IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Il Milleproroghe ferma obbligo rinnovabili al 35%

Rinviato al 2018 l’obbligo della quota del 50% di utilizzo delle rinnovabili termiche nei nuovi edifici o per le ristrutturazioni rilevanti

 


Il decreto Milleproroghe, pubblicato nella Gazzetta ufficiale 304 del 30 dicembre scorso, prevede alcune novità che interessano il mondo delle costruzioni e delle energie rinnovabili.


Oltre al rinvio al 30 giugno dell’obbligo di installazione di contabilizzatori e termovalvole nei condomini, di cui vi abbiamo già parlato, il DL ha posticipato le scadenze fissate dal Dlgs 28 del 2011 sull’obbligo di utilizzo di rinnovabili per le nuove costruzioni o in caso di grandi ristrutturazioni, ai fini del raggiungimento dei target europei al 2020, stabilendo che ancora per il 2017 le fonti rinnovabili possano coprire il 35% del fabbisogno energetico legato al riscaldamento invernale, al raffrescamento estivo e alla produzione di acqua calda sanitaria.
E’ stato dunque posticipato di un anno l’aumento dal 35% al 50% dell’obiettivo di rinnovabili termiche per i nuovi edifici e le ristrutturazioni rilevanti, che decorrerà sulla base dei titoli edilizi rilasciati dal 1 gennaio 2018.

Tra le prime reazioni il senatore M5S della Commissione Industria, Gianni Girotto, ha commentato che questa proroga causerà ulteriori ostacoli per la crescita e lo sviluppo della generazione distribuita, delle rinnovabili e dell'efficienza energetica. Secondo il Senatore si tratta di un nuovo regalo ai produttori di energia da fonti fossili che provocherà un ritardo inaccettabile sulla strada del risparmio e dell'efficienza energetica.

 

Ricordiamo che il Dlgs 28/2011 definisce gli Edifici sottoposti a ristrutturazione rilevante:
• edificio esistente avente superficie utile superiore a 1000 metri quadrati, soggetto a ristrutturazione integrale degli elementi edilizi costituenti l'involucro;
• edificio esistente soggetto a demolizione e ricostruzione anche in manutenzione straordinaria.

Sono esclusi gli edifici sottoposti a vincolo storico e artistico. I target negli edifici pubblici sono aumentati del 10% mentre sono ridotti del 50% nei centri storici.

 

Si definiscono Edifici di nuova costruzione: 
• edificio per il quale la richiesta del pertinente titolo edilizio, comunque denominato, sia stata presentata successivamente alla data di entrata in vigore del decreto Dlgs 28/2011.

 

Un'altra proroga fissata dal Decreto stabilisce che slitti di due anni, al 1 gennaio 2018, la scadenza per la definizione e l'adeguamento da parte dell'Autorità della struttura degli oneri della bolletta elettrica per i clienti non domestici. “Sui costi della bolletta elettrica, commenta il Senatore Girotto, è necessario dare certezze alle attività produttive proponendo il mantenimento della gran parte degli oneri sui consumi e il ripristino dei sistemi di distribuzione chiusi per favorire l'Efficientamento energetico e la generazione distribuita”.

 

Il Milleproroghe proroga anche le scadenze relative al Sistri, posticipando al 31 dicembre 2017, l'entrata in vigore degli obblighi relativi al Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti e il dimezzamento delle sanzioni per la mancata iscrizione al Sistri e per il mancato pagamento del contributo d'iscrizione.  

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
20/11/2017

Il futuro del fotovoltaico, tra storage e digitalizzazione

Il 30 novembre la tappa conclusiva dei Sunny Days 2017 a Varese, alla presenza di Pierre-Pascal Urbon, ai vertici di SMA Solar Technology     Si conclude il tour SMA dei Sunny Days 2017 con la tappa di Varese che il 30 novembre per la ...

13/11/2017

15 milioni per le diagnosi energetiche delle PMI

Pubblicato il Bando dal ministero dello Sviluppo Economico a sostegno delle PMI per la realizzazione di diagnosi energetiche in modo da efficientare i loro consumi   Il ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il bando 2017 destinato a ...

13/11/2017

SEN 2017: Italia fuori dal carbone dal 2025

Presentato a Palazzo Chigi il testo definitivo della Strategia Energetica Nazionale, che prevede un investimento di 175 miliardi, di portare le rinnovabili al 55% nei consumi elettrici al 2030 e fine carbone al 2025       Il ...

08/11/2017

Celle fotovoltaiche trasparenti per lautonomia energetica del futuro

Un team di scienziati statunitensi sta studiando innovative celle fotovoltaiche altamente trasparenti che non bloccano la vista e si prestano a molti utilizzi, dalle finestre agli smartphone     Per ridurre il consumo energetico mondiale ...

08/11/2017

Proposte per migliorare l'ecobonus per il 2018

L’analisi di Virginio Trivella di Rete Irene del testo della Legge di Bilancio 2018 e alcuni suggerimenti per ottimizzare l’ecobonus     Virgino Trivella, coordinatore del Comitato tecnico scientifico di Rete Irene, ci propone ...

06/11/2017

100 GW per le nuove installazioni di fotovoltaico nel 2017

L'ultima analisi di mercato pubblicata da SolarPower Europe stima che la domanda mondiale annua di energia solare raggiungerà per la prima volta il livello di 100 GW        SolarPower Europe in un nuovo Studio mostra che la ...

01/11/2017

700 MW di nuove installazioni rinnovabili da gennaio

Pubblicato l’Osservatorio Anie Rinnovabili di settembre: + 23% le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico. Focus bioenergie       Si conferma l’andamento positivo per le rinnovabili che a settembre 2017 segnano un ...

31/10/2017

Energia fotovoltaica per la desalinizzazione

Firmato un accordo globale per promuovere lo sviluppo delle tecnologie per la desalinizzazione abbinate al solare fotovoltaico       Global Solar Council e IDA, l'associazione mondiale dell'industria della desalinizzazione, hanno firmato, ...