Advertisement

Rivestimento trasparente che raffredda le celle solari aumentandone l’efficienza

Nuova tecnologia che migliora le prestazioni delle celle

Un gruppo di ricercatori della Stanford University ha sviluppato una nuova tecnologia che prevede di coprire le celle fotovoltaiche con un rivestimento di silice trasparente, in grado di catturare il calore emesso dalla cella e riemetterlo in forma di radiazione infrarossa. Questo processo raffredda la cella, anche in pieno sole, aumentando così la conversione di fotoni in elettricità. In questo modo le celle fotovoltaiche, che più si surriscaldano meno sono efficienti nel convertire la luce solare in elettricità, non disperderebbero il calore in forma di radiazione infrarossa, aumentando l’efficienza di circa l’1%.
La nuova tecnologia sarebbe facilmente riproducibile a livello industriale e troverebbe applicazione in molti settori.

I ricercatori hanno testato la loro tecnologia su un assorbitore solare fatto su misura – un dispositivo che imita le proprietà di una cella solare senza produrre elettricità – coperto con una struttura di dimensione dell’ordine di grandezza dei micron, progettato per massimizzare la capacità di asportazione del calore, sotto forma di luce infrarossa. La sovrapposizione ha permesso che la luce infrarossa passasse attraverso le celle solari, ma che anche l’assorbitore fosse raffreddato di ben 23 gradi Fahrenheit.

I ricercatori hanno sottolineato che le nuove sovrimpressioni termiche trasparenti funzionano meglio in ambienti asciutti, e luminosi, il che li rende ideali per i grandi impianti fotovoltaici. 

Il lavoro dei ricercatori dell’Università di Standfort, guidati dal Prof. Shanhui Fan, è stato pubblicato nella rivista Proceedings of National Academy of Sciences.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento