ORCA Toronto: nove torri a uso misto collegate con ponti sospesi

ORCA Toronto sfrutta il canale ferroviario esistente per collegare due zone della città. 474 mila mq di superficie, un grande parco di 45 mila mq, e nove grattacieli interconnessi grazie a ponti panoramici sospesi. Sono le caratteristiche del nuovo complesso ad uso misto per il centro della città canadese.

A cura di:

ORCA Toronto: nove torri a uso misto collegate con ponti sospesi

Indice degli argomenti:

Lo studio di architettura Safdie Architects ha rivelato il progetto per un nuovo complesso a uso misto che attraversa il corridoio ferroviario della città di Toronto, largo 100 metri, che prima divideva la città.

ORCA Toronto, questo il nome del progetto si estende per più di 470 mila mq e comprenderà residenze, uffici, hotel, negozi, e un grande parco di quasi 45mila mq. Il cuore del progetto sono nove torri interconnesse con ponti panoramici sospesi.

Orca Toronto, particolare del ponte sospeso

“Man mano che la città si è espansa verso ovest, le aree ferroviarie sono diventate sempre più una barriera tra la King West Community e il crescente distretto del lungomare” ha dichiarato Moshie Safdie, fondatore di Safdie Architects. “Il nostro design aspira a creare una riconnessione nel tessuto comunitario creando un parco vivace che sia economicamente sostenibile e che prometta un’esperienza di destinazione unica per la città. Poiché è improbabile che un parco isolato generi il giusto mix di attività per animare il quartiere, il nostro design integra servizi per la comunità come negozi, ristoranti e uffici nel parco stesso, attirando residenti e visitatori” conclude.

9 grattacieli uniti da ponti sospesi

Il complesso comprende nove torri, di cui otto sono residenziali, progettate per ospitare 3.000 appartamenti. Una torre, estesa su 83 mila mq, è dedicata esclusivamente ad uffici e attività commerciali, con la possibilità di affaccio direttamente sul parco.

Orca Toronto, 9 grattacieli uniti da ponti sospesi

Le torri sono provviste di balconi a gradini e sono collegate tra loro con ponti sospesi dove si trovano servizi, giardini e vie di transito per i residenti. Gli stessi ponti sono provvisti di finestre che permettono di godere di una meravigliosa vista sulla città.

Progetto Orca Toronto, un particolare dei ponti sospesi
Le torri sono posizionate in modo da permettere alla luce solare di illuminare il parco e consentire il passaggio verso i quartieri circostanti. L’intero complesso è progettato per consentire anche il passaggio veicolare dei mezzi ed è provvisto di un parcheggio interno. Pedoni e ciclisti avranno libero accesso alla maggior parte dello spazio pubblico.

“Il design rafforza le connessioni pedonali e ciclabili attraverso il sito, consentendo alle persone di muoversi liberamente attraverso il sito, sia all’interno che all’esterno, collegando la rete esistente di strade e parchi urbani”, fanno sapere gli architetti.

Un nuovo modello di shopping

Il progetto intende connettere le strutture commerciali con il paesaggio circostante, prevedendo la realizzazione di negozi per lo shopping anche sotto il parco. Con questo approccio, il team di architetti sottolinea che la relazione dentro-fuori sfida i modelli di shopping tradizionali, poiché collega direttamente negozi, ristoranti e caffè con le attività ricreative del parco. Il linguaggio architettonico delle torri è tale da far risaltare la funzionalità dei ponti panoramici sospesi, incoraggiando al contempo la connettività per pedoni e ciclisti.

Orca Toronto, sezione di progetto

Img by Safdie Architects

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento