The Forestias: un modello di vita urbana più sana e felice

The Forestias è il concept di quartiere urbano sviluppato da Foster + Partners per la periferia di Bangkok. Un complesso misto, incentrato sulla foresta e un modello che si basa su tre aspetti chiave: incoraggia il rapporto con la natura, favorisce il benessere dei cittadini e la convivenza familiare multigenerazionale.

A cura di:

The Forestias, progetto dello studio Foster + Partners a Bangkok, in Thailandia

Indice degli argomenti:

Situato alla periferia di Bangkok, in Thailandia, il progetto “The Forestias” dello studio di architettura Foster + Partners, affronta la crescente disconnessione tra la vita cittadina contemporanea e le tradizioni familiari thailandesi, proponendo un quartiere che sostiene salute e benessere, senza rinunciare alle principali comodità di una smart city moderna, con veicoli autonomi, contatori intelligenti e rete di sensori.

Le famiglie tradizionali tailandesi hanno spesso forti legami intergenerazionali che vengono messi a dura prova a causa delle esigenze della vita urbana, con la generazione più giovane che si trasferisce in città per lavoro mentre i bambini e gli anziani membri della famiglia, restano a casa” dichiara Sunphol Sorakul, Partner e Direttore, F&P (Thailandia).Il masterplan di Forestias si ispira alla tradizionale disposizione delle case thailandesi per creare un’interpretazione contemporanea di spazi comunitari flessibili, incentrati sulla salute e sulla natura, in grado di espandersi e adattarsi al crescere delle esigenze familiari”.

Il progetto si concentra sui temi dei servizi alla comunità, della promozione della convivenza familiare multigenerazionale e del ricongiungimento con la natura, fornendo un modello per una vita urbana più sana e più felice.

La foresta al centro di tutto

Al centro del progetto The Forestias, c’è una vera e propria foresta a disposizione degli abitanti di Bangkok. Questo spazio verde determina lo sviluppo del progetto, descrive la connessione tra l’ambiente naturale e quello architettonico e pone attenzione verso una vita sana e in armonia con la natura.

Una lussureggiante vegetazione circonda ogni zona del progetto, con una biodiversità differente in base alle varie funzioni che si alternano all’interno della foresta (e del quartiere). Residenti e visitatori saranno circondati da densi spazi verdi che offrono un senso di fuga dal caos della città.

The Forestias, progetto dello studio Foster + Partners a Bangkok, in Thailandia

Stabilire un rapporto positivo con la natura è l’elemento chiave alla base della progettazione del masterplan di The Forestias. L’ingresso principale offre ai visitatori un assaggio di come l’intero progetto sia in ​​armonia con la natura.

Il “Forest Pavilion” è un “centro esperenziale” che mostra la visione del concept di progetto attraverso esperienze immersive e interattive progettate per evocare lo stile di vita di The Forestias. È dotato di una passeggiata a baldacchino, una piattaforma sopraelevata che si estende nel verde della foresta centrale, consentendo alle persone di avvicinarsi e conoscere la natura. Il Forest Pavilion collega l’area settentrionale più orientata al pubblico del sito con la parte a sud, più residenziale.

Una residenza per tutti, immersa nella natura

The Forestias è diviso in due zone: l’area settentrionale include le funzioni pubbliche a livello cittadino, mentre la parte meridionale, più ampia, è principalmente di natura residenziale. Qui si alternano varie tipologie di abitazioni, dai condomini alle ville.

The Forestias, progetto dello studio Foster + Partners a Bangkok, in Thailandia

La zona a sud comprende tre grattacieli condominiali “Whizdom” progettati per adattarsi perfettamente alle unità familiari più piccole. Ci sono anche condomini bassi “Mulberry Grove” che avvicinano i residenti alla natura, così come residenze a grappoloMulberry Grove Villas” per famiglie estese e multigenerazionali che desiderano vivere insieme in più case facilmente collegate. Un’altra offerta residenziale sono le residenze “The Aspen Tree”, progettate per soddisfare le esigenze dei residenti più anziani, con servizi di assistenza a vita. A coronare il tutto ci sono ville super lussuose chiamate residenze “Six Senses”.
Fil rouge del progetto, oltre che l’abbondante vegetazione, sono i confini sfumati di ogni quartiere, scelta strategica per promuovere l’atmosfera comunitaria. Grazie alla diminuzione visiva dei muri di confine, delle siepi, e creando strutture condivise, gli architetti cercano di incoraggiare le persone a riunirsi come una comunità.

Img by www.fosterandpartners.com

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento