Progetto di riqualificazione green dell’area Portello di Milano

Tecnologie e strategie di risparmio energetico per garantire benefici ambientali e per gli utenti

Il progetto “Milano Alta”, firmato Vitali Spa con STAM Europe S.A., è tra i finalisti scelti da Fondazione Fiera Milano per la riqualificazione dei padiglioni 1 e 2 del Portello. I progettisti hanno immaginato un polo multifunzionale che si inserisca all’interno del tessuto urbano attuale, e che sia garante del mantenimento delle strutture già esistenti.
Il building sarà riqualificato secondo standard internazionali, integrerà tecnologie e strategie di risparmio energetico volte a garantire notevoli vantaggi in termini di riduzione dell’impatto ambientale dell’edificio, con benefici non solo per i fruitori ma anche per le popolazioni residenti nelle immediate vicinanze. Un vero e proprio smart building, le innovative tecnologie di telecontrollo permetteranno inoltre all’area di raggiungere elevati standard di sicurezza e controllo delle aree.

Questi gli elementi chiave: oltre 15.000 mq di nuovi spazi pubblici, 7 percorsi che corrispondono a 7 tipologie di esperienze, 1 km di Green Street ubicati a 7 mt di altezza.

Nel progetto c’è molta attenzione a tematiche di forte impatto quali il green, la mobilità urbana e la cultura. E’ infatti prevista prevista l’introduzione di aree legate all’innovazione tecnologica con una mediateca interattiva, un tech center e un simulatore multimediale; all’entertainment e alla cultura, che vivranno 24h su 24 con un cinema4D e un leisure center con spazi dedicati alle performance artistiche; alla cucina e all’alimentazione grazie ad una food court con scuole di cucina internazionale, negozi con prodotti a km0, un centro di promozione delle scienze dell’alimentazione oltre che a spazi per showcooking; al benessere e allo sport. Non mancherà la caratterizzazione connessa al turismo: nel progetto è prevista infatti la creazione di una struttura ricettiva che ospiterà 350 camere, con anche funzioni congressuali sinergiche con le attività esistenti di Fiera e di Mi.Co.
Elementi di assoluto vanto del progetto sono senza dubbio la trasformazione della copertura del padiglione, che verrà liberata dai parcheggi per diventare un roof garden esclusivo a 360° sullo skyline di Milano, con ampi spazi a verde su cui praticare sport all’aria aperta, divertirsi, vedere spettacoli artistici, cinema all’aperto ed assistere ad eventi internazionali, ma anche concepito come luogo di lavoro innovativo grazie all’accesso alla connettività attiva e ad una Free internet zone. Secondo elemento di pregio sarà la Green Street, ubicata a 7 mt d’altezza: un percorso ciclopedonale lungo l’intero fronte di via Scarampo, rappresenterà il cuore pulsante del progetto. Oltre a consentire l’accesso alle varie funzioni che si insedieranno nel fabbricato, sarà il crocevia delle attività più svariate sia durante il giorno che durante le ore serali con iniziative legate all’entertainment

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento