Advertisement

+ 46% per il fotovoltaico nel primo semestre 2016

Pubblicato l’Osservatorio Anie Rinnovabili, nei primi 6 mesi dell’anno, rispetto al 2015 cresce il fotovoltaico, calano eolico e idroelettrico

Nonostante le nuove installazioni di eolico, fotovoltaico e idroelettrico nel I semestre 2016 siano in calo del -19% rispetto allo stesso periodo del 2015, l’Osservatorio di giugno di Anie Rinnovabili su dati Gaudì, segnala un cauto ottimismo per il comparto delle rinnovabili.

L’analisi dei dati congiunturali degli ultimi due trimestri mostra infatti una curva in deciso miglioramento per eolico (+516%), fotovoltaico (+30%) e idroelettrico (+28%).

Fotovoltaico

Andamento positivo per il fotovoltaico con la potenza installata che nel primo semestre del 2016 raggiunge circa 195 MW, segnando una crescita del 46% rispetto allo stesso periodo del 2015. Anche il numero di unità di produzione cresce del 10%.

Per quanto concerne le classi di potenza, il 54% del totale delle installazioni è nelle classi di potenza inferiori ai 20 kW, che corrispondono al 96% degli impianti connessi.

Le Regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di potenza sono Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, mentre quelle con il maggior decremento sono Liguria, Toscana, Umbria e Veneto. Le regioni che hanno registrato il maggior incremento in termini di unità di produzione sono Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Puglia e Sicilia, mentre quelle con il maggior decremento sono Molise e Trentino Alto Adige.

Eolico

Cala del 53%, rispetto al primo semestre del 2015, la potenza dei nuovi impianti eolici installati tra gennaio e giugno 2016, che raggiunge circa 92 MW, mentre le unità di produzione da fonte eolica connesse in rete sono rimaste praticamente uguali (+0,5%). Le richieste di connessione di unità di produzione di taglia superiore ai 200 kW costituiscono il 73% degli impianti installati. A livello regionale l”89% della potenza connessa si trova in Basilicata, Campania, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna.

Idroelettrico

Ancora in negativo il comparto che  registra un calo del 52% della nuova potenza installata, mentre il numero di unità di produzione rispetto allo stesso periodo del 2015 è aumentato del 5%.

Le Regioni che hanno registrato il maggior incremento di potenza rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente sono Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Sicilia e Toscana. Gli impianti idroelettrici di taglia inferiore ai 3 MW connessi nel primo semestre 2016 costituiscono l’ 83% del totale.

Rispetto al Decreto del 23 giugno Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico ANIE Rinnovabili esprime soddisfazione perché il MiSE ha recepito, nella versione pubblicata in G.U., la proposta di modifica all’art. 3 comma 2 lettera a) estendendo, agli impianti ad accesso diretto diversi dall’idroelettrico, la finestra temporale per la loro realizzazione sino a tutto il 2017.

“In ogni caso, il ritardo accumulato per la pubblicazione del D.M. sicuramente penalizzerà le installazioni nel 2016 di eolico e idroelettrico per i quali le attese di sviluppo sono concentrate prevalentemente sugli impianti di piccola taglia”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico, Idroelettrico, Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento