Orion 5, primo generatore fotovoltaico off-grid trasportabile

Il dipartimento di ricerca e sviluppo di Ener-Q e Q-Innovation ha realizzato Orion 5 generatore fotovoltaico off-grid trasportabile il cui prototipo è stato recentemente presentato prima a una delegazione appositamente venuta dall'India e nei giorni scorsi a una rappresentanza del Governo del Kurdistan iracheno.  
Si tratta di una soluzione innovativa sul piano tecnologico per portare l'energia elettrica nelle realtà non collegate con le reti elettriche per uso civile o industriale (Orion 5), per uso agricolo (serre fotovoltaiche), per il trattamento e la potabilizzazione delle acque (Orion Water), per il trattamento delle biomasse, per la totale autosufficienza energetica delle abitazioni.
L'Orion 5 ha una potenza in grado di fornire energia in modo continuativo da cinque a dieci nuclei abitativi. Grazie al set di batterie contenute nella centrale al suo interno riesce a fornire l'energia elettrica prodotta dai moduli fotovoltaici anche in assenza di irraggiamento, cioè con il brutto tempo e durante la notte.
"L'Orion 5 ha un vantaggio rispetto a un generatore tradizionale alimentato con combustibile fossile- spiega l'ing. Igor Pachera di Ener-Q -. Ha un ciclo vita doppio, utilizza una fonte energetica gratuita e pulita come il sole".
"Abbiamo sviluppato questo prodotto per venire incontro a specifiche esigenze che i nostri partner internazionali ci hanno evidenziato negli incontri commerciali degli ultimi mesi- spiega Paolo Quesada, amministratore unico di Ener-Q -. È un vero e proprio gioiello tecnologico che può risolvere i problemi energetici di molte aree del pianeta non raggiunte dalle reti elettriche".
L'Orion 5 può essere impiegato per una molteplicità di usi civili ed industriali. Oltre ad alimentare abitazioni, è possibile far funzionare stazioni militari, stazioni meteorologiche, centri di trasmissione dati e di telecomunicazione, piccole centrali di trattamento dell'acqua (depurazione, desalinizzazione e potabilizzazione), impianti ausiliari per la protezione civile in caso di calamità naturali, etc.
Ma l'Orion 5 può essere utilizzato anche nel nostro Paese, ad esempio in alta montagna o in altri luoghi non serviti da infrastrutture elettriche. E alimentare, ad esempio, un rifugio alpino o per impieghi in situazioni di emergenza. 
 
Ener-Q sta anche sviluppando, in collaborazione con  l'azienda partner Envicon, l'Orion Water, un impianto per il trattamento delle acque, per la depurazione e la gestione con recupero delle stesse, alimentato da fonti rinnovabili, che comporta un eccezionale risparmio delle risorse idriche, ed è dunque l'ideale per territori caratterizzati da scarse potenzialità di approvvigionamento. Il progetto Orion Water per la potabilizzazione delle acque da pozzo o piovane per la produzione di acqua per uso alimentare è capace di produrre da 35 mila a 140 mila litri giorno di acqua potabile.
Il terzo innovativo progetto che il gruppo coneglianese delle energie rinnovabili ha presentato alla delegazione curda è l'Orion-R1, che riguarda la realizzazione di unità abitative completamente autosufficienti dal punto di vista energetico grazie ad un impianto fotovoltaico off-grid con accumulo in batterie e a un impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento