La ricostruzione eco sostenibile dell’asilo di Finale Emilia

Allestimento in occasione del Made

Mostra dedicata al nuovo asilo in occasione del Made

Progetto ricostruzione asilo Finale Emilia

Progetto ricostruzione asilo Finale Emilia

A Finale Emilia, uno dei paesi più colpiti dal terribile sisma del 20 e 29 maggio scorsi, la maggior parte delle strutture, in particolare scuole, palazzi storici e chiese, hanno subito forti danni e dopo il terremoto non hanno più avuto la possibilità di riprendere le normali attività.
FederlegnoArredo a 2 mesi dal terremoto ha presentato un importante progetto di costruzione del nuovo complesso scolastico Sacro Cuore di Finale Emilia, sabato 6 ottobre c’è stata la presentazione ufficiale del cantiere.
Il complesso a regime ospiterà ben 240 bambini del paese, suddivisi tra le 2 sezioni di nido e le 6 sezioni di scuola materna. Il risultato sarà una struttura di oltre 1.600 mq. altamente ecologica, antisismica, e ad elevato risparmio energetico, realizzata interamente in legno, che coniuga tre diversi metodi costruttivi (pannelli X-Lam, pannelli a telaio, sistema MHM (Massive Holz Mauer).
La realizzazione del progetto è una testimonianza di una bella e forte esperienza di collaborazione fra diversi imprenditori e diversi enti pubblici con l’impegno di completare l’edificio entro la fine di novembre.
 
Per la realizzazione del progetto, FederlegnoArredo e le sue imprese stanno mettendo in campo sia risorse finanziarie che professionali. Molte aziende hanno aderito con entusiasmo alla realizzazione della nuova struttura ecologica e antisismica, la più grande opera donata in tutta la ricostruzione dell’Emilia. Tra queste Krannich Solar Italia, filiale italiana di uno dei più grandi distributori a livello mondiale di sistemi fotovoltaici, con sede principale in Germania, che fornirà il materiale per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico grazie alla collaborazione  di alcuni partner quali Axitec per i moduli fotovoltaici, K2 per le strutture di montaggio e PowerOne per gli inverter.  “Il progetto di Federlegno ci ha subito coinvolti – commenta Silvano Polidori, General Manager di Krannich Solar Italia – l’installazione di un impianto fotovoltaico su un’opera così altamente ecologica e a elevato risparmio energetico era un’opportunità imperdibile per dare concretezza alla vision aziendale che crede in un futuro 100% rinnovabile. Attraverso l’energia fotovoltaica garantiamo un futuro sicuro, ecologico e rispettoso dell’ambiente ai nostri bambini”.
Il sistema di riscaldamento prevede 30 corpi radianti Zehnder Charleston messi a disposizione dall’azienda svizzera. 

 
 “La nostra scommessa” ha dichiarato il presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero “è di riuscire a completare la costruzione entro il prossimo autunno, a poche settimane dall’inizio del nuovo anno scolastico. Sono orgoglioso di questa iniziativa perché è una grande testimonianza del fatto che il nostro ‘fare impresa’ ha sempre come prospettiva il bene comune e lo sviluppo del nostro – nonostante tutto – amato paese”.
 
In occasione di MADE expo 2012, FederlegnoArredo ha allestito una mostra (Reception pad. 5/7) all’interno della quale è stato possibile conoscere da vicino tutti i particolari del progetto e lo status delle attività, grazie a immagini e video dei lavori in corso, un plastico 50×70 cm del progetto complessivo e una straordinaria testimonianza dei bambini di Finale Emilia che per l’occasione hanno messo in mostra alcuni loro disegni dedicati al nuovo complesso scolastico.
 
Il progetto ha bisogno di molti contributi. E’ possibile sostenerlo attraverso una donazione indicando nella causale “Progetto Asilo Sacro Cuore di Finale Emilia”
Versamento presso il cc intestato a: Associazione “ERGA OMNES – Onlus” Indirizzo: Via F.lli Bonacatti, 47 – 41034 Finale Emilia (MO) IBAN: IT 81T0521611010000000017638

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile, Solare fotovoltaico

Articoli

KRANNICH SOLAR

Krannich Solar, azienda fondata in Germania nel 1995, è uno dei piú grandi distributori del settore ...

Le ultime notizie sull’argomento