Rinnovabili e fotovoltaico, FER2 e nuovo FER1 adottati a breve

La sottosegretaria del MiTE Ilaria Fontana rispondendo a un’interpellanza dell’onorevole Generoso Maraia del M5S, ha spiegato quali interventi il Governo sta attuando a sostegno della transizione energetica e della decarbonizzazione. In tempi brevi si attende l’adozione del nuovo decreto FER 1 volto all’incentivazione delle tecnologie rinnovabili più mature e del FER 2, a sostegno delle tecnologie non pienamente mature

Rinnovabili e fotovoltaico, FER2 e nuovo FER1 adottati a breve

La sottosegretaria del MiTE Ilaria Fontana ha risposto a un’interpellanza dell’onorevole Generoso Maraia del M5S sulle tempistiche di emanazione dei decreti attuativi previsti dal DL 8/11/21 sulla promozione dell’energia da rinnovabili e sulle iniziative che il Governo intende attuare nella definizione di un quadro regolatorio che faciliti l’installazione degli impianti fotovoltaici e lo sviluppo delle Comunità Energetiche, in linea con gli obiettivi fissati dal PNRR.

La sottosegretaria Fontana ha spiegato che il Governo sta affrontando la crisi energetica in atto cercando di sostenere la maggior diversificazione energetica possibile e, nell’ambito della complessa strategia per superare la crisi e abbattere gli aumenti di luce e gas, le politiche di decarbonizzazione hanno e, sempre di più avranno, un ruolo da protagoniste.

Le priorità su cui lavora il Governo sono 2 in particolare: da una parte si dovrà accelerare la penetrazione nel sistema delle fonti rinnovabili e lo sviluppo di biocombustibili, biometano e idrogeno; dall’altra si dovranno fare interventi per la riduzione della domanda energetica, l’efficientamento e il maggior risparmio energetico.

Coerentemente con gli obiettivi di decarbonizzazione fissati al 2030 e al 2050, il Governo ha definito misure finanziarie e di semplificazione – che si vanno a sommare a quelle previste da PNIEC e PNRR – che interessano anche l’installazione degli impianti rinnovabili. L’ultimo decreto approvato, il 199/21 è dedicato all’attuazione della Direttiva RED II sulla promozione dell’uso delle rinnovabili, definisce gli strumenti per raggiungere gli obiettivi di incremento della quota di energia da fer al 2030, con attenzione anche alla “partecipazione degli enti preposti al rilascio delle autorizzazioni per la selezione delle aree su cui installare gli impianti rinnovabili, con procedure accelerate e semplificate”.

Il Governo ha inoltre adottato una strategia a sostegno dello sviluppo delle Comunità Energetiche, grazie anche alle risorse del PNRR e l’intenzione è quella di favorire questo modello e l’autoconsumo anche per gli impianti di dimensioni contenute.

Per quanto concerne il decreto FER 2, la sottosegretaria ha chiarito che sarà adottato in tempi brevi e sarà volto al sostegno delle fonti e tecnologie non ancora pienamente mature e con costi elevati di esercizio, tra cui per esempio eolico offshore, impianti a biogas, solare termodinamico.

Inoltre è “in corso di predisposizione un altro provvedimento, ovvero il nuovo FER1, finalizzato all’incentivazione delle tecnologie più mature, che si caratterizzano per costi fissi bassi o suscettibili di riduzione”.

Sviluppo del biometano

E’ stato predisposto e notificato alla Commissione Europea il decreto che definisce criteri e modalità per la concessione di un contributo a fondo perduto per le spese ammissibili connesse a un investimento per l’efficientamento, la riconversione di impianti esistenti a biogas, la valorizzazione e la corretta gestione del digestato e reflui geotecnici e l’acquisto di trattori alimentati a biometano.

“Le risorse messe a disposizione per le fonti rinnovabili, gli strumenti tariffari e le detrazioni,  compongono già un ampio quadro di investimenti al settore, la fida sarà quella di garantire la sicurezza del sistema energetico assicurando contemporaneamente la decarbonizzazione” – ha concluso Ilaria Fontana.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento