IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > A ZHA il progetto dell’hub ferroviario di Tallin

A ZHA il progetto dell’hub ferroviario di Tallin

Il progetto del nuovo terminal di Ülemiste in Estonia verrà realizzato dallo studio londinese di Zaha Hadid Architects. Sarà il punto di partenza della linea Rail Baltic, la ferrovia di 870 chilometri che unirà la capitale estone al confine polacco e poi a Varsavia. Progettato secondo i principi della certificazione ambientale Breeam, il nuovo hub intermodale verrà realizzato per fasi. La geometria del nuovo edificio progettata per facilitare i percorsi interni della futura stazione.

 

a cura di Pietro Mezzi

 

A ZHA il progetto dell’hub ferroviario di Tallin

La futura stazione di Ülemiste (render by negativ.com)

Indice degli argomenti:

 

L’ufficio londinese di Zaha Hadid Architects ha vinto il concorso internazionale di progettazione per il nuovo terminal della ferrovia Rail Baltic nel quartiere Ülemiste di Tallin in Estonia.

 

Il progetto è frutto della collaborazione con lo studio estone di architettura Esplan, che ha lavorato come local architect.

 

La futura stazione di Ülemiste by ZHA

La futura stazione di Ülemiste (render by negativ.com)

 

Il terminal sarà il punto di partenza della linea Rail Baltic, la linea ferroviaria di 870 chilometri che collegherà Tallin al confine con la Polonia (il progetto europeo intende collegare Helsinki, Tallin, Riga, Vilnius e Varsavia; nda) e la rete ferroviaria europea di alta velocità.

 

Il progetto prevede di realizzare un terminal di trasporto intermodale sotto forma di ponte pubblico di collegamento con la città, un hub del sistema di trasporto intermodale per il trasporto locale, nazionale e internazionale e di collegamento con il vicino aeroporto di Tallin.

 

Interni della futura stazione di Ülemiste

Interni della futura stazione (render by negativ.com)

Progetto della nuova stazione 

A definire la geometria spaziale della nuova stazione sono stati i percorsi di circolazione interna, che hanno lo scopo di facilitare al massimo l’integrazione con le linee di trasporto di autobus, tram e treni che confluiscono al capolinea di Ülemiste.

 

La stazione è stata progettata secondo i principi e le regole del sistema di certificazione ambientale Breeam e verrà realizzata per fasi, per consentire di effettuare le operazioni necessarie e permettere il mantenimento in esercizio dei servizi ferroviari esistenti: per questo motivo i progettisti hanno scelto un sistema costruttivo strutturale modulare.

 

I binari della futura stazione di Ülemiste by ZHA

I binari della futura stazione (render by negativ.com)

 

Il concorso internazionale è stato stato bandito lo scorso maggio e si è concluso con l’aggiudicazione, avvenuta il 3 settembre.

 

Nella giuria sedevano Riia Sillave, direttrice della Rail Baltic Estonia, Allan Remmelkoor del cda della società Pro Kapital Eesti, Andrus Noor del consiglio di sorveglianza del Mainor Ulemiste, Endrik Mand, capo dell’ufficio tecnico del comune di Tallin, Mattias Agabus autore del masterplan della zona ferroviaria e gli architetti danesi Jesper Gottlieb e Thomas Grave-Larsen. 

 

Planimetria del terminal di Ülemiste

Planimetria del terminal (by ZHA)

Scheda progetto Stazione ferrovia di Ülemiste

      • Località: Tallin, Estonia
      • Committente: Rail Baltica Estonia
      • Progetto Zaha Hadid Architects (ZHA)
      • Progettazione ZHA: Patrik Schumacher
      • Direttore del progetto: Gianluca Racana (ZHA)
      • Direttori della progettazione: Ludovico Lombardi, Michele Salvi (ZHA)
      • Team di progettazione Luciano Letteriello, Kate Revyakina, Serra Pakalin, Yuzhi Xu, Anthony Awanis, Hendrik Rupp, Davide del Giudice (ZHA)
      • Progettisti locali Esplan, Estonia

La stazione di Ülemiste e il suo inserimento nel contesto urbano

La stazione e il suo inserimento nel contesto urbano (render by negativ.com)

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
09/12/2019

Nuovo social housing nZEB a Prato

Il progetto nZEB, a Prato, oltre a rappresentare una risposta concreta all’esigenza abitativa con 29 nuovi alloggi e un centro civico, si pone come esempio virtuoso da molteplici punti di vista, primo fra tutti coniugare alta efficienza energetica e ...

04/12/2019

LIFE Hamburg, il campus autosufficiente che reinventa l’apprendimento

12.000 metri quadri di materiali naturali e vegetazione per connettere l’ambiente circostante con la struttura dell’edificio. È LIFE Hamburg, il progetto vincitore del concorso per realizzare il nuovo campus ecologico e autosufficiente dal ...

25/11/2019

Finestre fotovoltaiche: record di efficienza per Glass to Power

I ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca e della start-up Glass to Power hanno raggiunto un nuovo primato, realizzando dei concentratori solari luminescenti da integrare negli edifici caratterizzati dalla più alta efficienza mai ...

25/11/2019

Il tetto solare di Tesla potrebbe essere pronto per il mercato di massa

Dopo un paio di tentativi non andati a buon fine per motivi sia tecnici che estetici, la nuova versione del tetto solare targata Elon Musk, più efficiente e più facile da montare, potrebbe finalmente arrivare al mercato consumer. ...

21/11/2019

Architettura di qualità per l’adattamento climatico

Ecco un esempio di come le città esposte al rischio inondazioni possono, con l’aiuto dell’architettura, affrontare le conseguenze del cambiamento climatico. Amburgo, importante porto commerciale sul Mare del Nord, per difendere la ...

14/11/2019

A Praga il grattacielo più alto della città ispirato ai cambiamenti climatici

Soprannominato TOP TOWER, il progetto di grattacielo dalla visione apocalittica sui cambiamenti climatici ha suscitato non poche polemiche per il suo forte impatto visivo: l’edificio incorpora una grande nave alla deriva durante un ...

12/11/2019

Svezia: il primo museo della scienza a emissioni zero alimentato da energia a pedale

Visitare il museo e pedalare per alimentarlo. La città universitaria di Lund, in Svezia, ospiterà il primo museo della scienza alimentato esclusivamente dall’energia solare e dall’energia cinetica prodotta dalle pedalate delle ...

08/11/2019

Seconda certificazione Leed Platinum per il grattacielo Intesa Sanpaolo

Dopo aver ottenuto nel 2015 la certificazione Leed Platinum, il grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino è il primo in Europa ad aver ricevuto la seconda certificazione LEED Platinum per la categoria ‘gestione sostenibile ...