L22 a Milano, progettato in BIM certificato Leed Platinum

Un edificio che si caratterizza per il contenimento dei consumi, la diminuzione delle emissioni inquinanti, e che utilizza risorse rinnovabili e sostenibili  

Certificazione LEED Platinum per Fatebenefratelli 14 di Milano

Fatebenefratelli 14, progetto di riqualificazione architettonica ed energetica di un edificio storico nel centro di Milano, firmato dalle due business unit del Gruppo Lombardini22, ha ottenuto la certificazione Leed Platinum.

La realizzazione ha dato nuova vita a un edificio residenziale degli anni 40 di proprietà di Deka Immobilien Investments, convertito a uso terziario uffici, ora sede di Trussardi.

Prioritaria nell’intervento, oltre all’obbligo di adeguare l’edificio alle normative in vigore (barriere architettoniche e prevenzione incendi), l’attenzione alla riqualificazione energetica dello stabile per assicurare l’ottimizzazione dei consumi, la diminuzione delle emissioni inquinanti, attraverso un miglior utilizzo delle risorse efficienti e rinnovabili.

Tutto il progetto è stato sviluppato con procedure BIM, aggiudicandosi il premio BSA, per l’utilizzo di avanzate tecniche e software di simulazione per la stima e ottimizzazione delle performance energetiche dell’edificio.

A questo riconoscimento si aggiunge ora la certificazione LEED Platinum ottenuta, con 86 punti, grazie all’ottimo lavoro di squadra coordinato dalla tecnologia BIM per quanto riguarda sostenibilità, diminuzione dei consumi di risorse energetiche, efficienza dei sistemi, attenzione all’uso dei materiali e al riciclo, qualità degli spazi interni, uso della luce naturale.

Dettaglio interno del progetto Fatebenefratelli 14 di Milano

Gli interventi di riqualificazione hanno interessato la coibentazione della copertura, la sostituzione dei serramenti, le facciate continue con montanti e traversi strutturali, vetrocamera e nuovi impianti tecnologici per la produzione di calore e di raffrescamento collocati in copertura.

Le scelte impiantistiche e architettoniche sono state fatte in seguito a un’attenta verifica prestazionale attraverso la costruzione di un modello energetico che simula il comportamento dell’edificio in base ai cambiamenti delle condizioni climatiche esterne e dei profili di funzionamento.

La certificazione LEED si articola in 7 sezioni (sostenibilità del sito; gestione delle acque; energia e atmosfera; materiali e risorse; qualità ambientale interna; innovazione nella progettazione e priorità regionale), organizzate in prerequisiti, obbligatori e in crediti, riconosciuti a seconda delle caratteristiche del progetto. Dalla somma dei punteggi dei crediti deriva naturalmente il livello di certificazione, diviso in base, argento, oro e platino.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Certificazione energetica degli edifici, Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento