La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

Un altro grattacielo si aggiungerà presto allo skyline di Milano. Il nuovo quartier generale della Unipol, nella zona di Porta Nuova, sarà il primo della città a poter contare su una forma tonda. L’edificio punta alla certificazione LEED Platinum grazie alla serra bioclimatica e alle spiccate doti di efficienza energetica 

a cura di Tommaso Tautonico 

Nuova sede Unipol a Milano dalla forma tonda

Indice degli argomenti:

La città di Milano sta attraversando un periodo di trasformazione urbana senza precedenti. Tra la zone più attive c’è sicuramente Porta Nuova, dove tra le altre costruzioni spicca Gioia22, palazzo che sostituisce l’ex torre Inps, oggi di proprietà del fondo sovrano di Abu Dhabi.

È proprio in questa zona che sorgerà il nuovo headquarter Unipol, il progetto dello studio di architettura Mario Cucinella Architects, che ospiterà i circa 800 dipendenti del gruppo.
La nuova sede è caratterizzata da un design elegante e pragmatico frutto di uno sviluppo progettuale rigoroso, attraverso il quale ogni elemento dell’edificio, dal volume al sistema facciata, contribuisce alla creazione di una macchina efficiente” si legge sul sito dello studio di architettura.

La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

Headquarter Unipol: forma tonda e sistema di facciata

La torre Unipol era stata progettata già nel 2014, i lavori sono partiti nel 2018 con un anno di ritardo e dovrebbero terminare entro la metà del 2022. Ad oggi sono stati costruiti 13 dei 23 piani previsti fino ad arrivare ad un’altezza di 120 metri. I lavori procedono al ritmo di un piano alla settimana.

La particolarità del progetto sta nella sua forma tonda, ellittica, scelta da Mario Cucinella per facilitarne l’inserimento in una zona ad alta densità di costruzioni.

la nuova torre Unipol a Milano firmata MCA

L’edificio, sviluppato su una pianta di circa 1.400 mq, si basa su uno scheletro circondato da una imponente Diagrid, una rete di triangoli costituita da travi metalliche inclinate che costituirà la struttura portante perimetrale dell’immobile. I nodi portanti della struttura sono frutto del lavoro dei migliori saldatori artigiani sulla piazza.
La scelta di un sistema di facciata a rete, simboleggia lo schema delle relazioni della società moderna” dichiarano gli architetti, e prevede l’utilizzo di materiali come vetro e legno

Design, sostenibilità e serra bioclimatica

Si calcola che fra piani interrati e fuori terra, lo spazio della nuova sede si svilupperà per oltre 36.000 metri quadri di superficie lorda.

Nuova torre Unipol: tecnologie per l'efficienza energetica

Esternamente l’edificio è avvolto da una doppia pelle trasparente, studiata per isolarlo in inverno e riflettere la luce durante i mesi più caldi. A circa 70 metri di altezza, un atrio scavato all’interno della struttura diventerà una serra bioclimatica, uno spazio scenografico, utilizzato probabilmente come spazio espositivo.

Interni della nuova torre Unipol a Milano

La serra bioclimatica e la doppia pelle esterna, unita ai pannelli fotovoltaici sulla facciata e alla raccolta delle acque piovane, permetteranno all’edificio di ottenere la certificazione LEED Platinum.

Un progetto che dimostra la volontà di Unipol di realizzare un edificio non come mero investimento immobiliare, ma per promuovere un’architettura di elevato livello, attenta all’ambiente, con un occhio particolare all’edilizia sostenibile.

img by Mario Cucinella Architects

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento