Per Galletti l’ecobonus va reso strutturale

Dall’efficienza energetica vantaggi per le famiglie e per lo Stato: gli stanziamenti concessi sono stati inferiori al gettito fiscale prodotto dagli ecobonus

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, intervenendo oggi al convegno promosso da Enea sugli Stati Generali dell’Efficienza Energetica in occasione di Smart Energy Expo, ha confermato la proroga dell’ecobonus per il 2015 aggiungendo: “L’ecobonus non va solo confermato per il 2015, come abbiamo deciso di fare, ma va reso strutturale nel panorama degli incentivi italiani.
Gli introiti che abbiamo avuto in termini di maggiori imposte con l’economia sono superiori ai contributi che abbiamo dato: è stata un’operazione in attivo, vantaggiosa per lo Stato, le famiglie e l’ambiente, Ora dobbiamo continuare anche con più forza, rendendola stabile, perché famiglie e imprenditori hanno bisogno di conoscere per tempo i settori in cui si può investire e fare business”.
“L’efficienza energetica – ha concluso il ministro – è il futuro del campo ambientale: fa risparmiare le famiglie, abbassa le bollette, permette allo Stato di fare spending review. Nel decreto 91 abbiamo stanziato 350 milioni per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici,  partendo dalle scuole. Abbiamo un ritorno in termini di risparmi per lo Stato fortissimo, possiamo risparmiare fino al 40% di quanto spendiamo oggi per elettricità e gas. Sono molti soldi”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Detrazione fiscale 50% - 65%, Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento