Advertisement

Una galleria d’arte che produce energia dalla forza delle onde

La costa di Sochi, in Russia, potrebbe ospitare la Hydroelectric Sculpture Gallery, una galleria d’arte parzialmente sommersa. Oltre ad essere autosufficiente, grazie all’energia prodotta dal moto ondoso soddisferà il fabbisogno energetico di 200 case e aziende.

a cura di Tommaso Tautonico

Hydroelectric Sculpture Gallery, galleria d’arte che produce energia dalla forza delle onde
img by www.margotkrasojevic.org

Indice degli argomenti:

Energia dalle onde per generare corrente per case e aziende nelle vicinanze. È il progetto dell’architetto londinese Margot Krasojevic, che ha appena presentato una galleria d’arte futuristica che funziona a energia idroelettrica.

La Hydroelectric Sculpture Gallery è stata pensata per la regione costiera russa di Sochi e sfrutterà le forti onde costiere del Mar Nero per alimentare un sistema di turbina ad acqua.

Il visionario progetto di Krasojevic immagina la galleria d’arte come un volume scultoreo raggiungibile da una passeggiata in legno.

L’edificio, fanno sapere gli architetti, sarà parzialmente immerso nel mare e strategicamente inclinato a 45 gradi rispetto alla costa, per rendere massima l’esposizione alle onde.

L’edificio non solo sarà energeticamente autosufficiente al 100%, ma sarà in grado di generare e immettere nella rete di distribuzione energia sufficiente a soddisfare le richieste energetiche di 200 case e aziende.

Energia pulita senza compromettere il paesaggio

Il sistema ingegneristico alla base del progetto consentirà alla struttura di raccogliere l’energia delle onde attraverso colonne d’acqua oscillanti mentre le onde si infrangono contro la costa.

Il moto ondoso fa in modo che all’interno della struttura si crei un movimento d’aria: quando l’onda sale l’aria si comprime verso l’alto e fa girare la turbina in senso antiorario, appena l’onda scende l’aria occupa il posto dell’acqua facendo così girare la turbina nel senso opposto.

Questo movimento, dichiarano i progettisti, è in grado di utilizzare le caratteristiche dell’ambiente naturale per generare fino a 300 kW di energia pulita e rinnovabile.

Il richiamo alle onde dentro l’edificio

I visitatori potranno accedere alla galleria d’arte futuristica attraverso una lunga passerella in legno che si estende dalla riva.

Esternamente l’edificio prevede una serie di passerelle e rampe che si snodano attorno alla struttura principale in acciaio.

Una serie di volumi sinuosi sono stati pensati per nascondere le numerose turbine dell’edificio, parzialmente sommerse sott’acqua.

All’interno, gli spazi rispecchieranno la principale funzioni dell’edificio: produrre energia. Le varie gallerie saranno disposte in modo da richiamare la struttura di una centrale elettrica, con soffitti rivestiti in acciaio che imitano le onde che si infrangono verso l’esterno.

I lucernari di forma irregolare creeranno uno spettacolo vibrante e caleidoscopio di luce ed ombra durante ogni ora del giorno.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile, Idroelettrico

Le ultime notizie sull’argomento