Come la digitalizzazione sta trasformando i sistemi energetici

La digitalizzazione sta trasformando il sistema energetico globale con profonde implicazioni per tutti gli attori del settore. Un Rapporto IEA

Come la digitalizzazione sta trasformando il mercato energetico

Le tecnologie digitali sono destinate a trasformare il sistema energetico globale nei prossimi decenni, rendendolo più interconnesso, affidabile e sostenibile. Secondo un nuovo Rapporto dell’Agenzia Internazionale per l’Energia, “Digitalization & Energy”, ciò avrà un impatto profondo e duraturo sia sulla domanda che sull’offerta di energia.

Dall’ascesa dei dispositivi connessi nelle abitazioni, ai processi di produzione industriale automatizzati e alla mobilità intelligente, le tecnologie digitali stanno cambiando sempre più il modo, il luogo e il momento in cui l’energia viene consumata.

Entro il 2040 oltre 1 miliardo di famiglie e 11 miliardi di elettrodomestici intelligenti potrebbero partecipare a sistemi elettrici interconnessi grazie ai contatori intelligenti e ai dispositivi collegati. Ciò permetterebbe agli edifici di decidere il momento e la quantità di energia elettrica da prelevare dalla rete con importanti benefici – soprattutto nell’edilizia, nell’industria e nei trasporti – in termini di maggiore flessibilità e darebbe la possibilità di evitare investimenti per 270 miliardi di USD in nuove infrastrutture elettriche.

Il rapporto IEA rileva che grazie a termostati intelligenti, illuminazione intelligente e altri strumenti digitali, gli edifici potrebbero ridurre il loro consumo di energia del 10% utilizzando dati disponibili in tempo reale per migliorare l’efficienza operativa.

Nel frattempo la tecnologia sta facendo passi da gigante, consentendo nuove applicazioni e nuovi modelli di business in tutto il sistema energetico, dalle auto autonome alla mobilità condivisa, dalla stampa 3D alle apparecchiature connesse.

La stessa trasformazione si sta verificando anche nel modo in cui viene prodotta l’energia, dai giacimenti petroliferi intelligenti alle reti interconnesse e, sempre più spesso, all’energia rinnovabile. Le tecnologie digitali potrebbero contribuire a integrare nella rete quote maggiori di energie rinnovabili variabili, adeguando meglio la domanda di energia alle forniture fotovoltaiche ed eoliche. Anche i settori dell’approvvigionamento energetico trarranno vantaggio da una maggiore produttività ed efficienza, nonché da una maggiore sicurezza per i lavoratori.

Parallelamente a queste opportunità, la digitalizzazione potrebbe creare nuovi rischi per la sicurezza e la privacy, oltre che per i mercati, le imprese e l’occupazione. La crescita dell'”Internet of Things” se da una parte genera notevoli vantaggi in termini di efficienza energetica per le famiglie e le industrie, dall’altra può aumentare la gamma di obiettivi energetici per gli attacchi informatici, che fino ad oggi hanno avuto finora un impatto limitato, ma stanno diventando meno costosi e più facili da organizzare.

Per aiutare a comprendere e ad affrontare questo panorama in rapida evoluzione, la relazione si conclude con 10 raccomandazioni destinate ai decisori politici, perché solo comprendendo fino in fondo cosa significhi la digitalizzazione per l’energia, sarà possibile guidare un sistema energetico digitale lungo un percorso più efficiente, sicuro, accessibile e sostenibile.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento