In Europa il 14% dei consumi coperti da eolico. Italia indietro

WindEurope ha pubblicato il Report dedicato al settore del vento: nel 2018 l’eolico ha raggiunto una potenza installata di 11.3 GW, male l’Italia con poco più di 450 MW installati

In Europa il 14% dei consumi coperti da eolico. Italia indietro

Secondo le statistiche pubblicate da WindEurope, nel 2018 l’energia eolica ha fornito il 14% dell’elettricità dell’UE, rispetto al 12% del 2017. Lo scorso anno la capacità eolica in Europa è aumentata di 11,3 GW, di cui 8,6 GW onshore e 2,65 GW offshore. Nel complesso la potenza eolica installata nel vecchio continente è di 189 GW: 171 GW onshore e 18 GW offshore.

La Danimarca ha registrato la quota più elevata di energia eolica nel settore elettrico (41%), seguita dall’Irlanda (28%), dal Portogallo (24%) e dalla Germania (21%). In 9 Stati membri l’eolico copre una percentuale del 10%.

LItalia registra più di 450 MW installati, una potenza che l’ANEV, associazione di categoria, definisce irrisoria rispetto al potenziale eolico del nostro paese. 

Percentuale di energia coperta da eolico in Europa nel 2018

Dal Report WindEurope emerge che il 2018 è stato un anno record anche per i finanziamenti di nuova capacità eolica: sono stati finanziati 17 GW (13 GW onshore e 4,2 GW offshore), il 45% in più rispetto all’anno precedente ma l’investimento è aumentato del 20%, il che dimostra che i costi continuano a diminuire e il rendimento ad aumentare.

Giles Dickson, CEO di WindEurope, ha sottolineato che sempre più persone e imprese stanno beneficiando dell’energia pulita e a prezzi accessibili che l’energia eolica fornisce. “Ma ci sono ancora troppe incertezze, l’anno scorso è stato l’anno peggiore dal 2011 per i nuovi impianti eolici. La crescita del vento onshore è diminuita di oltre la metà in Germania ed è crollata nel Regno Unito. E 12 paesi dell’UE non hanno installato una sola turbina eolica l’anno scorso”.

Per quanto riguarda il nostro paese l’Anev chgiede un’azione efficace da parte del Governo perché l’Italia ha un potenziale di oltre 17 GW al 2030 ma oggi è ancora sotto i 10 GW installati, considerando anche il Piano Energia e Clima in cui è stato proposto un target del 30% di energia da FER sui consumi finali lordi al 2030. “Gli operatori da più di un anno e mezzo stanno aspettando le aste per poter realizzare nuovi impianti e potenziare quelli esistenti e molte aziende chiudono con evidenti danni sulloccupazione”

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico

Le ultime notizie sull’argomento