Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Il sughero: un materiale naturale dai molti vantaggi

Il sughero: un materiale naturale dai molti vantaggi

L’utilizzo di materiali naturali per la realizzazione degli edifici permette di ridurre l’impatto ambientale delle costruzioni, aumentare la sostenibilità e favorire un miglior utilizzo delle risorse naturali. I materiali naturali oggi usati in edilizia sono diversi, tra questi c’è il sughero, un materiale dagli innumerevoli vantaggi.

A cura di: Arch. Gaia Mussi

Il sughero per l'edilizia, materiale naturale dai molti vantaggi

 

Il sughero è un materiale naturale, di origine vegetale che oggi viene utilizzato in campo edile in diversi modi, principalmente sotto forma di pannelli per l’isolamento termo-acustico.

 

La tendenza ad usare sempre più materiali di origine naturale, si ricollega alla diffusione e allo sviluppo dell’architettura sostenibile, che si fonda sul rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali, con attenzione alle componenti bioclimatiche che caratterizzano il sito e l’uso di materiali naturali.

 

Sono sempre di più i materiali naturali che oggi si usano diffusamente in campo edile, hanno un notevole valore e caratteristiche molto interessanti. 

Che cos’è il sughero e le sue proprietà

Il sughero viene ricavato dalla corteccia di una particolare pianta, la quercia da sughero o sughera, diffusa nelle aree mediterranee. Il sughero dalla natura flessibile e quasi elastica che conosciamo, è in realtà uno strato sottostante la corteccia più esterna, che si presenta più rigida. Le caratteristiche che lo rendono un buon isolante naturale, quali la leggerezza e l’elasticità, sono dovute al fatto che quando alcune cellule che lo compongono muoiono sono sostituite da aria. Il sughero, inoltre, è resistente al fuoco e impermeabile.

 

Incidono sulle proprietà del sughero elementi come l’età della pianta, l’essicazione, la lavorazione del materiale. A queste proprietà si aggiunge una buona traspirabilità, che lo rende un buon materiale per quelle strutture in cui è necessario contenere problematiche legate alla formazione di condensa o di umidità.

 

Il sughero è un materiale biocompatibile e può essere interamente riciclato se non trattato chimicamente. Quindi, un prodotto ecologico e atossico, adatto per tutti quei progetti che puntano sull’ecosostenibilità. Eventualmente, la diffusione del sughero trova alcuni limiti in fattori quali il costo del materiale, maggiore rispetto a quello di altri materiali isolanti naturali.

 

Rivestimento esterno in sughero, Tecnosugheri

Rivestimento esterno in sughero, Tecnosugheri

 

Sul mercato esistono due principali tipologie di sughero, lavorate in modo naturale: il sughero biondo, soggetto a variazioni dimensionali molto ampie, vista la presenza dei collanti e il sughero bruno, che viene tostato e compattato sfruttando la suberina, una resina presente nello stesso sughero. Il sughero tostato è molto più elastico, caratteristica che permette migliori prestazioni acustiche. Inoltre il sughero espanso è l’unico con obbligo di marcatura CE.

Il sughero come isolante, sia termico che acustico

Con il sughero si producono pannelli di diverse dimensioni che possono essere utilizzati per l’isolamento di pareti, pavimenti e coperture.

 

Lastre per isolamento termico in Sughero di Fassa

Fassa propone le Lastre per isolamento termico in sughero, utilizzate per la posa di sistemi a cappotto su edifici nuovi o da riqualificare

 

La conducibilità termica del materiale si attesta intorno a valori pari a 0,04 W/mk circa, anche se in commercio si trovano prodotti a valori ancora leggermente inferiori. Oltre alle ottime prestazioni isolanti, l’utilizzo in edilizia è favorito anche dalla resistenza e dalla durabilità nel tempo di questo materiale.

 

Il sughero può essere utilizzato per contenere le dispersioni termiche delle strutture verticali esterne realizzando un sistema a cappotto, in grado di assorbire anche parte dell’energia sonora esterna e ovviando a problemi di inquinamento acustico. Il cappotto in sughero può avere diversi spessori, da valutare in base alle esigenze.

 

Sistema di isolamento termico a cappotto di Viero con pannelli isolanti in sughero naturale

Sistema di isolamento termico a cappotto di Viero  con pannelli isolanti in sughero naturale, adatti sia nella realizzaizone di nuovi edifici che in caso di riqualificazione

 

Generalmente i pannelli possono essere incollati direttamente alla struttura, per poi essere rasati e stuccati, preferibilmente con prodotti di finitura altrettanto traspiranti, in modo da non comprometterne le caratteristiche. Il sughero è adatto anche all’isolamento dei solai grazie alla sua compattezza e densità e quando è utilizzato al di sotto del pavimento, oltre all’isolamento termico, è ottimo per ridurre il rumore da calpestio e la trasmissione di rumore tra un’ambiente e un altro.

 

I pannelli non sono l’unico prodotto a base di sughero reperibile, è possibile utilizzare il sughero per l’isolamento termico anche sotto forma di granuli. In questo caso il sughero viene generalmente posto in intercapedine, sia da solo che eventualmente mescolato ad appositi leganti. 

Gli intonaci a base di sughero

L’intonaco è l’ultimo rivestimento delle strutture degli edifici, ha la funzione di proteggere e di definire l’aspetto estetico del fabbricato. Esistono diverse tipologie di intonaco, con caratteristiche e prestazioni differenti.

 

Oltre alla funzione protettiva ed estetica, può essere utile richiedere all’intonaco ulteriori prestazioni, ad esempio in termini termoisolanti o fonoassorbenti.

 

Tra gli intonaci termoisolanti ce ne è anche una tipologia a base di sughero, noto come Diathonite. Questo intonaco è una miscela di sughero, argilla, polveri diatomeiche e calce idraulica. Si tratta di un prodotto ecocompatibile, che può essere combinato con sistemi a cappotto per rendere ancora più performante l’edificio.

 

Intonaco a base sughero Diathonite di Diasen

Diathonite è un intonaco naturale premiscelato, con un ottimo valore di conducibilità termica. Prodotto da Diasen, è marcato CE, EPD e LEED, perfetto per nuove realizzazioni, ma anche interventi di riqualificazione energetica

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
18/04/2019

UniCredit, Eni gas e luce e Harley&Dikkinson insieme per la riqualificazione energetica

Eni gas e luce con il contributo di Harley&Dikkinson mette a disposizione CappottoMio, un servizio dedicato appositamente alla riqualificazione energetica e agli interventi per la sicurezza sismica degli edifici condominiali.   A cura di Fabiana ...

17/04/2019

Impianti fotovoltaici, grazie agli incentivi crescono le offerte nel settore rinnovabili

Negli ultimi mesi, è crescente la richiesta di nuove offerte per il settore delle energie rinnovabili. Secondo ricerche autorevoli, le persone prendono coscienza sia della necessità di uno sviluppo sostenibile, sia è sempre ...

16/04/2019

La microcogenerazione a celle a combustibile, questa sconosciuta!

E' un settore dall'enorme potenziale troppo spesso ancora sottovalutato. Ora il progetto europeo PACE aiuterà lo sviluppo di questa tecnologia che genera in maniera sostenibile energia termica ed ...

10/04/2019

La strada più vantaggiosa per combattere il surriscaldamento? Le energie rinnovabili

Uno studio internazionale, cui ha partecipato l'Università di Firenze, ha messo a confronto l'investimento necessario per la realizzazione di impianti fotovoltaici ed eolici con quello richiesto per realizzare nuove tecniche di ...

08/04/2019

Il padiglione sostenibile MultiPly al Salone del Mobile

Il padiglione alto dieci metri a impatto ambientale zero realizzato in tulipier americano tra i protagonisti del FuoriSalone, dall'8 al 19 aprile nel cortile dell'Università degli Studi di Milano      Fra i principali eventi della ...

05/04/2019

La corsa delle rinnovabili italiane per soddisfare il 28% dei consumi al 2030

Anche se l’Italia dipende molto dall’estero per le importazioni di combustibili fossili, la quota delle rinnovabili nella produzione elettrica è passata dal 17% del 2007 al 36%. Il MED & Italian Energy ...

04/04/2019

Bioedilizia, bene il comparto delle case in legno, belle ed efficienti

Quello delle case in legno è un settore in controtendenza rispetto al mercato delle costruzioni: l'Italia, con un valore di 1,3 miliardi di euro è il quarto produttore in Europa. Il made in Italy sempre più apprezzato anche ...

02/04/2019

I Giardini di Leonardo, tra natura, arte e architettura

In occasione del Salone del Mobile di Milano torna la XIX edizione di Green Island nel quartiere Isola, un percorso botanico e sensoriale di eco-design dedicato quest'anno a celebrare Leonardo Da Vinci     Nella settimana dal 9 al 14 aprile ...