IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Green city, la sostenibilità parte dalle città

Green city, la sostenibilità parte dalle città

Le città hanno un ruolo fondamentale nel rendere più verde il mondo. Occorre lavorare per trasformarle in green city. Un convegno

A cura di: Andrea Ballocchi

Green city, la sostenibilità parte dalle città

 

Parlare di green city è fondamentale. Perché è sul futuro stesso delle città che dipenderà buona parte del futuro del genere umano. È un’evidenza: secondo una previsione delle Nazioni Unite, nel 2050 due persone su tre vivranno in città o in centri urbani. Questo significa che occorre operare per una pianificazione urbana sostenibile e garantire servizi pubblici adeguati.

 

Al convegno “Green cities – the ‘new normal’” organizzato da Green Building Council Italia e da MCE Expocomfort si è trattato proprio di questo importante tema, partendo dagli edifici sostenibili fino a delineare gli aspetti fondamentali per arrivare a creare città green per tutti. 

Green city a partire dai green building

Prima di parlare di città “verdi” occorre partire dagli edifici «il centro nevralgico anche nella gestione dell’energia, che si traduce in comfort abitativo, efficienza energetica, rispetto ambientale. Se uno considera il settore energetico, negli ultimi 10 anni è stato investito da tre importanti fenomeni di cambiamento: le fonti rinnovabili, con la possibilità a chiunque di produrre energia, l’efficienza energetica e la digitalizzazione. Tutto questo porta l’utente finale a rivestire un ruolo centrale», ha affermato Vittorio Chiesa, docente e direttore dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano. «È giusto parlare di rinascimento urbano, ma occorre lavorare ancora molto per integrare l’edificio con il resto del sistema. Ed è un aspetto cruciale, come lo è il fatto che nel futuro l’interdisciplinarietà nel building sarà sempre più protagonista».

 

L’esempio (e la mappa) di Milano green city

La mappa Milano Green City

 

A proposito di green building l’esempio di Milano è rappresentativo. Perché la città conta 200 edifici “verdi”. Lo rileva Giuliano Dall’O, esponendo il lavoro svolto da Green Building Council Italia, di cui è presidente, da cui è nata la mappa di Milano Green City: una cartina geografica che segnala edifici LEED, BREEAM e Weel, certificati o in corso di certificazione. Ma comprende anche le 93 colonnine di ricarica per veicoli elettrici, che diventeranno mille nel 2020, 290 postazioni di bike sharing e 315 km di piste ciclabili. «Gli edifici possono essere elementi di bellezza, ma anche causa di deturpazione del paesaggio. Sostenibilità ed efficienza energetica devono e dovranno sempre più essere punti cardine del progetto», rileva il docente di Fisica Tecnica Ambientale. Questi 200 esempi dovranno valere come punti di riferimento per un nuovo tipo di fare edilizia e architettura.

 

Il ruolo delle città nella sostenibilità

Edoardo Croci, presidente di Fondazione Ambiente nonché membro dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, è concorde sulla necessità di progettare le città in modo green. Segnala come l’urbanizzazione sia un fenomeno ineluttabile, su cui occorre fare attenzione.

 

Perché le città sono responsabili dell’80% delle emissioni di gas serra e per il 50% della produzione del totale dei rifiuti, oltre a essere una fonte di spreco di energia, di cibo, di acqua. «Occorre lavorare al concetto di città, puntando sull’efficienza delle risorse, sulla resilienza, sulla circolarità». Segnala come a livello internazionale l’attenzione sia forte: tra i segnali importanti l’agenda 2030 e i suoi 17 obiettivi, di cui uno dedicato alle città, alla necessità di renderle più inclusive e sostenibili, durature e sicure. Anche in Italia i segnali non mancano: va in tal senso la Carta di Bologna per l’Ambiente o il Patto dei Sindaci cui aderiscono oltre 4mila Comuni.

 

Ma occorre intervenire presto e in modo efficace e pianificato non solo a livello italiano, ma globale: le città hanno un contributo potenziale importante nella mitigazione del cambiamento climatico. Ecco perché le green city devono rappresentare un segnale forte per un’inversione di rotta.

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
20/05/2019

Ambiente e lotta a cambiamenti climatici, mappa programmi per prossime Europee

C’è un po’ di verde in tutti i partiti che corrono per le elezioni Ue. Il nostro Paese sembra indietro se si guarda al Piano clima e energia. Servono scelte di fronte agli impegni decisi dalla Cop21 a Parigi. E un po’ tutti se la ...

17/05/2019

Produzione di energia pulita in crescita in Italia

Il GSE, società impegnata nella promozione dello sviluppo sostenibile, ha reso pubblico il rapporto relativo all’attività di consumo energetico in Italia nel corso del 2018, dal quale si evince che il 18,1% del fabbisogno energetico ...

17/05/2019

Record idrogeno green grazie al solare a concentrazione

I ricercatori dell'EPFL hanno creato un dispositivo intelligente in grado di produrre grandi quantità di idrogeno pulito. Installato un impianto pilota nel campus dell'EPFL.       Produrre idrogeno pulito in grandi qualtità ...

16/05/2019

Ricavare idrogeno e metano dalle acque reflue dei frantoi

In occasione dell’evento InnovAgorà, tenutosi presso il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, ENEA ha presentato la tecnologia che permette di ricavare energia pulita dalle acque residue dei frantoi.   A cura di Fabiana ...

13/05/2019

Energia, l’Italia ha un ruolo strategico nella ricerca

Nella transizione energetica che vive il sistema elettrico l’Italia ha un ruolo strategico. Lo ha affermato il sottosegretario Davide Crippa in visita da CESI e RSE   a cura di Ivan Celeste   Da sinistra Matteo Codazzi - CESI, Davide ...

10/05/2019

Bando Smart&Efficient Buildings

Aperta fino al 19 maggio la Call for Innovation dedicata alle soluzioni innovative sviluppate da start up e PMI per migliorare l'efficienza energetica dei condomini e la qualità della vita di chi li abita     Ci sono ancora pochi ...

08/05/2019

Nel 2018 per la prima volta in 20 anni rinnovabili in stallo

L'anno scorso, per la prima volta dal 2001, la crescita della capacità di produzione di energia rinnovabile non è aumentata. L'allarme dell'IEA per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall'Accordo di Parigi     Dopo quasi ...

07/05/2019

La Svezia è leader nella transizione energetica verso un'economia a basse emissioni di CO2

La Svezia è il paese con la quota più bassa di combustibili fossili nel suo approvvigionamento di energia primaria tra tutti i paesi membri dell'IEA, e la seconda economia a bassa intensità di carbonio.     La Svezia ...