Advertisement



Salubrità dell’aria nelle scuole prima e dopo la VMC

In seguito all’installazione della soluzione per la ventilazione meccanica decentralizzata Flow M800 Helty all’interno di una scuola è stato eseguito un test dal quale è emerso un considerevole incremento della qualità dell’aria, confermando ancora una volta l’importanza e la necessità di dotare gli edifici scolastici di soluzioni che siano in grado di attuare un ricambio costante dell’aria garantendo salubrità degli ambienti interni.

Salubrità dell’aria nelle scuole prima e dopo la VMCIl test è stato condotto in una classe della scuola elementare di Volon e ha permesso di dimostrare la Ventilazione Meccanica Controllata, recentemente installata nell’aula, sia in grado di garantire salubrità dell’aria interna abbattendo in modo considerevole il valore di CO2.

Cosa è emerso dal test?

Il sistema di VMC Flow M800 Helty ha permesso di ridurre i livelli di anidride carbonica in aula fino a quattro volte. Questo dato è emerso in seguito alle rilevazioni attuate da un sensore professionale Aranet4, riconosciuto dalla Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA), posizionato nell’area centrale della classe, in presenza di 24 allievi e un’insegnante.

Si è osservato come a VMC spenta, con porte e finestre chiuse, la CO2 rilevata nelle condizioni sopra descritte superi i 4000 ppm appena dopo un’ora e mezza, mentre a VMC accesa, a parità di tempo e condizioni e impostando una portata d’aria pari a 500 mc/h, i livelli di CO2 scendono a 1400 ppm.

Aumentando la portata a 800 mc/h, la concentrazione di anidride carbonica nell’aria della classe si riduce ulteriormente stabilizzandosi attorno ai 1000 ppm.

La sola apertura delle finestre non solo non riesce a garantire un adeguato ricambio dell’aria, ma è causa di un’inevitabile dispersione energetica. A riprova di ciò è stato eseguita un’ulteriore misurazione: con la finestra semi aperta già dopo un’ora i valori di CO2 hanno superato i 2000 ppm.

Monitorare la CO2 per la salubrità dell’aria

Il monitoraggio dei livelli di CO2 è utile per determinare il rischio di agenti virali in ambiente chiuso, soprattutto in un periodo storico come quello che stiamo vivendo da quasi due anni. Per garantire la salubrità dell’aria e salvaguardare la salute delle persone che abitano e lavorano nei luoghi chiusi è, quindi, fondamentale affidarsi all’azione dei sistemi di ventilazione meccanica controllata; sistemi come quello messo a punto da Helty e impiegato nella scuola elementare di Volon.

Per raggiungere un livello ottimale di benessere e di concentrazione in un ambiente chiuso i livelli di anidride carbonica non dovrebbero superare i 1500 ppm; con la VMC Flow M800 Helty i livelli di CO2 riescono a scendere fino a 1000 ppm. Questa soluzione offre, quindi, un contributo essenziale nel minimizzare il rischio per gli occupanti e nell’assicurare condizioni adeguate a favorire l’attenzione e l’apprendimento.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico