Aria pulita a scuola: resoconto del convegno di Helty a Roma

Helty – VMC decentralizzata, benessere al centro

Helty ha di recente tenuto un convegno dal titolo “Ventilazione Meccanica Controllata in Classe” dedicato al tema della salubrità dell’aria negli spazi della scuola, difendendo il diritto di respirare aria pulita e approfondendo il valore della Ventilazione Meccanica nelle aule sulla base di confronti tra medicina, edilizia e tecnologia.

Aria pulita a scuola: resoconto del convegno di Helty a RomaIl convegno “Ventilazione Meccanica Controllata in Classe” ha avuto lo scopo di ribadire il ruolo cruciale giocato dall’aria all’interno dei luoghi chiusi, sottolineando il contributo che un impianto di VMC ben progettato può dare rendendo le scuole luoghi più salubri e meno energivori.

Il convegno, organizzato da Helty in collaborazione con il progetto Home Health&Hi-tech, si è posto l’obiettivo di instaurare un dialogo tra ingegneri, medici e professionisti della sicurezza, mettendo in luce gli aspetti sanitari, legali e di prevenzione in materia di qualità dell’aria interna. Sono state, quindi, gettate le basi per procedere a un’analisi delle caratteristiche e dei vantaggi dell’installazione di sistemi di VMC nelle classi.

Gli interventi al convegno di Helty “Ventilazione Meccanica Controllata in Classe”

Sono intervenuti per l’occasione importanti nomi del mondo accademico. Tra questi il Dott. Crucitti, medico dell’Assimas, ha parlato dei rischi invisibili presenti nell’aria che studenti e insegnanti respirano quotidianamente all’interno delle aule, mentre il Prof. Giorgio Buonanno dell’Università degli Studi di Cassino ha esposto le modalità di trasmissione aerea degli agenti patogeni, lanciando un chiaro messaggio: “Mettere in sicurezza l’aria è un obiettivo che non possiamo mancare. È un fattore imprescindibile nella valutazione della salubrità di un ambiente chiuso, così come comfort ed efficienza energetica. Respirare aria pulita è un diritto, così come quello di bere acqua altrettanto pulita: al gestore dell’edificio va la responsabilità di creare spazi a misura d’uomo, assicurando la miglior qualità dell’aria indoor”.

L’intervento di Mario Burrascano, CEO della società di consulenza Uomo e Ambiente, invece, si è concentrato sugli aspetti normativi e di responsabilità legale che gli RSPP devono considerare nella valutazione e gestione dei rischi legati alla qualità dell’aria.

La progettista Clara Peretti ha illustrato i risultati del progetto europeo QAES dimostrando l’efficacia garantita solo dalle soluzioni attive, ovvero i sistemi ricambio forzato dell’aria.

Gli aspetti più tecnici relativi alla Ventilazione Meccanica Controllata sono stati approfonditi da Filippo Busato, Presidente di AiCARR: “se compariamo il ricambio d’aria gestito attraverso l’apertura delle finestre con quello operato dalla ventilazione meccanica, a parità di portata d’aria quest’ultimo garantisce non solo maggiore efficienza, igiene e quindi sicurezza in aula, ma anche un risparmio energetico non indifferente. Il costo di un sistema di VMC si ripaga nel suo ciclo di vita limitando le dispersioni energetiche dell’edificio, oltre che abbattendo i costi legati al calo di produttività da stress termico di docenti e allievi, alle assenze per malattia e, più in generale, alla scarsa qualità della vita in un ambiente inquinato.”

Durante l’evento sono state presentate anche alcune case history che hanno mostrato installazioni di sistemi di VMC decentralizzati all’interno di aule scolastiche del territorio italiano.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico



Altri articoli riguardanti l'azienda

I prodotti dell'azienda

Focus prodotti dall'Azienda

Helty – VMC decentralizzata, benessere al centro produce nelle seguenti categorie