La crescita esponenziale del fotovoltaico è destinata a proseguire?

Insieme il fotovoltaico e l’eolico hanno il potenziale per trasformare l’elettricità in tutto il mondo, con impatti significativi sul funzionamento di interi sistemi e sull’economia. Ma in che misura possiamo ragionevolmente aspettarci che tale crescita esponenziale continui? L’analista Brent Wanner WEO Energy Analyst di IEA prova a dare una risposta

 

La crescita esponenziale del fotovoltaico è destinata a proseguire?

Il solare fotovoltaico ha registrato una crescita esponenziale negli ultimi anni, con una capacità installata globale decuplicata dal 2010 al 2017 – si è passati da meno di 20 GW nel 2010 a 40 GW nel 2014, al record di 97 GW nel 2017. Allo stesso tempo, l’energia eolica ha continuato ad espandersi, aggiungendo circa 50 GW all’anno negli ultimi cinque anni.

Brent Wanner WEO Energy Analyst di IEA prova a capire che cosa ci si possa aspettare per il futuro rispetto alla crescita esponenziale di fotovoltaico ed eolico. 

La Cina è il motore della crescita del solare fotovoltaico

La Cina ha guidato lo sviluppo del solare fotovoltaico, rappresentando il 75% della crescita globale della distribuzione del solare fotovoltaico nei cinque anni fino al 2017, anche se i dati ufficiali indicano un rallentamento nel 2018.

Il successo della Cina in questo settore è stato possibile grazie a un circolo virtuoso di forte sostegno politico e costi tecnologici in calo. Ad esempio, gli obiettivi della Cina per il 2020 per il fotovoltaico solare sono stati aumentati più volte, passando da un obiettivo iniziale di 1,8 GW fissato nel 2008, a 105 GW nel piano quinquennale fissato alla fine del 2016. Oggi si parla di oltre 210 GW.

Crescita installazioni fotovoltaico in Cina e nel mondo

Le politiche di sostegno hanno svolto un ruolo determinante anche in altri paesi che hanno vissuto un importante sviluppo del  solare fotovoltaico. Negli Stati Uniti, l’estensione dei crediti d’imposta alla fine del 2016 ha dato un notevole impulso sia al solare fotovoltaico che all’energia eolica, integrando gli obiettivi statali in materia di energie rinnovabili in continua evoluzione.

Nell’Unione Europea, l’obiettivo del 27% per il 2030 fissato nel 2016 è stato recentemente rivisto fino al 32%. In India, le misure di attuazione si sono ampliate, anche nel 2016, raddoppiando la quantità di terreni messi a disposizione per lo sviluppo del fotovoltaico.

Che cosa significherebbe una crescita esponenziale per la diffusione annuale del solare fotovoltaico?

Spinto da queste forti politiche, il mercato del fotovoltaico solare è cresciuto ad un tasso del 27% annuo negli ultimi cinque anni. Tuttavia, continuare a questo ritmo significherebbe raddoppiare la distribuzione annuale ogni tre anni, superando i 200 GW nel 2020 e i 2.100 GW nel 2030. Ciò significherebbe una capacità di oltre sei volte maggiore di tutte le tecnologie costruite nel 2015 e richiederebbe un notevole livello di investimenti.

Per ora, la politica è stata il motore principale per accelerare la diffusione, ma il mantenimento di questo tasso di crescita supererebbe di gran lunga gli obiettivi politici stabiliti. Ad esempio, combinare le ambizioni politiche di Stati Uniti, UE, Giappone, Cina e India richiederebbe “solo” circa 70 GW di energia solare fotovoltaica all’anno. Anche nel caso in cui le azioni per mitigare il cambiamento climatico e ridurre l’inquinamento atmosferico accelerino, come definito nello scenario di sviluppo sostenibile (SDS) dell’AIE, la diffusione del solare fotovoltaico in queste regioni leader salirebbe a circa 120 GW all’anno fino al 2030, un livello ben al di sotto di quanto implica una continua crescita esponenziale.

La riduzione dei costi accelererà la diffusione?

La crescita del fotovoltaico solare è stata trainata anche da una riduzione impressionante dei costi, di circa due terzi negli ultimi 5 anni, con tutte le stime che indicano ulteriori riduzioni per il futuro. I nuovi progetti solari fotovoltaici su scala industriale completati nel 2017 avevano costi mediamente livellati dell’elettricità (LCOE) di poco più di 100 dollari per megawattora (MWh), sulla base di un finanziamento standard su 20 anni. Già oggi i progetti possono costare fino al 60% in meno e le recenti offerte d’asta indicano che i progetti futuri potrebbero costare 30 dollari per MWh o meno.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento