IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Provvedimenti delle Regioni per rinnovabili ed efficienza energetica

Provvedimenti delle Regioni per rinnovabili ed efficienza energetica

Le misure per diminuire i consumi, investire in rinnovabili e rispettare gli obiettivi europei grazie a interventi in efficienza energetica. Come si muovono le Regioni

 

 

Diverse Regioni hanno approvato bandi dedicati al costruire green, con l’obiettivo di sostenere l’efficienza energetica, promuovere le energie rinnovabili e assicurare un contenimento delle emissioni di CO2, così come richiesto dalla normativa europea.
Qui di seguito vi proponiamo una sintesi di alcuni degli ultimi provvedimenti adottati. 

Emilia Romagna – Efficienza energetica nelle PMI 

L’Emilia Romagna ha riaperto il bando destinato a interventi di sostegno dell’efficienza energetica nelle piccole e medie imprese. 
La Regione, col cofinanziamento del Ministero dello Sviluppo economico, mette a disposizione 2.3 milioni che andranno a coprire il 100% dei costi degli interventi sostenuti per le PMI che effettuino diagnosi energetiche, con un contributo massimo di 10 mila euro, o adottino sistemi di gestione efficienti dell'energia comprensivi di diagnosi energetiche, e rilascio della certificazione di conformità del sistema, con un contributo massimo 20 mila euro.
Domande entro il 3 novembre 2017 attraverso l’applicativo web “Pride”. I contributi verranno assegnati fino a esaurimento delle risorse e secondo l'ordine cronologico dell'invio della richiesta.

Veneto – Efficienza energetica delle PMI

La giunta regionale del Veneto ha approvato un bando con una dotazione di 6 milioni di euro per l’efficientamento energetico delle piccole e medie imprese, con l’obiettivo di diminuire la spesa energetica, l’inquinamento e le emissioni inquinanti, utilizzare in maniera efficiente le risorse e valorizzare le fonti rinnovabili, secondo le opportunità di risparmio energetico individuate e quantificate da una diagnosi energetica ante e post-intervento. Il bando fa riferimento all’azione 4.2.1 del POR FESR 2014-2020 che prevede “Incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti delle imprese e delle aree produttive compresa l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo, dando priorità alle tecnologie ad alta efficienza”.

L’agevolazione concessa avrà un tetto massimo di 150.000 euro a fronte di una spesa ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000 euro; un limite minimo di 24.000 euro per una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a 80.000 euro.

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del giorno 2 novembre 2017, fino alle ore 18.00 del 9 gennaio 2018. I progetti finanziati dovranno essere conclusi e operativi entro il termine del 14 dicembre 2018.

Lombardia – Interventi per l’antisismica, mobilità elettrica e comparto casa

La Regione Lombardia mette a disposizione 1,3 milioni di euro a Province, Comuni, Comunità montane e Unione di Comuni per l'adeguamento strutturale e antisismico degli edifici scolastici o la costruzione di nuovi immobili sostitutivi di edifici esistenti a rischio sismico. Gli interventi devono riguardare edifici scolastici di proprietà pubblica, che siano realizzati in territori in zona sismica 1, 2 o 3. Il contributo assegnato a ciascun ente beneficiario non può superare i 500.000 euro e ricadrà sul fondo per interventi straordinari della Presidenza del Consiglio dei ministri.

 

L'assessore all'Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della Lombardia ha anticipato che la Regione stanzierà 15.750.000 euro per la mobilità elettrica, attraverso un apposito bando realizzato nell'ambito dei finanziamenti europei, che permetta di implementare l'accesso alle stazioni di ricarica da parte dei possessori di veicoli elettrici, e la diffusione di nuovi veicoli elettrici.
Il bando metterà a disposizione dei comuni capoluogo di Provincia, Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti che rientrano nel territorio della Città metropolitana di Milano, contributi a fondo perduto, pari al 100 per cento del costo totale ammissibile del progetto, con un minimo di euro 500.000. L'importo massimo del contributo concedibile è fissato, per una proposta progettuale presentata da un singolo Comune, in euro 3.000.000. Tale limite è elevato a euro 5.000.000 in caso di proposta progettuale presentata da un'aggregazione di Comuni.

 

La giunta regionale della Lombardia nel complesso ha stanziato 28 milioni di euro per il comparto casa. 14,5 milioni di euro destinati all'azienda per l'edilizia residenziale di Milano e 2,5 alle province di Lodi e Pavia per il recupero e alla manutenzione del patrimonio immobiliare costituito da alloggi sfitti. Altri 10 milioni sono stati destinati a Aler Milano per il recupero di almeno 1.000 alloggi sfitti e ulteriori 636.000 euro per un piano straordinario di videosorveglianza nei quartieri Aler di Milano a rischio degrado.

Sardegna - Efficienza energetica e micro reti nelle strutture pubbliche 

“Interventi di efficientamento energetico negli edifici pubblici e di realizzazione di micro reti nelle strutture pubbliche” è il bando promosso dalla regione Sardegna che mette a disposizione 44 milioni di euro per la realizzazione di azioni integrate di efficientamento energetico volte ad ottimizzare i consumi energetici, per il raggiungimento di elevati standard di sicurezza e comfort ambientale, e/o con azioni di solo efficientamento energetico.

l finanziamento massimo per ciascuna proposta, nei limiti delle risorse disponibili, va dai 500mila euro per i comuni singoli fino a 3000 abitanti, a euro 1.000.000 per le proposte presentate da Comuni singoli con popolazione oltre i 3.000 e sino a 15.000 abitanti, fino a euro 2.500.000 per le proposte presentate dai comuni in forma associata, province, amministrazioni universitarie e consorzi industriali. 

L'entità del contributo per ciascun beneficiario sarà pari al 100% del costo totale ammissibile a finanziamento. 

Per accedere ai finanziamenti i soggetti proponenti devono presentare la propria proposta, utilizzando la modulistica dedicata, entro il 4 dicembre 2017 inviando esclusivamente via pec.

Lazio – sostituzione caldaie, fonti rinnovabili in agricoltura

La Regione Lazio lancia l’iniziativa "Aria pulita!”, che comprende un investimento complessivo di circa 15 milioni di euro per una serie di interventi. Un bando da 4,8mln è destinato alla sostituzione di caldaie. In particolare, la Regione mette a disposizione contributi fino a 10mila euro per la rottamazione di vecchie caldaie a biomassa legnosa e la loro sostituzione con innovativi generatori di calore, che non inquinano e fanno risparmiare. Il contributo può essere usato anche per l’acquisto di pannelli solari termici.
Sono previsti contributi fino a 2mila euro per l’installazione di elettrofiltri, cioè di sistemi che servono ad abbassare le emissioni degli impianti a biomasse legnose. I finanziamenti sono pari al 60% del totale della spesa. Possono accedere alle agevolazioni sia i soggetti pubblici che i privati.
I due interventi possono interessare anche la stessa unità immobiliare. Il costo del singolo intervento ammissibile non potrà comunque superare il valore di 10mila euro (se prevista la “sostituzione delle caldaie a biomassa legnosa”) e di 2.000 euro (se l’investimento prevede “installazione di elettrofiltri”). La Regione Lazio, sulla base di questi massimali di investimenti ammessi, concede un contributo a fondo perduto pari al 60%.

Le domande devono essere presentate esclusivamente per via telematica compilando il Formulario disponibile on-line sulla piattaforma GeCoWEB a partire dalle ore 12 del 17 ottobre 2017.

 

La Regione Lazio ha inoltre pubblicato un bando a sostegno dell'agricoltura, attraverso idonee forme di attività complementari che comprendano investimenti volti alla realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti alternative rinnovabili, da destinare alla vendita. 

Sono previsti interventi, per investimenti materiali e/o immateriali finalizzati alla realizzazione di impianti per la produzione e distribuzione di energia da fonti rinnovabili, usando sottoprodotti, materiali di scarto, residui ed altre materie grezze non alimentari ai fini alla bioeconomia, e/oaltre fonti di energia rinnovabile, destinati alla produzione di energia elettrica e/o termica (calore,freddo) da destinare alla vendita. 

La presentazione delle domande di sostegno deve avvenire entro le ore 18,00 del 15 gennaio 2018.

Marche - Riqualificazione impianti sportivi

E’ attivo nella Regione Marche fino al 15 novembre 2017 il bando per la concessione di contributi regionali in conto capitale per la riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica. L'incentivo, a fondo perduto, è concesso in misura non superiore al 50% della spesa ritenuta ammissibile e, comunque, entro il limite massimo di 75.000 euro. Le risorse stanziate dal Bando ammontano complessivamente a € 2.400.000.

I contributi saranno concessi a favore degli impianti sportivi esistenti di proprietà di enti pubblici o di “uso pubblico” al fine di migliorarne la fruibilità e la qualità dei servizi offerti agli utenti, per diversi interventi tra cui l’efficientamento energetico, ovvero interventi finalizzati alla riduzione di consumi energetici o all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili mediante la realizzazione di impianti per la produzione di energia quali ad es. impianti fotovoltaici, mini eolici, collettori solari termici, impianti di cogenerazione e rigenerazione, caldaie a maggiore efficienza, caldaie a condensazione, impianti radianti a bassa temperatura, pompe di calore ecc. compresi interventi di coibentazione ed isolamento termico, di sostituzione di serramenti e infissi, di riduzione delle dispersioni termiche o di realizzazione di impianti d’illuminazione a LED.

Puglia - Efficienza energetica delle PMI

E' in scadenza il 21 ottobre il bando della regione Puglia per l'efficientamento energetico delle PMI, per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico degli immobili pubblici con risorse del PO FESR 2014-2020 per l'importo complessivo di 157 milioni di euro.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/11/2018

Gli effetti macroeconomici del cambiamento climatico

La Banca Centrale europea, attraverso uno dei suoi consiglieri, Benoît Cœuré, esprime molta preoccupazione rispetto ai cambiamenti climatici, destinati ad influenzare anche la politica monetaria dell'Unione      Il ...

13/11/2018

Le strategie per rispettare gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030

Obiettivi di decarbonizzazione al 2030 ambiziosi ma raggiungibili. Le proposte del coordinamento Free: puntare su economia circolare, raddoppiare le rinnovabili, accelerare la transizione verso la mobilità sostenibile     Il ...

12/11/2018

Perché scegliere una Passivhaus

Il 24 novembre a Riva del Garda la 6^ Conferenza Nazionale Passivhaus dedicata al tema sempre più attuale degli edifici ad energia quasi zero e alla responsabilità sociale in materia di edifici e su scala urbana     Sabato 24 ...

07/11/2018

La scelta e l'obbligo dello sviluppo delle rinnovabili

Il primo giorno di Ecomondo e Key Energy ha offerto occasioni di confronto fra gli operatori del settore consapevoli che la crescita del Paese non può che passare da rinnovabili ed efficienza eneregtica     Il mondo delle rinnovabili si ...

05/11/2018

Ecomondo e Key Energy al via, tra rinnovabili ed economia circolare

Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa inaugurerà domani mattina la manifestazione internazionale dedicata alle innovazioni più efficienti e alle ultime tecnologie su efficienza energetica, rinnovabili ed economia ...

02/11/2018

Mattarella firma la Legge di Bilancio, confermati Ecobonus e Sismabonus

Dopo la bollinatura della Ragioneria di Stato e la firma del Presidente Mattarella, la Legge di Bilancio approda alle Camere per i passaggi parlamentari. Le novità per l'edilizia     Lo scorso 31 ottobre la Ragioneria di Stato ha ...

23/10/2018

Nuovi modelli di teleriscaldamento a bassa temperatura

Sarà testato in quattro siti reali il modello sviluppato da Eurac Research per recuperare calore di scarto dalle attività produttive: nuovo progetto Life4HeatRecovery sul recupero del calore di scarto per teleriscaldamento e ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...