IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

3D Crane è il nome del nuovo sistema di stampa tridimensionale realizzato dall’azienda WASP di Massa Lombarda. Il nuovo modello è stato utilizzato per Gaia, la casa realizzata con terra cruda e scarti di lavorazione del riso.

 

a cura di Tommaso Tautonico

 

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

 

Diversi corpi stampanti collegati da strutture reticolari modulabili, in grado di estendere lo spazio di lavoro e il tempo necessario a realizzare una nuova costruzione. Con questa idea, l’italiana WASP sta per lanciare il suo nuovo modello di punta: la 3D Crane WASP, la nuova stampante tridimensionale pensata per rispondere ai bisogni primari dell’uomo, come la possibilità di avere una casa.

 

Per questo, l’evento di presentazione “Viaggio a Shamballa” (tenutosi il 6 e 7 ottobre a Massa Lombarda) è stato anticipato dalla conferenza “A call to save the world”, in cui è stata presentata Gaia, un caso studio di costruzione stampata in 3D attraverso la nuova tecnologia Crane WASP con materiali naturali provenienti dal territorio circostante e forniti da RiceHouse.

 

Particolare di Gaia, la casa green realizzata con una stampante 3D

La tecnologia di stampa 3D applicata alla vita comune

La mission di WASP è da sempre quella di realizzare strumenti in grado di consentire agli uomini, ovunque si trovino, di costruire case stampate in 3D con materiali locali e con costi tendenti a zero, favorendo lo sviluppo di una architettura green e a basse emissioni. “Se applichiamo le tecniche di fabbricazione digitale per rispondere ai bisogni di base dell’uomo, accendiamo una speranza reale” dichiarano dalla società.

 

Gaia la casa ecosostenibile stampata in 3D

 

Per dimostrare la bontà e l’efficienza del progetto, durante l’evento è stato dato ampio spazio a Gaia, la casa realizzata con materiali naturali, considerata un nuovo modello architettonico ecosostenibile, frutto della particolare attenzione all’impiego di materiali naturali di scarto.

 

 Gaia, Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

 

La scelta del nome non è casuale, Gaia utilizza la terra cruda come principale legante della miscela costituente, composta per il 25% da terreno prelevato in sito (30% argilla, 40% limo e 30% sabbia), per il 40% da paglia di riso trinciata, per il 25% da lolla di riso e il 10% da calce idraulica. Grazie alla collaborazione della startup RiceHouse, attiva nel campo della bioedilizia attraverso l'uso degli scarti provenienti dalla produzione del riso, WASP ha potuto sfruttare i materiali provenienti dalla filiera produttiva, ottenendo murature particolarmente efficienti dal punto di vista bioclimatico, di salubrità degli ambienti e con impatto ambientale quasi nullo.

 

Stampata in poche settimane e grazie alla sua muratura, Gaia non necessita né di riscaldamento né di un impianto di condizionamento, in quanto mantiene al suo interno una temperatura mite e confortevole sia d'inverno che d'estate.

 

I progressi compiuti nell’estrusione di materiali fluido-densi a base argillosa e cementizia permettono alla fabbricazione additiva di essere una valida alternativa per la realizzazione di sagome architettoniche complesse, garantendo alti livelli di funzionalità e performance.

Per dare maggiore risalto all’iniziativa, WASP ha coinvolto tutti coloro che intendono collaborare per diffondere le buone pratiche di costruzione 3D, con l’obiettivo di realizzare un mondo migliore, un mondo dove il sapere è applicato al bene comune.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/11/2018

La rinascita di Chernobyl: da nucleare, ad energia solare

A più di 30 anni dal disastro nucleare della centrale di Chernobyl, un impianto fotovoltaico da 1MW ha iniziato a produrre energia pulita che soddisfa il fabbisogno energetico di 2 mila abitazioni. Una rinascita per tutta la zona della vecchia ...

09/11/2018

Progetto di riqualificazione di un condominio con criteri di sostenibilità certificata

Da un iniziale problema di ammaloramento della facciata di un edificio con il distacco di alcune piastrelle, alla diagnosi energetica, alla riqualificazione efficiente dell’immobile, nel rispetto del progetto originario. L’intervento di ...

30/10/2018

La metamorfosi dell’Hotel des Postes: da palazzo storico ad edificio zero emissioni

Trasformare un vecchio edificio storico, punto di riferimento della città, in un’icona moderna dell’ecologia, senza rinunciare ai suoi preziosi elementi architettonici. Così l’Hotel des Postes cambia la sua pelle.   a ...

25/10/2018

Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

Un’abitazione energeticamente autosufficiente, flessibile, mobile, in grado di adattarsi ai diversi contesti climatici e di assicurare il miglior benessere psico fisico, nel rispetto dell’ambiente.     Questa è in due parole ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...

08/10/2018

Come realizzare una casa sostenibile in soli 22 metri quadri

L’edilizia utilizza il 40% delle risorse naturali del pianeta e rappresenta oltre un terzo delle emissioni di gas serra. Per fronteggiare la situazione, Yale University con il supporto dell’UN Environment e dell’UN Habitat ha realizzato un ...

18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...

11/09/2018

Hong Kong ospiterà Aero Hive, il grattacielo che respira

Lo studio di architettura Midori Architects ha vinto il premio Skyhive Skyscraper Challenge con il progetto futuristico Aero Hive. Due grattacieli progettati per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre la CO2 nell’aria.   a cura di ...