Una cesta di legno sostenibile che si illumina di notte

Pareti vetrate, struttura e finiture in legno di abete per la nuova bellissima Scuola di Danza di Reggiolo, edificio sostenibile realizzato da MC A Architects

Nuova Scuola di Danza di Reggiolo realizzata da Mario Cucinella

E’ stata inaugurata domenica la Scuola di Danza di Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia, quarto dei cinque progetti realizzati nella zona colpita dal sisma, grazie alle donazioni di lavoratori ed imprese italiane al Fondo di solidarietà istituito da Confindustria, CGIL CISL UIL e Confservizi.

Il progetto, che porta la firma di MC A Architects, è stato sviluppato con assoluta attenzione a sostenibilità ambientale ed efficienza energetica, l’edificio si caratterizza infatti per gli ottimi livelli di comfort e la riduzione della domanda di energia per il proprio funzionamento.

L’involucro opaco e la forma compatta dell’edificio aiutano a minimizzare le dispersioni termiche nei mesi invernali e l’utilizzo degli impianti di riscaldamento.

La struttura a pianta rettangolare è realizzata con finiture in legno di abete e le pareti est e ovest sono completamente vetrate.

La Scuola di Danza si caratterizza per un’architettura innovativa con un particolare sistema schermante esterno curvo che cinge l’edificio e delimita due piccoli patii scoperti, in cui si aprono giardini che si possono vedere dalla sala di danza.

Inaugurata la Scuola di Danza di Reggiolo realizzata da Mario Cucinella

L’intreccio del rivestimento esterno, che ha una struttura portante in metallo a cui sono ancorati elementi schermanti, si ispira ai cesti di vimini tipici delle tradizioni artigiane della zona.

La sala di danza della nuova Scuola di Danza di Reggiolo

Il sistema schermante si illumina di notte come una lanterna, divenendo un elemento caratterizzante e simbolico di tutto il territorio.

Un’architettura unica e di qualità che, come sottoline l’architetto Mario Cucinella “promuove valori importanti come la bellezza, il design, l’ecologia, la qualità ambientale, l’innovazione, la sostenibilità e contribuisce a dare valore al territorio creando una nuova empatia con il paesaggio. La bellezza è contagiosa!”.

Le altre opere realizzate da MC A Architects grazie al Fondo di solidarietà sono la Casa della Musica di Pieve di Cento (Bologna), il Centro di co-working di Quistello (Mantova) e il Centro Polifunzionale Arti e cultura di Bondeno (Ferrara), inaugurate nei mesi scorsi. L’ultima e più complessa realizzazione, la Residenza per disabili gravi a San Felice sul Panaro (Modena), sarà inaugurata nei prossimi mesi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento