Gli eventi climatici estremi in 40 anni sono costati mezzo trilione di euro

Le perdite economiche dovute a eventi estremi legati al cambiamento climatico hanno toccato il mezzo trilione di euro negli ultimi 40 anni, causando fino a 145.000 morti in Europa

Gli eventi climatici estremi in 40 anni sono costati mezzo trilione di euro

Secondo il Rapporto “Economic losses and fatalities from weather- and climate-related events in Europe” dell’Agenzia europea dell’ambiente (AEA), gli eventi meteorologici estremi, come tempeste, ondate di calore, siccità e inondazioni, hanno causato perdite economiche per circa mezzo trilione di euro negli ultimi 40 anni e tra 85.000 e 145.000 morti in tutta Europa. Secondo l’analisi circa il 3% di tutti questi eventi sono stati responsabili del 60% delle perdite economiche.

In termini assoluti, le peggiori perdite economiche nel periodo 1980-2020 sono state registrate in Germania, seguita dalla Francia e dall’Italia.
In Svizzera, Slovenia e Francia ci sono state invece lee maggiori perdite pro capite, e le perdite più significative per area sono state registrate in Svizzera, Germania e Italia (in base ai dati CATDA).

L’analisi ha anche rilevato che la maggioranza dei decessi – più dell’85% nel periodo di 40 anni – è stato legato alle ondate di calore. Quella del 2003 ha causato tra il 50 e il 75% di tutti i decessi da eventi meteorologici e climatici negli ultimi quattro decenni.

Considerando che si prevede che gli eventi meteorologici estremi aumenteranno in tutte le regioni d’Europa a causa del cambiamento climatico,  l’obiettivo del briefing è quello di fornire informazioni approfondite, basate sui dati reali, sui possibili pericoli per le infrastrutture e la salute umana. Un accurato monitoraggio dell’impatto di tali eventi è importante per informare i responsabili politici in modo che possano migliorare le misure di adattamento al cambiamento climatico e di riduzione del rischio, minimizzando i danni e la perdita di vite umane.

Anche la strategia di adattamento dell’UE: “Forging a climate-resilient Europe” presentata nell’ambito del Green Deal europeo richiede la raccolta di dati più accurati su perdite e rischi legati al clima, ritenuti cruciali per migliorare valutazioni e strategie.

E’ necessario che l’Europa adotti una strategia di adattamento in grado di gestire i rischi e adattarsi agli impatti del cambiamento climatico, prevedendo per esempio una maggior copertura assicurativa per limitare il rischio finanziario e precise politiche nazionali di adattamento.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento