Advertisement



Pietra Solare: il progetto di bioedilizia che tutela benessere e salute

Pietra Solare è un complesso residenziale a basso impatto ambientale. 7 appartamenti con giardino verticale e pannelli fotovoltaici, a impatto zero, a ridosso di aree verdi. Un connubio tra modernità e tradizione, con tecnologie e impianti che abbattono i consumi e facciate in tufo che rievocano gli antichi edifici rurali.

A cura di:

Pietra Solare: il progetto di bioedilizia a Matera

Indice degli argomenti:

Nel cuore di Matera, città forgiata nei sassi e nella terra, è stato inaugurato a fine luglio Pietra Solare, il primo edificio con giardino verticale in Basilicata a energia quasi zero (nZEB) che coniuga tecnologie e sostenibilità ambientale.

A realizzarlo sarà Edil Pepe, impresa edilizia con sede ad Altamura (Ba), specializzata nella realizzazione di case con murature spesse, come quelle di una volta. Il complesso edilizio sorge a ridosso di vaste aree verdi, e rappresenta una soluzione perfetta per chi desidera allontanarsi dal centro città e ritrovare un po’ di tranquillità, vista la location periferica, la facciata principale rivolta verso la vallata e il silenzio delle campagne.

Bioedilizia, benessere e salute

Pietra Solare è certificato BeS (benessere e salute), un sistema coperto da brevetto, ideato e rilasciato dalla Edil Pepe che, sulla base delle certificazioni fornite dalle imprese fornitrici dei materiali e prodotti utilizzati durante la costruzione, permette agli utenti del complesso di avere massima garanzia e trasparenza sugli effetti benefici che le componenti edilizie hanno sull’individuo che vive in casa, per preservarne salute e benessere.

Il progetto di bioedilizia coniuga sostenibilità ambientale, salubrità, innovazione e tradizione, contaminando di verde gli spazi abitativi, in armonia con l’ambiente circostante.

Progetto Pietra Solare a Matera: il giardino verticale

La parete verticale ospita specie tipiche della vegetazione mediterranea quali rosmarino, salvia e fiori di orchidea. La scelta della parete verticale è nata dalla necessità di mitigare l’impatto ambientale del volume e di integrare il più possibile l’edificio nel suo contesto, oltre a dare la possibilità, anche ai piani superiori, di beneficiare dei profumi, dei colori e dell’equilibrio climatico del giardino.

Oltre all’aspetto puramente estetico, le piante assorbono CO2, garantiscono la termoregolazione della struttura e prevengono la perdita di calore durante le ore notturne ottimizzando il risparmio energetico.

Sostenibilità ambientale, tradizione e innovazione

Pietra Solare è stato concepito come un edificio a ridotto consumo energetico ed è dotato di tecnologie ed impianti che abbattono quasi completamente i consumi, in un connubio tra modernità e tradizione.

Uno degli appartamenti del progetto Pietra Solare di Matera

Le facciate del complesso residenziale sono realizzate in tufo di Montescaglioso provenienti da cave locali, che rievoca gli antichi edifici rurali. L’impresa altamurana ha messo a punto P55, un particolare e innovativo sistema di muratura stratificata di 55 cm, realizzato con intonaco di calce e gesso e con blocchi di tufo di Montescaglioso. Un connubio fra tradizione e modernità poiché si avvale di una pratica di realizzazione antica (quella di dare spessore alla parete, oggi spesse in media 35/40 cm) potenziata con le tecniche moderne (la stratificazione con materiali isolanti).

Pietra Solare: il progetto di bioedilizia realizzato a Matera

Questa soluzione offre una serie di vantaggi come ad esempio bassa dispersione, ridotto consumo energetico, alta durabilità nel tempo ed isolamento acustico, oltre ad avere un’influenza positiva sul comfort e sul benessere termo-igrometrico, un’alta resistenza al sisma e una forte traspirabilità.

La facciata terrazzata del complesso residenziale è stata scelta per l’installazione di 8 pannelli fotovoltaici verticali, che vanno a coadiuvare quelli installati in copertura. L’esposizione a sud aiuta a sfruttare al massimo la produzione di energia elettrica e portare, quindi, maggior risparmio ai proprietari degli appartamenti.

Uno degli appartamenti del progetto Pietra Solare di Matera

Per tutta la struttura è stato studiato un progetto illuminotecnico, indispensabile per sottolineare e dare forma all’edificio anche quando non è più illuminato dalla luce del sole. La scelta dei corpi illuminanti a luce calda, 3000K, è destinata agli elementi centrali del progetto quali il verde verticale, il volume delle scale e i percorsi di ingresso. Il tono della luce, la sua disposizione e direzione, la sua intensità, disegnano lo spazio che illuminano, come all’interno di una stanza. È inoltre provato che una buona qualità della luce, uniforme e pensata, contribuisca a trasmettere agli utenti una sensazione di benessere e a creare spazi che vengono percepiti come più sicuri e vivibili. Gli impianti di domotica di Pietra Solare sono di ultima generazione e permettono di controllare e gestire gli spazi domestici con estrema semplicità, attraverso l’utilizzo di un dispositivo touch che gestisce il flusso di informazioni in ogni momento, anche da remoto, utilizzando un qualsiasi dispositivo mobile.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento