IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Rinnovabili, nuovi record per l’eolico offshore

Rinnovabili, nuovi record per l’eolico offshore

Dalle nuove turbine con pale lunghe quanto un campo da calcio alle stime in rialzo, l’eolico offshore sta vivendo una crescita destinata a proseguire

A cura di: Andrea Ballocchi

Rinnovabili: nuovo record per l'eolico offshore

 

Una pala eolica lunga quanto un campo da calcio. Impressionante, vero? È con questa immagine che si può rappresentare il nuovo record per l’energia dal vento in mare. Il primato aiuta a sperare in un ruolo sempre più importante delle energie rinnovabili, che trovano nella tecnologia nuovi spunti per aumentare produzione e prestazioni.

 

A realizzare la “turbina delle meraviglie” è Siemens Gamesa: ha fatto sapere che arriverà sul mercato nel 2022, segnalando che un prototipo dovrebbe essere pronto già quest’anno. Per il momento ha offerto numeri importanti: avrà un rotore di 193 metri di diametro e ogni pala sarà lunga 94 m, appunto quasi quanto un campo da calcio, riuscendo a sviluppare una potenza di 10 MW.

 

Tanto per capire meglio la portata di questo impianto la stessa società ha stimato che un parco eolico offshore con venti di queste turbine coprirebbe il consumo annuale di elettricità di una città delle dimensioni di Liverpool, che conta più di mezzo milione di persone.

Eolico offshore, una gara virtuosa

Quando si dice alzare l’asticella: la nuova soluzione offre fino al 30% in più di produzione annuale di energia rispetto al modello che l’ha preceduta, rivela la stessa Siemens Gamesa.

 

A dire la verità l’annuncio della società segue quello di MHI Vestas dello scorso settembre, che aveva messo in evidenza la notizia della prima turbina al mondo da 10 MW; in ogni caso l’annuncio fa comprendere bene la “gara” in atto tra colossi. Una competizione virtuosa: oggi, segnala l’Independent, tutti i parchi eolici attualmente in costruzione nel Regno Unito utilizzano turbine con una capacità di circa 7 MW. Il record attuale è detenuto da Vattenfall che ha installato un impianto da 8,8 MW presso il suo European Offshore Wind Deployment Centre (EOWDC) ad Aberdeen Bay, in acque scozzesi.

 

L’eolico offshore nel Regno Unito prosegue la sua corsa. Lo conferma l’associazione RenewableUK, secondo cui nel 2018 sono stati aperti ufficialmente otto nuovi parchi, portando il totale annuale di nuova potenza a 2.121 MW, quasi il doppio del precedente record annuale di 1.154 MW nel 2012. La stessa segnala che tale aumento di potenza è stato raggiunto con appena il 18% in più turbine installate rispetto al 2012, sottolineando la crescita impressionante della potenza delle turbine negli ultimi anni. In una nota a fine anno ha sottolineato che: “dal 2012, la potenza media di una turbina offshore è cresciuta di oltre il 50% da 3,7 MW a 5,8 MW quest'anno”.

 

Eolico offshore, chi corre di più nel mondo

Il Regno Unito non è l’unico Paese a puntare sul “vento al largo”: in Cina, il governo ha appena autorizzato la realizzazione di 24 progetti eolici offshore nella provincia di Jiangsu.

 

Da quanto si apprende, i progetti avranno una potenza totale di 6,7 GW e comporteranno un investimento di circa 18 miliardi di dollari, e dovrebbero essere operativi entro fine 2020. Questi impianti si aggiungeranno ai 56 già presenti nell’area, che conta già una potenza totale di 8,6 GW e mostrano come la Repubblica Popolare dia prova di credere nelle potenzialità del vento: secondo Bloomberg, nel 2018 quasi la metà degli investimenti globali (25 miliardi di dollari) nell'offshore va attribuito alla Cina, che ha stanziato 11,4 miliardi di dollari in 13 nuove centrali eoliche offshore.

 

Quindi, quello che è il terzo Paese produttore di energia eolica offshore, dietro a Regno Unito e Germania, potrebbe presto arrivare in cima. Lo prevede BNEF - Bloomberg New Energy Finance che ha segnalato come il 2019 “sarà l’ultimo anno prima che l’Asia diventi il mercato leader dell’eolico offshore”: da qui si registrerà il 25% in più di potenza installata rispetto all’Europa nel 2020. Tutta questa gara al rialzo trova conferme in una crescita ancora più sostanziosa nei prossimi anni del mercato eolico offshore globale: secondo un report di Market Research Future esso supererà i 49,74 miliardi entro il 2023 con un CAGR stimato di circa l'11,12% nel periodo dal 2017 al 2023.

 

 

TEMA TECNICO:

Eolico

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
07/02/2019

La crescita di fotovoltaico ed eolico in Europa

Agora Energiewende e Sandbag hanno presentato la valutazione annuale del sistema elettrico dell'UE per il 2018: lo scorso anno l'elettricità rinnovabile ha ridotto del 5% le emissioni di CO2 nel settore energetico dell'Unione, con la progressiva ...

09/01/2019

+9% le installazioni di rinnovabili fra gennaio-novembre

Pubblicato da Anie Rinnovabili l'Osservatorio di novembre 2018: crescono nei primi 11 mesi dell'anno le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che complessivamente raggiungono circa 836 MW     Crescono del 9% ...

05/10/2018

- 17% per fotovoltaico, eolico e idroelettrico nei primi 8 mesi del 2018

Anie Rinnovabili ha pubblicato l'Osservatorio FER di agosto che mostra ancora un calo, -17%, delle installazioni nei primi 8 mesi dell'anno rispetto al 2017.      Nel periodo gennaio-agosto 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, ...

21/09/2018

Monitoraggio GSE delle fonti rinnovabili nelle regioni italiane

Il GSE ha pubblicato i dati statistici sui consumi di energia rinnovabile nelle Regioni italiane, con monitoraggio degli obiettivi burden sharing.        Ai sensi del Decreto Legislativo 28 del 3/3/11 e del Decreto 11/5/2015 del ...

10/09/2018

A luglio le rinnovabili coprono il 36,6% della domanda di energia. In calo il fotovoltaico

A luglio 2018 la domanda di energia è aumentata dell’1,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Tengono le rinnovabili grazie alla buona performance dell'idroelettrico (+13,9%); calano fotovoltaico, eolico e ...

01/08/2018

Nei primi 6 mesi del 2018 rinovabili in calo del 39%

Pesante calo per le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che nel complesso a fine giugno 2018 raggiungono 334 MW, -39 % rispetto allo stesso periodo del 2017. L'Osservatorio di Anie Rinnovabili      Diciamo ...

31/07/2018

2 giorni dedicati al mini eolico con In-Vento

Riva del Garda ospita dal 6 all'8 settemnbre la seconda edizione di In-Vento, appuntamento internazionale dedicato al piccolo eolico     In-Vento torna a Riva del Garda dal 6 all’8 settembre, in una seconda edizione che si ...

15/06/2018

In leggero cale le installazioni di rinnovabili nel primo quadrimestre 2018

Diminuiscono del 4% rispetto al 2017 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico, che complessivamente raggiungono 195 MW. L'osservatorio di Aprile di Anie Rinnovabili     ANIE Rinnovabili, associazione di ANIE ...