IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Approfondimenti > Infissi di ultima generazione

Infissi di ultima generazione

Meglio PVC, legno o alluminio? Quali sono le finestre più performanti e quelle per risparmiare energia? Come si accede alle detrazioni fiscali? Piccola guida rapida alla scelta delle finestre

A cura di: Claudia Capperucci

 

Come altri settori dell’edilizia, anche il comparto degli infissi ha fatto passi da gigante nell’evoluzione tecnologica. Un tempo la scelta si giocava soprattutto sul fattore economico e sulla facilità di manutenzione (scelgo i profili in PVC perché sono economici, resistenti e duraturi, oppure faccio una scelta di stile e opto per il legno).

 

Oggi la finestra è diventata un autentico elemento di design e nei progetti più professionali sono architetti e interior designer a suggerire quella più adeguata al contesto, forti anche del fatto che la ricerca ha abbattuto limiti e luoghi comuni e che si può avere una finestra in legno con grandi prestazioni tecnologiche e semplice manutenzione, come una in alluminio con alte prestazioni isolanti e naturalmente una in PVC dalla forte personalità. Inoltre le più all’avanguardia non lasciano niente al caso, dai materiali dei profili al vetro, per garantire livelli altissimi di isolamento termico e acustico.

Legno lamellare

Il legno è esteticamente il materiale ancora oggi più quotato per gli infissi, si coordina bene con elementi d’arredo e rivestimenti e anche esternamente è l’ideale nelle ristrutturazioni.

 

Inoltre, da sempre il legno è il materiale con il minor valore di conducibilità termica. Tra i suoi limiti c’è, invece, la minor resistenza agli agenti atmosferici e quindi una durabilità inferiore. A questo le aziende di produzione hanno in parte trovato una soluzione utilizzando il legno lamellare che risulta più resistente del legno massello essendo strutturato in diversi strati incollati. È un materiale composito con molte virtù: presenta ottimi livelli di isolamento termico e acustico ed è indeformabile. Tutti elementi che consentono alle aziende di offrire anche una garanzia di 10 anni.

 

Serramento Clima92 Complanare di Alpilegno, realizzato in legno lamellare

Clima92 Complanare di  Alpilegno è un modello realizzato in legno lamellare “netto” di abete 1ª scelta certificato PEFC (Programme for Endorsment of Forest Certification) ed è verniciato con l’innovativo sistema di verniciatura “Remmers Long Protection®”, che consente di fornire una garanzia di 10 anni sulla durata del film protettivo. Il vetro è del tipo a risparmio energetico con un valore di Ug. 0,6 W/(m²K) e un potere fono isolante con un abbattimento acustico di 47 dB, spessore totale di 54 mm.

Metallo e PVC

Il PVC è da sempre la scelta più economica tra gli infissi, per i costi competitivi rispetto agli altri materiali, ma è molto apprezzato anche per le alte prestazioni, è un materiale termoplastico (cloruro di polivinile), molto resistente agli agenti chimici e quindi duraturo.

Inoltre risulta perfetto in questa applicazione perché è leggero e idrofugo. Oggi le qualità più alte di finestre in PVC garantiscono anche profili molto sottili, che privilegiano le dimensioni del vetro e quindi migliore estetica e maggior passaggio della luce.

 

La finestra KF500 di Internorm in PVC e ad alte prestazioni

La finestra KF500 di Internorm, qui nella versione in PVC bianco classico, è un sistema di a 5 camere con inserto in schiuma. Di serie KF500 monta il triplo vetro LIGHT/SolarXPlus basso-emissivo, che prevede il fissaggio perimetrale continuo e ininterrotto del vetro al telaio del battente, grazie alla tecnologia brevettata FIX-O-ROUND. Questo sistema garantisce maggiore sicurezza antieffrazione, migliore stabilità e migliore isolamento termico e acusticoRaggiunge valori di isolamento termico fino a Uw 0,61 W(m2K) e isolamento acustico fino a 46 dB. 

 

Il materiale più utilizzato, invece, in fatto di ottimizzazione dei profili è da sempre il metallo, soprattutto in quei progetti che presentano grandi superfici vetrate. La ricerca nel suo caso ha lavorato negli ultimi decenni per migliorarne la resistenza alla corrosione e offrire una più ampia varietà di finiture.

 

La finestra Cristal fa parte della serie in alluminio FIN-Project di Finstral

Cristal fa parte della serie in alluminio FIN-Project di Finstral. Il vetro diventa protagonista assoluto. Step-line Cristal (versione in foto) presenta un’estetica liscia, con la superficie interna dell’anta completamente in vetro. Le linee esterne sono sottili. L’isolamento termico ha un valore Uw fino a 0,84 W/m²K; l’isolamento acustico raggiunge un valore Rw fino a 41 dB.

 

Strutture miste

Molto diffusi sono anche gli infissi in materiali misti, soprattutto metallo e legno. Sono realizzati coniugando le virtù dei diversi materiali: resa estetica e proprietà isolanti (sia termiche che acustiche), alta resistenza e profili ridotti al minimo, bassa conducibilità e manutenzione ridotta al minimo. Tra i migliori vi sono quelli in legno e allumino, per esempio, dove il primo è utilizzato per la parte interna, soddisfacendo così la richiesta di calore ed estetica, e il secondo per l’esterno, dove offre un’alta protezione dagli agenti atmosferici. La stessa filosofia si applica ai modelli misti in legno e PVC.   

 

Una scelta di design e dalle alte prestazioni energetiche viene fornita dai serramenti che combinano questi materiali: in genere sono composti da alluminio esterno e legno posto internamente.

 

La serie di finestre e porte Alluminio-Legno AELLE 80 STH di Metra ha il cuore di alluminio a taglio termico del sistema battente che garantisce alte prestazioni di isolamento termico per grandi dimensioni. Il lato interno è rivestito in legno naturale.

 

Anche per le finestre da tetto le aziende propongono soluzioni termoisolanti e ad alto risparmio energetico. 

Le finestre da tetto super-termoisolanti FTT di Fakro sono un serramento di nuova generazione che, grazie all'nnovativa tecnica di costruzione assicura ottimi parametri, garantendo il massimo risparmio energetico e comfort d’utilizzo.

 

Nuove finestre da tetto super-termoisolanti FTT di Fakro progettate in conformità con i requisiti degli edifici passivi

 

Vetri

Anche i vetri nelle resa tecnologica delle finestre giocano un ruolo fondamentale e hanno rivelato negli ultimi anni potenzialità inaspettate. I modelli più efficienti riducono al massimo i consumi (permettendo di accedere alle detrazioni previste di volta in volta dalla legge di stabilità), necessitano di una bassissima manutenzione e proteggono dalle intrusioni grazie all’alta capacità di antieffrazione.

 

I migliori hanno un basso fattore solare e un’elevata trasmissione luminosa, permettono cioè di far passare la luce senza che questa crei condizioni climatiche disagevoli (sia in inverno che in estate). Vi sono i sistemi selettivi, particolari rivestimenti basso emissivi che permettono il passaggio del 40-70% del calore generalmente trasmesso dai vetri isolanti, pur garantendo un’eccellente trasmissione di luce naturale.

 

I vetri Sgg Cool-Lite Xtreme di Saint Gobain si caratterizzano per gli alti valori di selettività

Appositamente studiati per il clima mediterraneo, i vetri Sgg Cool-Lite Xtreme di Saint Gobain Building Glass si caratterizzano per gli alti valori di selettività. Grazie all’elevato fattore Solare, mantengono gli ambienti freschi nella stagione estiva e l’isolamento termico permette di avere gli ambienti più caldi in inverno e ridurre l’effetto di parete fredda vicino al vetro.

 

E le combinazioni a tre strati, sistemi basso emissivi, con sottili rivestimenti in metalli nobili e gas nobili come argon o cripton che vengono inseriti nelle intercapedini e provvedono ad un perfetto isolamento termico.

 

City è il serramento di Navello con telaio in legno e alluminio

City è il serramento di Navello con telaio in legno e alluminio che scompare per lasciare spazio a un'anta tuttovetro che offre il più ampio sguardo sull’esterno. È realizzato con battente di sezione 78x74 mm, mentre il telaio (69x101mm) dispone di una tripla guarnizione che consente di ottenere elevate prestazioni di isolamento termo-acustico. Il vetro è posizionato completamente verso l’esterno per aumentare l’isolamento termico

 

Certificazioni

Oltre alla normativa europea UNI EN 14351 che stabilisce le caratteristiche prestazionali delle finestre e delle porte esterne pedonali e alla EN 16034 che si occupa delle caratteristiche di resistenza al fuoco e di controllo fumo per porte pedonali e finestre, esistono altre certificazioni in materia, di carattere volontario.

