Prestazione energetica degli edifici, il nuovo portale di MiTE ed Enea

Il Portale nazionale sulla prestazione energetica degli edifici lanciato da ministero della Transizione Ecologica ed Enea affiancherà i cittadini e imprese nel comprendere un tema complesso ma fondamentale per l’ambiente. Uno spazio in cui trovare informazioni, approfondimenti e dati precisi per capire le opportunità di investimento

Prestazione energetica degli edifici, il nuovo portale di MiTE ed Enea

Nasce PNPE2, nuovo portale nazionale sulla prestazione energetica degli edifici, lanciato da Roberto Cingolani, Ministro della Transizione Ecologica e Gilberto Dialuce, Presidente dell’ENEA, con l’obiettivo di aiutare cittadini, imprese e PA a muoversi in un settore fondamentale per l’ambiente, l’economia e il futuro.

Il portale offrirà consulenza e approfondimenti nell’ambito dell’efficienza energetica, elaborando anche dati precisi e personalizzati per comprendere le possibilità di efficientamento e investimento per la propria abitazione. Aiuterà dunque gli utenti a pianificare in modo ottimale gli interventi e gli investimenti: “per il singolo utente che intende intervenire sulla propria abitazione, per supportare i livelli amministrativi territoriali nelle scelte di indirizzo della spesa pubblica, per fornire al Governo centrale un’informazione precisa e in tempo reale sugli avanzamenti compiuti dal Paese riguardo a misure di cruciale importanza nel contesto nazionale e internazionale» spiega il Presidente dell’ENEA, Gilberto Dialuce.

Inoltre, grazie all’integrazione dei dati degli Attestati di Prestazione Energetica degli immobili (APE) e l’interconnessione con vari database, che si trovano nelle piattaforme regionali, nei siti regionali di catasto impianti termici (CIT-R), nei portali per le politiche di sviluppo territoriale (ESPA-PAES) e in quelli per le diagnosi energetiche delle imprese, sarà possibile elaborare statistiche utili per la pianificazione degli interventi di efficientamento energetico. Infatti tra i suoi obiettivi, PNPE2 fornirà dati utili al MiTE e alla Conferenza Unificata per il monitoraggio degli obiettivi nazionali di efficienza energetica, per l’integrazione delle rinnovabili negli edifici, in modo da sviluppare  strategie ad hoc per la riqualificazione efficiente del nostro patrimonio immobiliare.

Si tratta, ha spiegato il ministro Cingolani, di uno strumento molto utile per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030-2050 e “insieme al “Piano d’informazione e formazione rivolte al settore civile”, risponde alla volontà dell’Unione Europea di fornire ai cittadini servizi formativi e informativi per promuovere la riqualificazione energetica, incentivando interventi volti all’abbattimento della CO2 in uno dei settori in cui è più difficile farlo, quello degli edifici».

La realizzazione del Portale prevista dai decreti attuativi della Direttiva Europea 2018/844/UE, rientra tra le “riforme abilitanti” del PNRR per la misura M2C3 (efficienza energetica e riqualificazione degli edifici). La gestione viene affidata all’ENEA.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia



Tema Tecnico

Efficienza energetica

Le ultime notizie sull’argomento