Lana di roccia ROCKWOOL: la scelta giusta per l’efficientamento energetico

ROCKWOOL

Riqualificazione energetica del patrimonio edilizio. E’ questo il trend che sta interessando il settore dell’edilizia e che si pone lo scopo di garantire una maggiore efficienza e sostenibilità. Ma come fare per realizzare interventi che soddisfino al meglio i requisiti richiesti per accedere al Superbonus? Una soluzione è utilizzare la lana di roccia ROCKWOOL.

Lana di roccia ROCKWOOL: la scelta giusta per l'efficientamento energeticoL’efficientamento energetico dell’edificio mediante utilizzo della lana di roccia ROCKWOOL non solo garantisce l’accesso alle agevolazioni fiscali previste dal Superbonus, ma permette di ottenere anche il salto di più classi energetiche.  

Nello specifico la lana di roccia è utilizzata in questi casi per la realizzazione del cappotto termico, riconosciuto come intervento trainante e la cui applicazione, accompagnata da una progettazione integrata che include la parte strutturale e impiantistica, consente di ottenere il salto di più classi.

Due case history che hanno utilizzato lana di roccia ROCKWOOL

Di seguito sono riportate le testimonianze di due interventi, realizzati in differenti aree geografiche e su edifici con differente destinazione d’uso, che hanno utilizzato il sistema di isolamento termico a cappotto in lana di roccia ROCKWOOL REDArt®.

L’intervento di Sacile e la necessità di contenere i costi

Il primo intervento ha interessato la riqualificazione di un edificio residenziale monofamiliare risalente agli anni Settanta e ubicato a Sacile, in provincia di Pordenone. A causa di un considerevole incremento dei costi di gestione e delle dispersioni termiche dell’involucro i proprietari hanno deciso di ricorrere alla riqualificazione energetica dell’edificio.

Residenza di Sacile prima dell'intervento
Residenza di Sacile prima dell’intervento

La prima fase dell’intervento ha previsto la realizzazione di uno scavo intorno all’edificio fino alla profondità delle fondamenta e la posa del sistema di isolamento termico a cappotto ROCKWOOL REDArt. A seguire sono stati posati i sistemi di isolamento del sottotetto, trattato con 3 strati di lana di roccia da 100 mm, del garage e del primo solaio.

Per l’isolamento delle pareti verticali sono stati applicati pannelli in lana di roccia ROCKWOOL da 200 millimetri e la tenuta ermetica dell’involucro è stata garantita dalla sostituzione dei vecchi serramenti con finestre in PVC dotate di una trasmittanza media di 0,8 W/(mqK).

Residenza di Sacile dopo l'intervento
Residenza di Sacile dopo l’intervento

Al fine di garantire la massima efficienza energetica è stato installato un sistema di produzione e stoccaggio dell’energia da fonte rinnovabile: un impianto fotovoltaico da 6,6 kW collegato a un sistema di storage da 10 kW.

Per la parte impiantistica sono state installate:

  • una caldaia a condensazione,
  • una stufa a pellet,
  • un impianto di VMC con resa del 95%.

Ristrutturazione di un condominio in Campania

L’intervento realizzato a Nocera Inferiore, in provincia di Salerno, ha interessato il condominio San Cristofaro, complesso residenziale di sei piani, più uno seminterrato, che racchiude 26 unità abitative.

L’edificio presentava evidenti problemi di degrado al momento del sopralluogo, con particolari danni a discapito delle facciate, degli infissi, dell’impiantistica termica e dei balconi.

Il condominio di Nocera prima dell'intervento
Il condominio di Nocera prima dell’intervento

Il progetto di riqualificazione ha, quindi, previsto il rifacimento delle facciate e dei balconi, oltre alla sostituzione dell’impianto di riscaldamento/raffrescamento e degli infissi e l’ammodernamento tecnologico mediante l’installazione di tre impianti fotovoltaici, ciascuno da 6 kW per corpo di fabbrica. E’ stata installata, inoltre, una colonnina per la ricarica delle auto elettriche.

Il condominio di Nocera dopo l'intervento
Il condominio di Nocera dopo l’intervento

Anche in questo caso l’accesso alle agevolazioni previste dal Superbonus è stato ottenuto mediante realizzazione del sistema di isolamento termico a cappotto ROCKWOOL REDArt, utilizzando il pannello in lana di roccia a doppia densità ROCKWOOL Frontrock Pro di spessore 80 mm.

L’intervento ha permesso al condominio di passare dalla classe energetica F alla classe B.

Perché scegliere il cappotto termico ROCKWOOL REDArt

Il sistema di isolamento termico a cappotto ROCKWOOL REDArt® è la soluzione ideale per interventi di riqualificazione energetica di facciate sia in ambito condominiale che residenziale. A rendere speciale questo sistema è la lana di roccia ROCKWOOL, che garantisce:

  • ottime performance termoacustiche,
  • durabilità nel tempo,
  • eccellente protezione dal fuoco, resistendo a temperature oltre i 1.000 °C e svolgendo un’azione di contenimento delle fiamme.

ROCKWOOL REDArt ha ottenuto la Valutazione Tecnica Europea (ETA), risponde ai Criteri Ambientali Minimi (CAM) e offre una grande versatilità estetica nella scelta delle finiture.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

I prodotti dell'azienda

Notizie dall'Azienda

Focus prodotti dall'Azienda