Advertisement

Si semplifica la Direttiva Tecnica CasaClima per la certificazione energetica

Entrata in vigore il 1 luglio la nuova versione: più semplici le richieste di certificazione e ridotti gli impegni dei progettisti

Dal 1° luglio entra in vigore la versione aggiornata e semplificata della Direttiva Tecnica CasaClima, strumento operativo che definisce la documentazione necessaria, i requisiti e le modalità di calcolo per ottenere la certificazione energetica di edifici di nuova costruzione. La nuova direttiva garantisce una gestione semplificata del lavoro dei committenti e ad una significativa riduzione dell’impegno dei progettisti. Tutte le richieste e i documenti possono essere consegnati in forma digitale, i documenti non devono essere controfirmati né inviati per posta certificata. Inoltre non è più necessario produrre un progetto energetico dettagliato, la verifica avviene attraverso il progetto presentato in Comune per ottenere la concessione edilizia.

La nuova Direttiva Tecnica non prevede inoltre l’elaborazione dei disegni esecutivi e dei dettagli costruttivi. In seguito sarà sufficiente l’indicazione dello schema del nodo che può essere scelto da un catalogo contenente le tipologie costruttive più usuali.

L’Agenzia CasaClima, per aiutare i tecnici nella redazione dei documenti di certificazione in fase di progetto e in fase costruttiva, ha predisposto delle schede, su base excel, su cui è possibile caricare dal catalogo CasaClima i dettagli costruttivi corrispondenti alla tipologia costruttiva dell’edificio.

È disponibile inoltre la nuova versione del programma di calcolo ProCasaClima 2015 vers. 2.0  

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Certificazione energetica degli edifici

Le ultime notizie sull’argomento