Quanto costa costruire un edificio NZEB? Una piattaforma ci aiuta a scoprirlo

La nuova piattaforma interattiva online CRAVEzero aiuta architetti e progettisti a costruire e mantenere un edificio NZEB, monitorando i costi nel corso della vita

 

Edificio NZEB Moretti More

Progetto CRAVEzero, Edificio Moretti More. Credits: Moretti

 

Dal 2021 tutti i nuovi edifici in Europa, come da direttiva 2018/844, dovranno essere a energia quasi zero e vantaggiosi dal punto di vista economico, assicurando basso consumo energetico e alte prestazioni.

 

Da queste necessità nasce CRAVEzero, la piattaforma interattiva online nata per supportare architetti e progettisti a costruire un edificio NZEB, monitorandone nel corso della vita le prestazioni, scegliendo le migliori opzioni per quanto riguarda efficienza energetica e rinnovabili e offrendo una serie di strumenti software per stimare quanto costerà un edificio a energia quasi zero nel corso della sua vita.

 

Sviluppato grazie alla collaborazione tra progettisti, istituti di ricerca e aziende specializzate nel campo dell’edilizia sostenibile, CRAVEzero permette di condividere le proprie conoscenze, con attenzione in particolare all’edilizia europea residenziale e terziaria.

 

Tra i partner coinvolti Eurac Research ha dato il proprio contributo in particolare rispetto a ciò che va incluso nel Life Cycle Cost (LCC) degli immobili, considerando, spiega Roberta Pernetti, ricercatrice Eurac Research “i costi che caratterizzano un edificio lungo tutta la vita utile, dalla progettazione alla costruzione e poi alla fase operativa”. In questo modo architetti e progettisti sono aiutati a pianificare le spese non solo nella fase iniziale del progetto ma in tutto il ciclo di vita dell’edificio. E’ stato infatti sviluppato uno specifico strumento, disponibile gratuitamente sul sito, che permette di calcolare il LCC.

 

Sono 18 gli edifici dimostrativi analizzati nell’ambito del progetto, tra questi una villetta monofamiliare realizzata dall’azienda italiana Moretti con moduli prefabbricati, che si caratterizza per l’ottima coibentazione termica, l’installazione di impianti efficienti come la pompa di calore e recupero con ventilazione meccanica per il riscaldamento. I vetri con rivestimento selettivo limitano il surriscaldamento nei mesi caldi.

 

Tobias Weiss di AEE INTEC, project manager di CRAVEzero, spiega “Utilizzando i dati del mondo reale sui progetti dimostrativi, abbiamo creato modelli per mezzo milione di varianti, che potete cercare online andando sull’Interactive Case Study Dashboard”. 

Calcolo del costo di un edificio NZEB durante il suo ciclo di vita 

Impostando i filtri gli architetti possono definire diversi parametri, selezionare le tecnologie o fissare un limite per la domanda di energia primaria o per le spese in conto capitale, potendo in questo modo vedere i costi nel lungo periodo, anche oltre i 40 anni, del ciclo di vita, fabbisogno termico ed energia primaria.

Il programma è semplice da utilizzare, ma è disponibile anche un video esplicativo e gli utenti una volta inseriti i dati possono scaricare il foglio di calcolo Excel.

 

La piattaforma offre anche lo strumento Interactive process map che spiega il processo di progettazione integrata di un edificio NZEB, considerando la fondamentale collaborazione tra i vari soggetti coinvolti per realizzare la miglior soluzione a seconda delle caratteristiche del progetto. “Grazie ai diagrammi di processo sono chiaramente definite le responsabilità dei diversi partner ed è possibile individuare i possibili ostacoli”.

 

Weiss sottolinea che per i costruttori è certamente redditizio costruire edifici a energia quasi zero, purché considerino i bassi costi di gestione di questi immobili.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento