Termografia a infrarossi per un'edilizia più sostenibile



Cromology per l’edilizia sostenibile con la termografia a infrarossi

Cromology Italia

Cromology sostiene l’edilizia sostenibile attraverso il nuovo servizio di termografia a infrarossi che va ad aggiungersi all’ampio ventaglio di servizi messi a disposizione dall’azienda, specializzata nella produzione di pitture e soluzioni tecniche per la facciata.

Cromology per l’edilizia sostenibile con la termografia a infrarossiIl nuovo servizio di analisi mediante termografia a infrarossi è svolto da un tecnico interno che ha conseguito la certificazione di 2° Livello secondo la norma UNI EN ISO 9712:2012 e, oltre ad effettuare l’indagine termografica, è anche qualificato a commentare i dati rilevati e firmare i report di analisi in conformità con la UNI EN 16714:2016.

Il servizio va a completare le competenze professionali del team di Assistenza Tecnica Prodotto, in grado di offrire analisi tecniche sempre più accurate elaborando relazioni tecniche, analisi termografiche e relativi report secondo UNI EN ISO 9712.

Dopo aver effettuato tutte le valutazioni preliminari, quindi, i tecnici di zona potranno proporre soluzioni tecniche e cicli sempre più focalizzati sulle specifiche necessità di cantiere.

Termografia a infrarossi: di cosa si tratta?

La termografia a infrarossi è una tecnica di analisi non distruttiva, effettuata attraverso una termocamera, che sfrutta l’immagine dell’infrarosso per individuare la condizione effettiva dell’edificio.

Nello specifico, mediante l’uso della termocamera, vengono eseguite riprese fotografiche dell’involucro dell’edificio evidenziandone le temperature superficiali in ogni punto, senza creare interferenze con la vita dell’edificio.Edificio sottoposto ad analisi termografica Vengono, quindi, raccolte informazioni utili per essere utilizzate come parte di procedure investigative volte a identificare potenziali problemi o vizi costruttivi, quantificare risparmi energetici, programmare interventi e stabilire priorità per la manutenzione preventiva e predittiva, nonché per la necessità di un intervento immediato al fine di minimizzare il rischio di eventuali problematiche future.

In edilizia la termografia a infrarossi è impiegata principalmente per:

  • Analisi di un Cappotto esistente
  • Analisi del degrado dovuto ad umidità
  • Analisi preliminare di un edificio da isolare
  • Ricerca di elementi costruttivi nascosti

Grazie al suo carattere non invasivo la termografia permette di operare all’interno degli edifici analizzandone la stratigrafia senza dover sospendere le normali attività. Per poter effettuare efficaci misurazioni termografiche è bene prendere in considerazione condizioni atmosferiche, clima interno all’edificio e distanze di misurazione.

Perché le prove termografiche devono essere realizzate da un operatore accreditato?

Le prove termografiche vengono eseguite da tecnici termografici certificati ufficialmente all’interno della Comunità Europea a seguito del superamento di un esame che conclude un corso specifico altamente qualificante nel corso del quale vengono approfonditi tutti gli aspetti della disciplina.

Le prove termografiche devono essere condotte in conformità alla UNI EN 16714:2016 da personale qualificato secondo la UNI EN ISO 9712. La UNI EN 16714:2016 descrive diversi principi, requisiti della strumentazione, scopi, termini e definizioni per l’applicazione della termografia nelle prove non distruttive.

La norma UNI-EN-16714 definisce anche i dettagli minimi che deve contenere il rapporto di prova o report.

Avere un documento redatto secondo la norma di rifermento e riconosciuto dal punto di vista professionale, risulta essere più autorevole ed oggettivamente tutelante.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici



Altri articoli riguardanti l'azienda

Cromology Italia produce nelle seguenti categorie