strato di cemento per la sua costruzione.

 

Le parti del tetto ancora visibili sono state rivestite con la membrana impermeabilizzante vegetale Derbipure®, ecologica e che prevede l’utilizzo di materie rinnovabili e facilmente reperibili, in quanto realizzata con una mescola a base di oli vegetali residui dell’industria alimentare e di resine di pino che provengono dall’industria cartaria.

 

Infine un riciclaggio completo di acqua piovana è stato pianificato grazie alle membrane Derbigum, realizzate con una tecnologia che le rende a pH neutro. 

 

Nonostante la complessità del cantiere che ha richiesto la presenza delle diverse squadre specializzate, i lavori sono stati eseguiti in maniera precisa e meticolosa.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
06/04/2020

Come rilanciare l'edilizia, il piano di Fillea – Legambiente post COVID-19

Fillea CGIL – Legambiente hanno presentato alcune proposte per il rilancio del settore dell'edilizia post coronavirus: ristrutturazioni energetiche a 1,2 milioni di condomini garantirebbero 430mila posti di lavoro, investimenti, risparmi in bolletta per ...

02/04/2020

Energia e Intelligenza Artificiale: perché è un’unione perfetta

Il mondo dell’energia può solo trarre beneficio dall’impiego della Intelligenza Artificiale: dalla produzione all’accumulo, ecco le ultime ricerche e le più interessanti applicazioni   a cura di Andrea ...

01/04/2020

Il settore dell'energia colpito dal Covid-19, è un fattore chiave per la ripresa

La nuova pandemia di coronavirus ha creato una crisi economica e sanitaria globale senza precedenti. Il settore dell'energia, che rappresenta un fattore chiave della vita moderna, è colpito in modo particolare ma è anche fondamentale ...

30/03/2020

Il clima migliorerà (purtroppo) a causa del coronavirus, nel 2020 emissioni sotto anche del 7%

L’Ispra conferma per il 2019 il disaccoppiamento tra l’andamento delle emissioni (che si riducono) e l’andamento del Pil (che cresce), e spiega che il calo delle emissioni è dovuto soprattutto alle restrizioni alla mobilità ...

27/03/2020

Il potenziale non sfruttato dei rifiuti organici nel fornire energia pulita

Secondo un nuovo rapporto dell'IEA, le risorse mondiali di biogas e biometano potrebbero coprire il 20% della domanda globale di gas, riducendo contemporaneamente le emissioni di gas serra.     Secondo il nuovo rapporto dell'Agenzia ...

23/03/2020

Ecco perché la Lombardia è sotto attacco, lo smog favorisce la diffusione del coronavirus

Uno studio della Società di medicina ambientale (Sima), condotto insieme con le università di Bari e di Bologna potrebbe offrire anche una spiegazione ambientale all’epidemia del Covid-19 nel Nord. L’inquinamento dell’aria ne ...

18/03/2020

Scioglimento dei ghiacci: dal 1990 peggiorato di 6 volte

La Groenlandia e l'Antartide stanno perdendo ghiaccio talmente velocemente da seguire lo scenario peggiore del riscaldamento climatico previsto dall'IPCC     Il team dell'Ice Sheet Mass Balance Intercomparison Exercise (IMBIE) - composto da di ...

13/03/2020

Il carbone cala ma non abbastanza per rispettare gli accordi di Parigi

La produzione globale di energia elettrica a carbone è diminuita del 3% nel 2019, con un conseguente calo del 2% delle emissioni di CO2 nel settore energetico.     Pubblicato da Ember il Rapporto Global Electricity Review ...