UE, dalle fonti rionnovabili il 62% della nuova capacità energetica installata

E’ stato pubblicato dal Centro Comune di Ricerche (Ccr) della Commissione europea il rapporto “Renewable Energy Snapshots” relativo al 2009 da cui emerge che
le fonti energetiche rinnovabili hanno rappresentato il 62% (17GW) della capacità di produzione di energia elettrica installata nell’UE-27 nel 2009. Nel 2008 la percentuale era del  57%.
Per il secondo anno consecutivo l’energia eolica ha segnato la quota maggiore con il 38%. In termini assoluti, le energie rinnovabili hanno costituito lo scorso anno il 19,9% (608 TWh)  del consumo totale di elettricità in Europa.
Per quanto riguarda le altre fonti, l’energia fotovoltaica ha contribuito per il  21%, le biomasse per il 2,1%, le centrali idroelettriche per l’1,4% ed il solare a concentrazione per lo 0,4%. Infine il resto della nuova capacità installata è diviso tra centrali elettriche a gas (24%), centrali elettriche a carbone (8,7%), olio (2,1%), l’incenerimento dei rifiuti (1,6%) e nucleare (1,6%).
Il rapporto evidenzia che se questo ritmo di crescita dovesse continuare, nel 2020 la produzione di energia elettrica potrebbe arrivare a 1.400 terawattora, pari al 35-40% del consumo totale di elettricità nell’Unione Europea, contribuendo a raggiungere l’obiettivo del 20% di produzione di energia da fonti rinnovabili.
Il rapporto sottolinea però la necessità di risolvere alcuni problemi se si vogliono raggiungere tali obiettivi. È importante garantire un accesso equo alle reti di distribuzione, il sostegno pubblico a R & S, e l’adeguamento delle reti elettriche attuali, che devono poter assorbire l’elettricità da fonti rinnovabili.

Rapporto Renewable Energy Snapshots (in inglese)

Per ulteriori informazioni
http://ec.europa.eu/dgs/jrc/index.cfm

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico, Solare fotovoltaico, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento