IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Info dalle aziende > Le pompe di calore che rivoluzioneranno il riscaldamento

Le pompe di calore che rivoluzioneranno il riscaldamento

TEON

08/07/2019

Il mercato delle pompe di calore crescerà del + 111% entro il 2030: una scelta green ed efficiente che garantisce risparmi e massimo comfort. I consumatori sempre più spinti verso l’elettrificazione dei consumi e la scelta di soluzioni alimentate da energia elettrica e non più a gas. La soluzione TINA di TEON

 

Pompa di calore Tina di Teon

 

Il settore del riscaldamento nei prossimi anni vivrà un’importante transizione verso sistemi sempre più efficienti e rinnovabili, alternativi alle caldaie tradizionali. La conferma è arrivata dal recente Renewable Energy Report 2019 dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano che come ogni anno ha raccontato l’evoluzione del mercato FER nel nostro paese, le prospettive nel breve e medio periodo e le azioni che l’Italia deve mettere in campo per garantire il raggiungimento dei target climatici definiti a livello europeo.

 

Nel 2018 nel complesso le rinnovabili hanno segnato un +9% rispetto all’anno precedente, coprendo il 40,3% della produzione di energia e il 35,1% della domanda elettrica nazionale.

 

Per quanto riguarda il settore termico, tra i sistemi che vivranno una crescita importante, secondo il Report del Politecnico di Milano, promosso quest’anno da TEON, rientrano certamente le pompe di calore ad alta temperatura, che assicurano minori consumi e ridotti costi in bolletta, efficienza e comfort abitativo.

 

In particolare lo Studio prevede che entro il 2030 ci sarà un aumento dei consumi finali da energie rinnovabili pari al 30% e una crescita rispetto al 2017 delle pompe di calore nel settore termico del +111%. La scelta di questa tecnologia, come dicevamo, assicura molti vantaggi in termini economici, di consumi ed efficienza, basti pensare che l’installazione in un edificio residenziale di una pompa di calore ad alta temperatura può assicurare un risparmio annuale in bolletta di circa 1.700 € per il consumatore, con una diminuzione dei costi del 50%.

 

Ferdinando Pozzani, Ceo di TEON sottolinea che da anni l’azienda si impegna per un futuro sostenibile, libero da fonti fossili, sviluppando i propri innovativi sistemi ad alta efficienza. “Una best practice a livello internazionale che garantisce una riduzione dei costi in bolletta e un miglioramento nella qualità dell’aria nelle aree urbane”.

TINA, Pompa di calore ad alta temperatura

TINA, acronimo di There Is No Alternative, è una pompa di calore ad alta temperatura e molto efficiente, unico prodotto sul mercato a zero emissioni. Può essere utilizzata in qualsiasi edificio (è infatti disponibile in una vasta gamma con potenze da 115kW, 250kW, 350kW e 500kW.‎), in sostituzione di vecchi impianti, con importantivantaggi pe l’ambiente e i consumi, assicura un risparmio del 50% rispetto al metano e oltre il 70% in caso di utilizzo di gasolio o GPL.

 

Le pompe di calore TINA estraggono calore gratuito dall’acqua di falda, dal terreno o da altre fonti energetiche e lo trasferiscono nelle stanze utilizzando pochissima energia elettrica, producendo calore fino a 80°C con un rendimento (COP) superiore a 3,2, prestazioni non raggiungibili da pompe di calore tradizionali.

Richiedi informazioni su Le pompe di calore che rivoluzioneranno il riscaldamento

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Questo articolo è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO