Più di 100 città nel mondo alimentate da rinnovabili

Uno studio pubblicato da Carbon Disclosure Project segnala che in 100 città almeno il 70% dell’energia proviene da rinnovabili e sono 40 quelle alimentate esclusivamente da energie pulite.

Più di 100 città del mondo alimentate da rinnovabili

Secondo i dati pubblicati dalla società no profit CDP-Carbon Disclosure Project cresce il numero delle città che hanno intensificato i propri obiettivi di riduzione delle emissioni e i piani d’azione sul clima in seguito all’accordo di Parigi del 2015, per limitare il riscaldamento globale al di sotto dei 2 gradi e che sono alimentate da energie rinnovabili.

In particolare su 570 città analizzate sono 100 quelle in cui almeno il 70% del proprio fabbisogno è coperto da energie pulite, tra idroelettrico, geotermico, solare ed eolico, un numero più che raddoppiato rispetto alle 40 città del 2015. L’ elenco comprende grandi città come Auckland in Nuova Zelanda, Nairobi in Kenya, Oslo in Norvegia, Seattle negli USA e Vancouver in Canada.

Sono invece 40 le città alimentate completamente da energie pulite, tra queste Burlington, la più grande città del Vermont in USA che utilizza una variegata combinazione di biomassa, energia idroelettrica, eolica e solare; l’islandese Reykjavik che ha messo a punto un piano per rendere tutte le automobili e i trasporti pubblici privi di fossili entro il 2040. L’islanda è quasi completamente passata all’energia pulita per l’energia elettrica e il riscaldamento domestico.

Nell’elenco compaiono anche 2 città italiane: Bolzano e Oristano.

Diversificano le fonti, sono 275 le città che utilizzano energia idroelettrica, 189 quelle che generano elettricità dal vento e 184 impiegano il fotovoltaico solare. Un ulteriore 164 utilizza biomassa e 65 energia geotermica.

Lo studio è stato pubblicato in vista della conferenza del Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (IPCC) che si terrà a Edmonton in Canada, il prossimo 5 marzo, in occasione della quale ministri e leader scientifici si confronteranno sul ruolo delle città nella lotta ai cambiamenti climatici.

L’analisi di CDP è stata pubblicata lo stesso giorno in cui la Gran Bretagna ha annunciato che oltre 80 città britanniche si sono impegnate a produrre energia pulita al 100% entro il 2050, tra cui Manchester, Birmingham, Newcastle, Glasgow, oltre a 16 quartieri di Londra.

Tante amche negli USA sono 58 le città che intendono passare al 100% di energia pulita.

Gran parte dell’impegno sul clima e la riduzione delle emissioni proviene dai 7.000 sindaci che hanno sottoscritto il Patto Globale dei Sindaci per il Clima e l’Energia per garantire la transizione a un futuro più sostenibile.

 

Si tratta di una scelta importnate per l’ambiente, considerando che le città sono responsabili del 70% delle emissioni di CO2 legate all’energia, ma anche vantaggiosa per l’economia, scondo il Forum economico mondiale infatti, nel 2017 le energie rinnovabili non sovvenzionate sono state la fonte di energia elettrica più economica in 30 paesi, e si prevede che entro il 2020 a livello mondiale le fonti green saranno sempre più economiche rispetto ai combustibili fossili.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento