Advertisement

A Milano rinasce l’ex Borletti

Uno dei numerosi esempi di archeologia industriale di inizio Novecento del capoluogo milanese torna a nuova vita. Al termine dei lavori, previsto per l’inizio del 2022, verranno ospitate residenze e servizi per gli abitanti: una sala polivalente, uno spazio delivery, un’area fitness e tre piani interrati destinati ad autorimessa. Il progetto è di DFA di Daniele Fiori Partners

a cura di Pietro Mezzi

Ex Fabbrica Borletti, Render del progetto del Washington Building (credits DFA Partners)

Indice degli argomenti:

Terminate le operazioni di demolizione e bonifica, a breve inizieranno i lavori di riqualificazione dell’ex fabbrica Fratelli Borletti di via Cecchi a Milano. Il nuovo edificio, il Washington Building, è frutto del progetto dello studio milanese DFA, di Daniele Fiori Partners.

L’ex Borletti è uno dei numerosi esempi di archeologia industriale della Milano di inizio Novecento, caratterizzato da uno stile eclettico e facciate liberty, all’interno del quale si producevano orologi, sveglie e macchine per cucire.

L’edificio era parte di un complesso industriale molto più esteso e si componeva di una serie di edifici distribuiti che raggiungevano via Washington.

Gli obiettivi del progetto

Diversi gli obiettivi del progetto di riqualificazione: mantenere lo stile dell’immobile; rafforzare l’identità dell’area; adottare pratiche di architettura sostenibile; rilanciare la zona dal punto di vista urbanistico.

L’edificio ha anche un’altra particolarità: si tratta dell’unico esempio di loft verticale a Milano.

ex fabbrica Borletti: Render del progetto del Washington Building (credits DFA Partners)

Il progetto prevede lo svuotamento del sito, il mantenimento delle facciate di maggior valore architettonico e la ridistribuzione della volumetria, che ripristina l’allineamento con gli edifici adiacenti.

La struttura a “c” del complesso si compone di alcuni piani fuori terra allineati su strada e di due piani arretrati a coronamento.

Washington Building: Render della corte interna (credits DFA Partners)

Render della corte interna

I volumi aggiuntivi saranno connotati da una facciata razionalista, il cui modulo compositivo è un chiaro rimando alle geometrie delle facciate in mattoni del corpo storico originario, che vengono così mantenute, mentre il rivestimento in pietra adottato ha la funzione, stilisticamente, di dar vita ad un legame materico con l’edificio che affaccia su via Gessi, ristrutturato da Marco Zanuso, facente anch’esso parte dell’ex fabbrica.

Vecchie foto della ex Borletti a Milano

Una vecchia foto della ex Borletti

Verde e servizi per i residenti

Il progetto avrà una ricca dotazione di verde, sia nella corte interna sia nei giardini, nei patii e sui balconi degli alloggi.

Washington Building: Render degli interni

Render degli interni

Completano l’edificio tre livelli interrati adibiti ad autorimessa, mentre a piano terra, oltre agli spazi residenziali, sono previsti una serie di servizi per i residenti: una sala polivalente, un locale delivery e un’area fitness. La consegna delle opere è prevista per gennaio 2022.

ex Borletti: Lo stato attuale del complesso

Lo stato attuale del complesso

credit img DFA Partners

Tema Tecnico

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il Progetto è inerente alle seguenti categorie

RISPARMIO ENERGETICO