Polo tecnologico italiano per l’industria sostenibile

E’ il riflesso di una sensibilità che in Trentino è presente: è il Progetto Manifattura, cioè il primo polo tecnologico italiano pensato per la “green innovation”, che troverà ospitalità nello storico stabile dell’ex Manifattura Tabacchi di Rovereto. Manifattura Domani, società pubblica costituita dalla Provincia autonoma di Trento, è la società incaricata di realizzare il progetto che avvierà le aziende alle tecnologie pulite, in particolare nei settori delle costruzioni e delle energie rinnovabili. 

Lo slancio verde del Trentino è sostenuto anche da risorse economiche: al progetto sono già stati destinati, dall’Unione europea, dalla Provincia e dall’Università, 110 milioni di euro. Gianluca Salvatori, Presidente di Manifattura Domani, dice che è stata avviata la selezione delle aziende “in linea con la missione di Manifattura. Le imprese che entreranno a far parte del progetto dovranno cambiare le regole non solo sul fronte della ricerca, ma anche nel metodo di lavoro e nel sistema produttivo".
 In perfetta coerenza con lo spirito del progetto è stata la scelta di affidare il master plan del polo a una triade di blasonati progettisti attenti al concetto di sostenibilità: Carlo Ratti (docente al Massachusetts Institute of Technology di Boston e responsabile del SENSEable City Laboratory); Alejandro Gutierrez e Kengo Kuma.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento