Tao Zhu Yin Yuan Tower: 23 mila alberi per assorbire CO2

Una fusione tra tecnologia e cultura occidentale sviluppata per 21 piani. La garden tower oltre ad essere un magnifico esempio di green building, sposa la filosofia Taiji. La sua forma ispirata alla struttura a doppia elica del DNA richiama dinamismo e armonia. Grazie alla piantumazione di 23 mila alberi, alla progettazione passiva e all’uso ridotto dell’energia, la torre riduce al minimo la sua impronta di carbonio ed è un concentrato di eco design.

A cura di:

Tao Zhu Yin Yuan: la foresta verticale che assorbe la CO2 di Taipei

Indice degli argomenti:

Lo studio di architettura Vincent Callebaut Architectures ha pubblicato le ultime fotografie della sua foresta verticale pensata per assorbire anidride carbonica a Taipei, Taiwan.

Taipei è definita da molti la nuova Silicon Valley asiatica. In un contesto in continua espansione la Tao Zhu Yuan Tower mira a diventare uno dei simboli ecologici del XXI secolo, la torre rappresenta infatti la giusta simbiosi tra umanità e natura.

Tao Zhu Yin Yuan Tower: 23 mila alberi per assorbire Co2

Tao Zhu Yin Yuan, si sviluppa su una superficie di 42 mila metri quadrati, è alto 21 piani e può contare su una struttura in acciaio realizzata con sistema avanzato di protezione antisismica.
L’obiettivo principale del progetto è dedicato alla promozione dell’architettura che assorbe carbonio, al fine di abbassare la temperatura della Terra” fanno sapere dallo studio di architettura. “Di fronte alla crisi del riscaldamento globale e del cambiamento climatico, deve essere la partecipazione di tutte le imprese a sollecitare i governi a redigere programmi di incentivazione che portino alla riduzione dell’impronta di carbonio nel settore dell’industria, dei trasporti e della vita quotidiana” concludono.

Progettare green non è una tendenza ma una necessità” continuano gli architetti. “Un piccolo passo per l’assorbimento del carbonio, un grande salto per contrastare il riscaldamento globale”. Obiettivo dei progettisti è stato immaginare un grattacielo dalla forma armoniosa, in grado di inglobare un ecosistema che rimpiazzi la flora e la fauna nel cuore delle città.

Eco design ispirato al DNA

Il concept architettonico è quello di progettare un edificio energeticamente autosufficiente. Tao Zhu Yin Yuan si ispira alla struttura a doppia elica del DNA, fonte di vita, dinamismo e gemellaggio. Ogni doppia elica è rappresentata nel progetto da due unità abitative che formano un intero livello. Così, dalla sua base alla sommità, i 20 livelli abitati a doppia elica si allungano e si torcono di 90 gradi.

Tao Zhu Yin Yuan, Eco design ispirato al DNA
Gli architetti dichiarano anche di aver progettato la struttura perseguendo quattro obiettivi principali: integrarla perfettamente entro i limiti di volumi edificabili imposti dalla città di Taipei; generare il numero massimo di giardini sospesi; offrire ad ogni abitante una vista panoramica eccezionale sullo skyline di Taipei; generare una geometria flessibile e progressiva con balconi in grado di fornire intimità e riservatezza a ogni appartamento.

Tao Zhu Yin Yuan, Eco design ispirato al DNA
La torre, progettata con criteri antisismici avanzati, è resistente ai terremoti, e può contare su una struttura portante in grado di garantire robustezza a tutto l’edificio.

Il design strutturale” dichiarano i progettisti  “trova ispirazione nella struttura del corpo dello sciatore. Il nucleo centrale della torre è il corpo umano. La struttura a traliccio di 5 metri sopra il 21mo piano sono le due braccia e le megacolonne sui due lati sono i bastoncini da sci. Un sistema strutturale sospeso e un sistema di tralicci Vierendeel (un insieme di travi ogni due piani) trasferiscono tutto il peso tramite le braccia (travi) al corpo (nucleo centrale) e poi fino alle fondamenta” concludono.

Tao Zhu Yin Yuan Tower: una foresta che assorbe anidride carbonica

Le ultime foto pubblicate sul sito dello studio di architettura mostrano le prime azioni di piantumazione degli alberi.  La torre Tao Zhu Yin Yuan è stata pensata per assorbire l’anidride carbonica della città, per questo il progetto prevede di inserire circa 23.000 alberi, arbusti e piante nel giardino al piano terra, nei balconi e nelle terrazze di ogni appartamento.

Tao Zhu Yin Yuan Tower: una foresta che assorbe anidride carbonica

Secondo le stime l’assorbimento annuale di carbonio raggiungerà circa 130 tonnellate, con una copertura verde del 246%, quasi 5 volte superiore rispetto ai requisiti minimi richiesti dalla normativa locale, rendendo la torre un colorato parco forestale urbano in tutte le stagioni.

Tao Zhu Yin Yuan Tower: una foresta che assorbe anidride carbonica
Le piante forniscono ossigeno e umidità all’ambiente, mitigano il rumore proveniente dall’ambiente circostante. Inoltre, la torre integra camini di ventilazione naturale che filtrano l’aria all’interno del nucleo centrale, riciclo dell’acqua piovana, controllo wireless dell’illuminazione a led, fibra ottica, impianti ad energia solare ed eolica per ottenere il maggior risparmio energetico possibile, riducendo le emissioni di carbonio.

Il lavoro più difficile è stato sviluppare e condividere il progetto con tutti i membri del team: strutturisti, esperti di sismica, interior design e architetti paesaggisti. L’intero progetto è stato pensato e realizzato per ridurre il più possibile l’impronta ecologica.

Tao Zhu Yin Yuan: pannelli fotovoltaici in copertura
I pannelli fotovoltaici in copertura

La torre è una fusione perfetta tra clima, paesaggio e architettura: l’analisi dell’esposizione alla luce solare, al vento e delle caratteristiche bioclimatiche della zona ha permesso di migliorare al massimo l’efficienza dell’edificio.

Il progetto integra sistemi bioclimatici passivi, come illuminazione e ventilazione naturale e vetri basso emissivi, con le energie rinnovabili come il fotovoltaico. Sistemi di automazione per il risparmio energetico, comunicazione intelligente tra gli impianti e ascensori muniti di azionamenti rigenerativi, consentono di ridurre al minimo i costi energetici della struttura.

Tao Zhu Yin Yuan Tower: sostenibile, green e con 23 mila alberi

Particolare importanza è stata data agli spazi verdi. Come anticipato saranno piantati circa 23 mila alberi, un vero e proprio parco forestale urbano che si snoda tra aree erbose, sentieri forestali e paesaggi artistici. Durante tutto l’anno, le specie selezionate dagli architetti paesaggisti, creeranno scenari diversi in base alle stagioni.

Per quanto riguarda il design il grattacielo con la sua struttura elicoidale, grazie all’andamento a spirale, garantirà a ogni appartamento massima illuminazione naturale e ottima ventilazione così da ridurre il fabbisogno energetico.

Una delle sfide più importanti per gli architetti è stata quella di creare una torre antisismica, obiettivo garantito grazie all’utilizzo dei cuscini di isolamento in Eps, dello stesso tipo utilizzato con successo per strade e ponti statunitensi.
In caso di scosse sismiche la struttura rimane elastica senza subire danni.

Tao Zhu Yin Yuan Tower: 23 mila alberi per assorbire CO2 2

La doppia elica garantisce armonia e diversità. A seconda del punto di vista dei pedoni,  dalle quattro strade circostanti, la torre cambia aspetto e propone quattro profili diversi: il profilo a V, il profilo a croce X, il profilo ellittico e il profilo piramidale.

Per questo progetto, dichiarano gli architetti, sono state utilizzate le migliori tecniche di risparmio energetico, di riduzione dell’impronta di carbonio e concetti di progettazione eco-compatibile in grado di perpetuare lo spirito confuciano della tradizione cinese. La Tao Zhu Yin Yuan Tower può essere definita un Feng Shui moderno, sano, che grazie all’impiego di elementi naturali, è in grado di generare un edificio che respira e che migliora la salute mentale e fisica dei residenti.

img by vincent.callebaut.org

Articolo aggiornato



Tema Tecnico

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il Progetto è inerente alle seguenti categorie

RISPARMIO ENERGETICO