 

L’Agenzia CasaClima ha istituito la certificazione Finestra Qualità in cui rientrano quei prodotti con alto standard qualitativo secondo i criteri di sostenibilità promossi dall’ente (sul sito è presente l’elenco delle aziende che rientrano in questi standard). Per la posa, inoltre, di fondamentale importanza è la norma UNI 11673 che stabilisce: come si deve fare la progettazione del giunto di posa al fine di avere prestazioni non inferiori a quelle delle ante, le caratteristiche dei materiali e come risolvere le situazioni di criticità nel caso di sola sostituzione dei serramenti. 

Detrazioni per l'acquisto di serramenti

Con la Legge di Bilancio 2018 è stato prorogato lo sconto fiscale (Ecobonus 2018) per chi effettua lavori di riqualificazione energetica. Per le abitazioni private si può beneficiare della detrazione fino al 31 dicembre 2018 mentre per i condomini è in vigore fino al 2021. Ma vi sono alcune novità. Per la sostituzione e la posa in opera degli infissi, la destrazione è passata, infatti, dal 65% al 50%. La detrazione fiscale si può richiedere fino a una spesa massima di 60.000 euro.

 

Nella nota di aggiornamento del DEF (Documento di economia e Fiananza) presentata ai primi di ottobre alle Camere sono confermati ecobonus e sismabonus per gli interventi di riqualificazione degli edifici anche per il 2019.

Consiglia questo approfondimento ai tuoi amici

Commenta questo approfondimento

Le ultime notizie sull’argomento
10/12/2018

L’edificio per uffici più sostenibile al mondo? Il Bullitt Center di Seattle

Realizzato quattro anni fa, il Bullitt Center di Seattle può vantare diverse tecnologie che l’hanno reso uno degli edifici più sostenibili al mondo. Certificato Living Building Challenge, per i prossimi 250 anni eviterà bollette ...

07/12/2018

Una foresta urbana a Treviso

A Treviso, di fronte al fiume Sile, dove un tempo sorgeva una struttura industriale in abbandono, lo studio Stefano Boeri Architetti ha realizzato un piccolo “bosco urbano” a misura della città   a cura di Claudia ...

28/11/2018

Il gioiello europeo di Pegognaga

Nel piccolo paese mantovano è stata realizzata la prima Passivhaus Plus di livello europeo. Una ristrutturazione di due edifici che ha seguito i principi della progettazione energeticamente sostenibile,  con un’attenzione insistente ...

23/11/2018

La casa del futuro efficiente e alimentata da rinnovabili de La Sapienza a Dubai

Il 28 novembre si svolgerà la cerimonia di chiusura e premiazione del Solar Decathlon Middle East 2018 a cui partecipa l’Università Sapienza di Roma con il progetto ReStart4Smart     Il Solar Decathlon Middle East ...

23/11/2018

La Torre di Controllo di Pininfarina e AECOM nel nuovo Aeroporto di Istanbul

Il concept della torre di Controllo disegnata da Pininfarina e AECOM del nuovo aeroporto di Istanbul mescola influenze provenienti dai settori aerospaziale e automotive con elementi evocativi della cultura turca. Un progetto che regala un nuovo elemento ...

21/11/2018

Architettura, sport e sostenibilità per la sede del Graafschap College

Il Graafschap College di Doetinchem ha aperto una nuova filiale nello zona dello  Sportpark. Un edificio moderno, indipendente dal punto di vista energetico grazie a fotovoltaico, illuminazione Led e solare termico    a cura di Tommaso ...

12/11/2018

La rinascita di Chernobyl: da nucleare, ad energia solare

A più di 30 anni dal disastro nucleare della centrale di Chernobyl, un impianto fotovoltaico da 1MW ha iniziato a produrre energia pulita che soddisfa il fabbisogno energetico di 2 mila abitazioni. Una rinascita per tutta la zona della vecchia ...

09/11/2018

Progetto di riqualificazione di un condominio con criteri di sostenibilità certificata

Da un iniziale problema di ammaloramento della facciata di un edificio con il distacco di alcune piastrelle, alla diagnosi energetica, alla riqualificazione efficiente dell’immobile, nel rispetto del progetto originario. L’intervento di ...