IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > UE: edifici a energia zero entro il 2019

UE: edifici a energia zero entro il 2019

A partire dal 1° gennaio 2019 tutti i nuovi edifici dovranno produrre tanta energia quanta ne consumano sul posto, ad esempio attraverso i pannelli solari o le pompe di calore. A stabilirlo è una risoluzione approvata nei giorni scorsi dal Comitato Industria, Ricerca, Energia (ITRE) del Parlamento europeo, che sta lavorando a una revisione della Direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.
In base a questa decisione, che verrà votata nell'assemblea plenaria del Parlamento Ue dal 4 al 7 maggio prossimi, i nuovi immobili costruiti dopo il 31 dicembre 2018 dovranno essere autonomi dal punto di vista energetico. Gli edifici a “energia zero” sono definiti dagli europarlamentari quegli immobili in cui “come risultato di un livello molto alto di rendimento energetico dell'edificio, il consumo totale annuale di energia primaria è uguale o inferiore alla produzione di energia ricavata in loco con le fonti rinnovabili”. Entro la fine del 2010, la Commissione dovrà stabilire a livello europeo una definizione comune e dettagliata di “edifici a zero energia”.

Contatori intelligenti
Nella decisione del Comitato Industria è prevista anche l'introduzione di obiettivi nazionali intermedi per gli edifici esistenti, ad esempio si dovranno fissare percentuali minime di edifici a energia zero rispettivamente nel 2015 e nel 2020. Proposta inoltre l'installazione di contatori intelligenti dell'energia in tutti i nuovi edifici e in tutti gli immobili sottoposti a ristrutturazioni importanti.

Holiday homes efficienti
Eliminando una specifica proposta di esenzione, gli europarlamentari hanno stabilito che anche per le “case di vacanza” utilizzate meno di 4 mesi all'anno dovranno essere fissate norme minime di rendimento energetico. Esclusi dalla Direttiva sono tuttavia le piccole abitazioni (con una superficie inferiore a 50 m2), gli edifici per le attività religiose, i fabbricati temporanei utilizzati per meno di 18 mesi, i workshop ed edifici agricoli a basso fabbisogno energetico, infine gli edifici storici protetti dove misure di efficientamento energetico rappresenterebbero “un'alterazione inaccettabile del loro carattere”.

Strumenti finanziari
Infine, il Comitato Industria del Parlamento Ue ha definito una serie di strumenti finanziari che gli Stati membri dovranno adottare per migliorare l'efficienza energetica degli edifici: tra questi, la riduzione dell'Iva per beni e servizi legati all'efficienza energetica e alle energie rinnovabili, l'istituzione entro il 2014 di un Fondo per l'Efficienza Energetica – finanziato dalla Commissione Ue, dalla Banca europea degli investimenti e dagli Stati Membri -, l'incremento per almeno il 15% della quota del Fondo europeo di sviluppo regionale destinata a interventi per l'efficienza energetica.

Fonte: ANSA
UE: edifici a energia zero entro il 2019

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
01/07/2020

REMOTE riceve un premio alla European Sustainable Energy Week 2020

REMOTE (Remote area Energy supply with Multiple Options for integrated hydrogen-based Technologies) è stato premiato come migliore progetto di energia sostenibile nella categoria Innovation in occasione della European Sustainable Energy Week ...

30/06/2020

A maggio record rinnovabili che coprono il 51,2% della domanda

Pubblicato da Terna il rapporto mensile sul sitema elettrico: forte calo a maggio dei consumi di energia elettrica. Segno + per fotovoltaico, idrico ed eolico. La produzione da fonti rinnovabili ha coperto il 51,2% della domanda, in crescita rispetto ...

29/06/2020

Edifici storici, un patrimonio da risanare e proteggere

Un quarto del patrimonio edilizio esistente in Europa è formato da edifici storici. Opportuni interventi di riqualificazione potrebbero garantire efficienza, comfort e minori emissioni. Dal 14 al 16 aprile 2021 a Bolzano la conferenza SBE21 ...

26/06/2020

Isolanti naturali per l’edilizia da vetro riciclato e alghe

Dalla ricerca italiana è stata messa a punto una soluzione sotto forma di schiuma isolante prodotta a partire da vetro riciclato e con una metodologia green   a cura di Andrea Ballocchi     Indice degli argomenti: Isolanti in ...

25/06/2020

La trasformazione energetica al centro del programma di recupero sostenibile

La maggiore diffusione delle energie rinnovabili, l'efficienza energetica e le misure di transizione energetica rappresentano un investimento lungimirante per uscire della crisi scatenata dalla pandemia COVID-19. Il nuovo Rapporto di ...

22/06/2020

Bene i piani PNIEC per le rinnovabili, meno su efficienza

La commissaria Ue all'energia, Kadri Simson, in una conferenza stampa ha fatto il punto sull'impegno dell'Unione sui temi della sostenibilità e neutralità climatica e ha anticipato che dalle analisi sui vari PNIEC, il Vecchio Continente dovrebbe ...

19/06/2020

Climatizzazione: cosa cambia con l’ecobonus 110% e gli obiettivi nZEB

Che opportunità offre l’ecobonus al 110% al settore della climatizzazione? Quale evoluzione e ruolo avranno le soluzioni efficienti oggi e in vista dell’edilizia nZEB? La parola agli esperti   a cura di Andrea ...

19/06/2020

MCE, arrivederci al 2022

Posticipata da settembre 2020 all'8/11 marzo 2022, a causa del coronavirus, la 42° edizione di MCE, manifestazione biennale leader mondiale nell’impiantistica civile e industriale, nella climatizzazione e nelle energie ...