One World Trade Center: il grattacielo più sostenibile al mondo

Dove una volta si stagliavano le Torri Gemelle sta nascendo il One World Trade Center, chiamato anche Freedom Tower, che sarà il gigante più alto degli Stati Uniti e soprattutto il più sostenibile al mondo.

 Grattacielo New York

 

Con i suoi 541 metri di altezza sarà, infatti, il vero gioiello della tecnologia green.

Attualmente in fase di realizzazione, una volta completato il grattacielo raggiungerà simbolicamente l’altezza di 1776 piedi (a ricordo dell’anno dell’Indipendenza in America), e sarà affiancato dal museo dedicato alla memoria dell’11 settembre, il National September 11 Memorial & Museum.

Progettato dall’architetto David Childs, ospiterà 71 piani di uffici per un totale di tre milioni di metri quadrati di spazi di classe A (il massimo dell’efficienza energetica): il 70% dell’energia necessaria all’edificio sarà autoprodotta grazie alle rinnovabili.

Il calore di scarto prodotto dagli impianti verrà riciclato per riscaldare l’acqua sanitaria, la base e gli ingressi dell’edificio e, con l’aggiunta di un refrigeratore ad assorbimento, il sistema sarà in grado di utilizzare il calore di scarto per il raffreddamento, riducendo sensibilmente l’impiego dei condizionatori.

Anche il vento e l‘acqua giocheranno un ruolo fondamentale.

Le raffiche che battono sulle facciate saranno convertite in energia e, grazie alla domotica, nelle giornate soleggiate le luci artificiali ridurranno automaticamente la loro funzionalità, mentre tutta la progettazione è stata pensata per massimizzare la luce naturale.

Con una media di 1.200 mm di precipitazioni annui, New York è una delle città più piovose degli Stati Uniti: la Freedom Tower trasformerà questa caratteristica climatica in una risorsa, attraverso un sistema di raccolta delle acque piovane che saranno utilizzate per i sistemi di raffrescamento, come scorta antincendio, per l’irrigazione.

Grande attenzione anche al riciclo: verrà riciclato il 75% dei materiali, mentre il 50% del legno utilizzato è certificato Fsc, garantendo così una materia prima proveniente da foreste dove sono rispettati dei rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. 

Verranno inoltre piantati più di 400 alberi nella piazza antistante.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile, Eolico, Solare termico

Le ultime notizie sull’argomento