IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Vivere in case ecosostenibili ricavate da vecchie navi mercantili

Vivere in case ecosostenibili ricavate da vecchie navi mercantili

Marine Doc è il progetto che prevede la trasformazione delle vecchie navi fluviali mercantili in disuso, in nuove abitazioni di lusso ed eco sostenibili, completamente autonome dal punto di vista energetico.

 

a cura di Tommaso Tautonico

 

Progetto Marine Doc Estate: dalle navi dismesse nascono case ecosostenibili

 

Il progetto Marine Doc Estate nasce per dare una seconda vita alle navi da carico che, concluso il loro ciclo di vita, si avviano alla demolizione. L’idea è quella ricollocarle in un nuovo habitat e trasformarle in abitazioni di lusso eco sostenibili.

 

Il Kempenaar è una nave da carico icona della navigazione fluviale olandese. Lunga più di 60 metri, dopo una lunga ed onorata carriera, la nave ha dovuto lasciare il campo a navi fluviali più grandi e più efficienti. Di qui l’idea dello studio di architettura Komma di provare a donare una nuova vita ai vecchi mercantili ormai in pensione.

 

La tenuta Marine Doc Estate è un progetto ambizioso, in grado di sviluppare nuove comunità sostenibili basate sulla trasformazione dei mercantili in lussuose abitazioni eco sostenibili, dotate di tanto spazio all’aperto e di ampi roof-garden. La fase iniziale del progetto prevede la realizzazione di due comunità da realizzare nella splendida cornice naturale delle acque fluviali libere dei Paesi Bassi. In base alla dimensione delle navi mercantili, ogni comunità può arrivare ad ospitare fino a 14 abitazioni di lusso.  

Una casa sostenibile in una nave mercantile

Il primo passo verso l’ambizioso progetto sarà quello di sollevare, per mezzo di una gru, le vecchie navi da carico dai loro cantieri e collocarle nella loro nuova location: terreni naturali lussureggianti situati nelle vicinanze di acque libere. La nuova collocazione sarà un equilibrio tra privacy per i residenti e senso di comunità.

 

Progetto Marine Doc Estate: il giardino esterno

 

Una volta ricollocate, le strutture metalliche originali saranno ricostruite in spazi abitabili adeguati, ispirati alla sostenibilità, con un design unico, il tutto senza perdere l’origine nautica delle navi.

 

Progetto Marine Doc Estate: interno di una casa

 

Secondo gli architetti la poppa, la timoneria e il ponte di prua verranno esaltate dall’esterno con eleganti forme geometriche, mentre la parte interna sarà suddivisa in partizioni flessibili in grado di far scegliere ai futuri residenti il layout abitativo più opportuno.

 

Per aumentare l’integrazione delle case sostenibili con il paesaggio circostante, lo studio di architettura ha dotato ogni unità abitativa di un grande terrazza verde panoramica sul tetto, in grado di fornire una vista a 360°.

 

La terrazza del progetto Marine Doc Estate: case sostenibili da vecchie navi

 

E la sostenibilità? Ogni unità sarà indipendente dal punto di vista energetico, sarà dotato di un impianto fotovoltaico e di una pompa di calore, sistemi che saranno in grado di produrre tutta l’energia elettrica necessaria per l’autosostentamento. Particolare attenzione verrà posta all’isolamento termico della struttura, favorendo la giusta ventilazione naturale e bilanciata degli ambienti interni. Completano il progetto dei sistemi ad hoc per lo stoccaggio dell’energia prodotta in più rispetto alle reali necessità.
Il progetto Marine Doc Estate è ambizioso, ma promette la realizzazione di nuove unità abitative basate sul riciclo, sul riuso e sulla sostenibilità ambientale ed energetica.

 

 

img by studioKomma.nl

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
08/02/2019

Il progetto dellasilo di MAD Architects a Pechino tra passato e futuro

Non un semplice asilo, ma un incredibile progetto architettonico: lo studio MAD Architects è la prestigiosa firma del nuovo Courtyard Kindergarten, il cui progetto verrà ultimato nel 2019   a cura di Fabiana ...

06/02/2019

Pareti in legno, performanti ed ecosostenibili

Nell’edilizia in legno c’è molta attenzione all’eco sostenibilità. Lo testimoniano le varie proposte presenti a Klimahouse, attente all’efficienza energetica   a cura di Andrea Ballocchi       Il ...

29/01/2019

Il Canada e il suo centro sulla sostenibilit ad energia zero

La città canadese di Hamilton, in Ontario, ha inaugurato da poco il nuovo Joyce Center for Partnership and Innovation building. Il primo edificio istituzionale dell’intero Canada ad energia zero: un laboratorio e un centro di ricerca incentrato ...

24/01/2019

Wikkelhouse, la tiny house in cartone 100% riciclabile

Le case del futuro? In cartone e 100% riciclabili. Questo è l’ambizioso progetto di Fiction Factory, una sfida che rivoluzionerà il modo di intendere le abitazioni   a cura di Fabiana Valentini     Wikkelhouse, ...

16/01/2019

In Europa si lavora alla ristrutturazione zero energy

Il progetto UE Transition Zero vuole estendere in Europa il metodo Energiesprong per ristrutturare e trasformare vecchie abitazioni in case Net Zero Energy   a cura di Andrea Ballocchi     L’edilizia deve cambiare il proprio status ...

16/01/2019

L'edificio in legno pi alto d'Europa a Jesolo

Lo studio DEMOGO ha realizzato a Jesolo la Cross Lam Tower, una struttura di 12 piani realizzata secondo i principi della bioarchitettura. E' l'edificio in legno più innovativo e alto d’Europa. Su Casa.it le abitazioni in ...

11/01/2019

IR Arquitectura sperimenta con il design modulare

Una mini casa per vivere a contatto con la natura. Formata da 5 moduli essenziali, dotata di pannelli solari e flessibile a seconda delle esigenze   a cura di Fabiana Valentini     Le case del futuro? Essenziali, ecologiche e di piccole ...

21/12/2018

Amsterdam Valley, un'oasi verde nel quartiere commerciale

Il quartiere Zuidas di Amsterdam è il principale centro d’affari internazionali dei Paesi Bassi. A causa del suo target business, il quartiere non attrae l’interesse di chi vorrebbe viverci. Almeno sino ad ora.   a cura di Tommaso ...