Il Bosco Verticale anche a Parigi

Stefano Boeri Architetti firma il progetto La Forêt Blanche che sorgerà nel Municipio di Villiers sur Marne. 2000 alberi a dare ossigeno e rigenerare la biodiversità

Stefano Boeri Architetti firma il Bosco Verticale anche a Parigi

Il Bosco Verticale, famosissimo progetto realizzato da Stefano Boeri a Milano, simbolo della riqualificazione di porta Nuova, arriva anche a Parigi.

Lo studio Stefano Boeri Architetti realizzerà infatti nel Municipio di Villiers sur Marne La Forêt Blanche, progetto promosso dalla Compagnie de Phalsbourg; si tratta di una delle 12 architetture presentate dalla Compagnie de Phalsbourg sul sito Marne Europe – Villiers sur Marne, nel quadrante est dell’area metropolitana parigina, con il nome di Balcon sur Paris.

Gli altri progetti sono firmati da Kengo Kuma & Associates (Sora, Le Palais des Congrès), Oxo Architectes (Le Potager De Villiers, Business Home), KOZ Architectes (2 edifici, Archipel), Michael Green Architecture (Peuplier Blanc, Prairie Blanche) e da X-TU (La Ressourcerie, Green Jenga).

L'area di Parigi in via di riqualificazione Balcon sur Paris

Il progetto Balcon sur Paris rientra a sua volta nel contesto più ampio dell’“Inventons la Métropole du Grand Paris”, uno dei più grandi concorsi per lo sviluppo urbano promossi nell’area metropolitana parigina, che ha visto coinvolti 51 siti totali e importanti nomi dell’architettura internazionale.

La torre La Forêt Blanche, di 54 metri di altezza, sarà realizzata con strutture interamente in legno, in cui troveranno spazio appartamenti residenziali nei piani alti, uffici e servizi commerciali piani bassi, con un alternarsi di terrazze e balconi sui quattro lati della torre e il verde come elemento non solo decorativo ma parte dell’architettura, capace di regalare bellezza ma anche in grado di diminuire le emissioni di CO2 e rigenerare la biodiversità.

Le facciate della Forêt Blanche, in una sorta di continuum con il progetto di Milano, saranno ricoperte da 2000 tra alberi, arbusti e piante, con una superficie verde pari ad un ettaro di foresta, 10 volte la superficie del lotto su cui sorge l’edificio.

Grazie all’orientamento ad est e a ovest la torre e i suoi appartamenti saranno illuminata dalla luce naturale tutto il giorno, permettendo inoltre ai suoi inquilini di godere di un panorama mozzafiato sul centro di Parigi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Architettura sostenibile

Le ultime notizie sull’argomento