IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Una Città Foresta che combatte l'inquinamento

Una Città Foresta che combatte l'inquinamento

Liuzhou Municipality Urban Planning ha commissionato a Stefano Boeri Architetti  la prima Città Foresta in Cina, interamente ricoperta di alberi e piante ed energeticamente autosufficiente

 

 

 

Stefano Boeri Architetti dopo il Bosco Verticale di Milano, progetto pluripremiato che tra gli altri riconoscimenti ha vinto "International Highrise Award 2014"  e che verrà replicato in molte parti del mondo, in Cina a Nanchino, Shanghai e Shenzhen, prosegue nella propria ricerca per una nuova generazione di architetture e insediamenti urbani che sfidano il cambiamento climatico e si propongono come modelli per il futuro del pianeta. 

 

 

Sarà infatti realizzata entro il 2020 a Liuzhou in Cina, da Stefano Boeri Architetti, la prima Città Foresta in cui tutti gli edifici saranno completamente ricoperti di alberi e piante, riuscendo ogni anno ad assorbire circa 10.000 tonnellate di CO2 e 57 tonnellate di polveri sottili e a generare circa 900 tonnellate di ossigeno.

 

Si tratta di un insediamento urbano di nuova generazione unico al mondo che sarà caratterizzato da autosufficienza energetica grazie anche all'uso di energie rinnovabili, a cui si uniranno le sfide dell’incremento della biodiversità e quella – fondamentale per la Cina contemporanea - di riduzione significativa dell’inquinamento dell’aria nelle grandi città, grazie alla moltiplicazione delle superfici vegetali e biologiche urbane.

 

 

 

Liuzhou Forest City sarà realizzata a nord di Liuzhou, nella provincia meridionale e montuosa dello Guangxi, in un’area di circa 175 ettari lungo il fiume Liujiang a ospiterà circa 30.000 abitanti.

 

La città verde sarà completamente cablata e sarà collegata alla città di Liuzhou da una linea ferroviaria veloce, utilizzata da automobili a motore elettrico. Si tratta di una vera e propria cittadina in cui saranno realizzati uffici, spazi commerciali, abitazioni, due scuole e un ospedale. 

 

Tutto sarà pianificato per assicurare la massima autonomia energetica, Liuzhou Forest City sarà infatti autosufficiente grazie al ricorso di sistemi ad alta efficienza energetica e all'utilizzo di rinnovabili. A partire dalla geotermia per il condizionamento degli interni e dall’uso diffuso dei pannelli solari sui tetti.


L'aspetto certamente più originale del progetto di Stefano Boeri Architetti è che tutti gli edifici, di qualsiasi dimensione o destinazione, saranno ricoperti da piante e alberi.
La Città Foresta sarà "arredata" con 40.000 alberi e circa 1 milione di piante di più di 100 specie.


Il verde personalizzerà i viali, i parchi e i giardini, e rivestirà le facciate degli edifici, assicurando che la città, già autosufficiente dal punto di vista energetico, sia caratterizzata da una buona qualità dell’aria, visto che saranno assorbite oltre alla CO2, le polveri sottili per un totale di circa 57 tonnellate all’anno. Ma non solo, la presenza del verde permetterà di diminuire la temperatura media, miglirando il comfort percepito dalle persone e creando una barriera al rumore. Inoltre la città sarà caratterizzata dalla biodiversità delle specie viventi, con un ricco sistema di spazi vitali per gli uccelli, gli insetti e i piccoli animali che abitano il territorio di Liuzhou.

 

 

Scheda progetto:

Architetti: Stefano Boeri Architetti Milano/Shanghai
Località: Liuzhou, Cina
Partners: Stefano Boeri, Yibo Xu
Project Leader: Pietro Chiodi
Team: Julia Gocalek, Yinxin Bao, Shilong Tan con Giulia Chiatante
Cooperative Design Institute in Cina: Shanghai Tongyan Architectural and Planning Design Co. Ltd.
Committente: Liuzhou Municipality Urban Planning Bureau
Tipologia: Forest City Planning
Area: 138.5 ettari
Immagini: Stefano Boeri Architetti

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/11/2018

La rinascita di Chernobyl: da nucleare, ad energia solare

A più di 30 anni dal disastro nucleare della centrale di Chernobyl, un impianto fotovoltaico da 1MW ha iniziato a produrre energia pulita che soddisfa il fabbisogno energetico di 2 mila abitazioni. Una rinascita per tutta la zona della vecchia ...

09/11/2018

Progetto di riqualificazione di un condominio con criteri di sostenibilità certificata

Da un iniziale problema di ammaloramento della facciata di un edificio con il distacco di alcune piastrelle, alla diagnosi energetica, alla riqualificazione efficiente dell’immobile, nel rispetto del progetto originario. L’intervento di ...

30/10/2018

La metamorfosi dell’Hotel des Postes: da palazzo storico ad edificio zero emissioni

Trasformare un vecchio edificio storico, punto di riferimento della città, in un’icona moderna dell’ecologia, senza rinunciare ai suoi preziosi elementi architettonici. Così l’Hotel des Postes cambia la sua pelle.   a ...

25/10/2018

Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

Un’abitazione energeticamente autosufficiente, flessibile, mobile, in grado di adattarsi ai diversi contesti climatici e di assicurare il miglior benessere psico fisico, nel rispetto dell’ambiente.     Questa è in due parole ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...

12/10/2018

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

3D Crane è il nome del nuovo sistema di stampa tridimensionale realizzato dall’azienda WASP di Massa Lombarda. Il nuovo modello è stato utilizzato per Gaia, la casa realizzata con terra cruda e scarti di lavorazione del riso.   a ...

08/10/2018

Come realizzare una casa sostenibile in soli 22 metri quadri

L’edilizia utilizza il 40% delle risorse naturali del pianeta e rappresenta oltre un terzo delle emissioni di gas serra. Per fronteggiare la situazione, Yale University con il supporto dell’UN Environment e dell’UN Habitat ha realizzato un ...

18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...