Advertisement



Salvare il pianeta dalla crisi climatica: la strategia di Ensinger

ENSINGER

Ensinger, azienda specializzata nella lavorazione di materiali plastici ad alte prestazioni, da sempre attenta alla tutela dell’ambiente, offre un contributo fondamentale nella lotta al cambiamento climatico e lo fa puntando sulle energie rinnovabili e il riciclo dei materiali.

Salvare il pianeta dalla crisi climatica: la strategia di EnsingerIn qualità di azienda appartenente al comparto delle materie plastiche, l’attività produttiva di Ensinger deve essere svolta offrendo un contributo fondamentale nel contenimento dei cambiamenti climatici.

A tale proposito l’azienda ha intrapreso una serie di importanti iniziative volte alla riduzione progressiva dei gas serra emessi nell’ambito della propria attività produttiva, adeguandosi ai requisiti previsti dall’accordo di Parigi sul clima.

Le strategie messe a punto per la tutela ambientale

La strategia ha previsto il rilevamento esaustivo delle emissioni globali di gas serra al fine di determinare, nel corso dell’attuale anno d’esercizio, alcuni specifici obiettivi orientati sugli standard internazionali. Ensinger dovrà, quindi, presentare e far approvare tali target alla Science-Based Target Initiative, organizzazione indipendente che ha la funzione di guidare in modo mirato le attività delle aziende.

Ma quali sono le misure previste? Innanzitutto verrà ottimizzata la gestione dell’energia e delle risorse dei materiali, utilizzando una percentuale sempre più esaustiva di corrente elettrica generata da fonti rinnovabili, sia acquistata che prodotta in loco.  Inoltre, è previsto un incremento dell’integrazione della quantità di materiali in meccanismi di upcycling. 

Queste iniziative si aggiungono al sistema sostenibile di gestione dell’energia messo a punto dall’azienda e concepito in funzione dell’ impatto ambientale relativo. Ma non è tutto.

Ensinger collabora con l’azienda ClimatePartner per definire il bilancio di emissioni di CO2 con validità biennale.

Il raggiungimento di una neutralità energetica è già in atto, tanto che la percentuale di corrente elettrica prodotta da fonti rinnovabili di quest’anno ha permesso di soddisfare l’intero fabbisogno dello stabilimento di Cham, maggiore centro produttivo  del gruppo.

Le soluzioni di Ensinger per la sostenibilità in edilizia

L’impegno sostenibile di Ensinger non riguarda solamente l’attività produttiva; l’azienda, infatti, contribuisce con le proprie soluzioni alla riduzione delle emissioni di CO2 nel settore edilizio, permettendo di installare finestre, porte e facciate in grado di garantire un isolamento efficace.

Tutto ciò è possibile grazie ai profili in poliammide insulbar®, impiegati come taglio termico fra i gusci interni ed esterni dei telai in alluminio per offrire un contributo di isolamento molto significativo.

Questo contributo è offerto da tempo, quando nel lontano 1977 l’azienda iniziava a produrre in serie le prime barrette termoisolanti per finestre in metallo. Risale , invece, al 2013 la realizzazione del primo profilo isolante riciclato al 100%, insulbar RE.

Ad oggi, l’assortimento dei prodotti Ensinger per il taglio termico si è ampliato ulteriormente grazie a insulbar RE-LI, un profilo in PA 66 100% riciclata e porosa.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

ENSINGER produce nelle seguenti categorie