Superare l’emergenza Coronavirus ripartendo dal green

Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa intervenendo alla Camera ha parlato dell’opportunità del green per far ripartire l’Italia post emergenza COVID-19: “Una nuova normalità spinta dal green e un’occasione che non possiamo perdere”. 

Ministro Ambiente Sergio Costa:	Superare l'emergenza Coronavirus ripartendo dal green

Ambiente e salute sono i due punti cardine da cui l’Italia deve ripartire, una volta superata l’emergenza coronavirus, per uscire dalla crisi e avviare la ripresa economica.

Lo ha detto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa rispondendo durante il question time alla Camera a un’interrogazione dei deputati di Leu Rossella Muroni e Federico Fornaro.

In particolare Costa parla di un dopo in cui, in collaborazione con gli altri ministeri, dal MISE a quello delle infrastrutture e dei trasporti e naturalmente con il premier Conte “non si parli di restaurazione economica ma di una nuova normalità spinta verso il green. Abbiamo un flusso economico di 750 miliardi di euro. E stiamo parlando dei primi provvedimenti legislativi”.

Si conferma che centrali nelle politiche future del Governo saranno le strategie messe in campo dal Green New Deal, che prevedono 1000 miliardi per l’ambiente in 10 dieci anni. Il ministro ha poi accennato al Pniec, il Piano nazionale integrato energia e clima, alla proposta di legge europea per il clima depositata il 4 marzo che ci porterà a rivedere il concetto di efficientamento energetico, di riqualificazione edilizia e consumo del suolo.

Ma servono anche interventi di snellimento burocratico e semplificazione per far capire al meglio ai cittadini quale davvero sia l’opportunità del green, basti pensare, ha sottolineato il ministro, che la semplice colonnina per la ricarica delle auto elettriche oggi ha bisogno fra le 11 e le 18 autorizzazioni amministrative.

Tra le ultime iniziative in questi giorni il Ministro Costa ha firmato il decreto ministeriale sui Cam (criteri ambientali minimi) per le mense da 3,4 miliardi ed è di recente pubblicazione il decreto sull’end of waste sui pneumatici fuori uso. Tutto questo “ci farà rivedere il concetto di efficientamento energetico, di rigenerazione edilizia, di consumo del suolo, di semplificazione e sburocratizzazione. Questo non vuol dire togliere le tutele, è esattamente il contrario: rendere appetibile il fare green per il cittadino e le imprese”.

Rispondendo poi a un’altra interrogazione il ministro Costa ha sottolineato l’impegno del Governo per la salute dei cittadini a partire dalle recenti ricerche che evidenziano un “legame tra eventi pandemici e cambiamenti climatici, che hanno una grande incidenza sulla salute collettiva”. A tal proposito è stato avviato un tavolo interministeriale con la Salute nel quale il noto oncologo Antonio Giordano è stato nominato rappresentante del ministero dell’Ambiente.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento

Italian Energy Summit

Italian Energy Summit

Il 29 settembre e 30 settembre si svolge con un nuovo format digitale l'Italian Energy Summit ...