Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Serramenti, il vero motore dell’efficienza energetica

Serramenti, il vero motore dell’efficienza energetica

Il contributo dei serramenti in termini di investimenti, ma soprattutto di risparmio energetico ottenuto è molto elevato. Lo evidenzia il rapporto annuale ENEA

 

a cura di Andrea Ballocchi

 

Serramenti, il vero motore dell’efficienza energetica

 

Se l’efficientamento energetico in edilizia è una risorsa enorme per l’Italia, per ridurre i consumi e le emissioni, i serramenti costituiscono lo strumento più importante. Lo attestano i dati raccolti nel rapporto annuale Efficienza energetica 2019 di ENEA.

Risparmio energetico, investimenti ed efficienza

Partiamo dagli investimenti: sul totale di oltre 3,3 miliardi di euro attivati nel 2018, più di un miliardo risulta destinato alla sostituzione dei serramenti. Detto in altri termini: un terzo (32,18%) del monte complessivo è da attribuire a questi componenti.

 

Inoltre, i serramenti sono la voce più importante tra gli interventi eseguiti per fare efficienza sul patrimonio edilizio. Nel periodo 2014-2018 sono stati realizzati oltre un milione e 700mila interventi, di cui oltre 334mila nel 2018: 138.790 richieste sono pervenute per la sostituzione dei serramenti, costituendo il (41,45%).

 

Arriviamo ai tagli sui consumi ottenuti: solo considerando il 2018 dai serramenti si calcolano risparmi per 381 GWh/anno, ovvero il 32,97% del totale annuale. 

I benefici dei serramenti

I serramenti presentano diversi vantaggi: contano su una vita utile di 30 anni, che li pongono al massimo livello rispetto agli interventi possibili, tanto quanto la riqualificazione totale, la coibentazione dell’involucro – il cappotto termico – e le schermature solari.

 

Tra i vari interventi risultano essere quelli dal costo/rendimento più basso: si parla infatti di 0,10 euro per kWh. Così si spiega la grande richiesta di questi componenti edilizi, che assomma a 4,17 milioni di pezzi nel 2018. 

Rinnovare casa con i serramenti

Il patrimonio edilizio e immobiliare italiano, si sa, ha bisogno di essere migliorato quanto a prestazioni energetiche. Le detrazioni fiscali rappresentano una leva molto forte: e lo si nota sfogliando anche il rapporto annuale specifico, sempre realizzato dall’Agenzia Nazionale per l’Efficienza energetica.

 

Sostituzione serramenti nel 2018, fonte Enea

 

Da qui risulta che delle richieste pervenute nel 2018, per una superficie installata complessiva superiore a 1,85 milioni di metri quadrati, più della metà la metà degli investimenti attivati ha riguardato edifici costruiti negli anni Sessanta e Settanta, quindi assai energivori, con circa 540 milioni di euro di risorse attivate in questi due segmenti del patrimonio edilizio esistente.

 

A proposito della tipologia costruttiva, lo stesso report illustra che: “circa 480 milioni di euro (pari a più del 44% del totale) sono stati destinati ad edifici con più di tre piani. In particolare, le spese per interventi su edifici con più di tre piani costruiti tra il Dopoguerra e gli anni Settanta sono pari a 360 milioni di euro, oltre un terzo del totale”. 

Pvc, vetro, alluminio o legno?

Ma quali sono i tipi di serramenti che vanno per la maggiore? Più del 60% del mercato incentivato nel 2018 è in Pvc;  per le tipologie di vetro, quello a bassa emissione copre il 71% delle risorse stanziate. In particolare, quelli in Pvc con vetro basso emissivo costituiscono circa il 45% degli investimenti attivati.

 

Andando a vedere le rilevazioni dell’UNICMI, nel 2018 “si assiste ancora a un lieve incremento della domanda di serramenti e facciate continue”, che sfiora i 4,7 miliardi di euro, di cui 2,9 nel settore residenziale. Risulta confermata, rispetto al 2017, la quota di mercato (in valore) dei componenti in alluminio, pari al 37%, seppure ancora in lieve diminuzione per la riconversione di molte aziende alla produzione di serramenti in Pvc. Per quanto riguarda, invece, i quelli in legno l’anno scorso si è attestata intorno al 32%, a fronte del 33% dell’anno precedente.

TEMA TECNICO:

Efficienza energetica

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
22/05/2020

Efficienza energetica e condomini: la guida ENEA

I condomini in Italia sono milioni e promuovere gli interventi di efficienza energetica su questi edifici permetterebbe di ridurre le emissioni, migliorare le prestazioni del comparto edile e aumentare il benessere di molte persone.   a cura di Arch. Gaia ...

12/05/2020

ECOMONDO e KEY ENERGY tornano con un nuovo padiglione a novembre

In occasione della prossima edizione di ECOMONDO e KEY ENERGY Italian Exhibition Group vara un nuovo spazio espositivo da 9 mila metri quadri lordi estendendo a 138 mila i metri quadri totali delle due manifestazioni attese per il prossimo ...

04/05/2020

Rice House: alimentare l’economia circolare con la paglia di riso

Nell’ambito di un incontro virtuale organizzato dall’università di Pavia l’Architetto Tiziana Monterisi ha spiegato i principi che governano Rice House, start up nata dalla ricerca di soluzioni sostenibili e alternative ...

04/05/2020

Ripartire dopo il coronavirus mettendo al centro le rinnovabili

Il Coordinamento FREE si è concentrato sulla situazione di ripartenza che l’Italia dovrà affrontare appieno quando l’emergenza coronavirus sarà rientrata, ponendo al centro dell’attenzione l’importanza che le ...

27/02/2020

Risparmio energetico diventa obbligo per Italia, via libera Palazzo Chigi a decreto efficienza

Approvato dal Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e del ministro per gli Affari europei Vincenzo Amendola, il provvedimento per l’attuazione della direttiva Ue. Tra i punti qualificanti, ...

14/02/2020

La serra bioclimatica per il risparmio energetico, un progetto di ENEA

ENEA lancia un nuovo progetto sostenibile realizzando una serra bioclimatica con orto idroponico finalizzata allo studio e alla valutazione delle nuove prestazioni energetiche della “Scuola delle Energie”, l’edificio su ...

10/02/2020

Troppo alto il consumo di energia in UE, lontano l’obiettivo di efficienza energetica 2020

Nel 2018 il consumo energetico nell'Unione Europea è rimasto stabile. Rispetto agli obiettivi di efficienza energetica al 2020 il consumo di energia primaria e finale è superiore del 5% e del 3%       Indice degli ...

07/02/2020

È nato PaesEnergia, lo strumento per il calcolo completo dell’efficienza energetica

PaesEnergia, il primo WikiPortale che ti permette di calcolare l’efficienza energetica dell’edificio e di selezionare le soluzioni più adatte all’intervento, è finalmente realtà. Vediamo di cosa si ...