Growatt Italia amplia la gamma dedicata allo storage fotovoltaico

Alla già ampia offerta di prodotti dedicati allo storage fotovoltaico si aggiunge la nuova batteria ARK 25LV con sistema modulare. Elegante, compatta e versatile, è la soluzione ideale per gli impianti residenziali.

Growatt Italia amplia la gamma dedicata allo storage fotovoltaicoARK 25LV, l’innovativa soluzione Growatt per lo storage, è stata pensata per adattarsi ad ogni tipo di esigenza, sia in termini di capacità che di spazio.

Grazie al sistema modulare che permette di impilare più batterie, ARK 25LV da un lato consente di ottimizzare gli spazi, spesso uno dei principali problemi al momento dell’installazione di un impianto domestico, dall’altro offre la possibilità di coprire un intervallo di capacità davvero ampio – da 2,56KWh a 25,6KWh – rendendola una soluzione molto versatile e adatta a ogni necessità del cliente finale.

Ci troviamo quindi di fronte ad un prodotto estremamente adattabile e altamente efficiente, ma anche innovativo: l’utilizzo della tecnologia LiFePO4, consente infatti alla batteria ARK 25LV di garantire ottime prestazioni e resistenza nel tempo; non solo, l’uso del ferro in sostituzione del cobalto, assicura un minore impatto ambientale.

L’installazione è estremamente semplice, come anche l’aggiornamento dei firmware direttamente da remoto.

La batteria ARK 25LV si configura quindi come una soluzione di storage davvero completa e all’avanguardia, ideale per molteplici esigenze, anche in ottica Superbonus.

EcoKit: la soluzione chiavi in mano

E proprio in ottica Ecobonus, Growatt Italia ha ideato un EcoKit pensato per agevolare il lavoro degli installatori e offrire al cliente una soluzione chiavi in mano.

Per avere maggiori informazioni basta inviare una e-mail a [email protected] per essere messi in contatto con il rivenditore Growatt della vostra zona.

Ma perché è importante dotarsi di un sistema di storage fotovoltaico per il proprio impianto?

I motivi sono principalmente due.

Il primo è quello di consentire l’accumulo dell’energia in eccesso prodotta dai pannelli solari nelle ore del giorno per utilizzarla nelle ore serali, quando l’impianto non la produce o comunque produce di meno, ottimizzando i consumi, riducendo le spese per l’energia e avvicinandosi ad una logica di autoconsumo, limitando quindi le quantità scambiate o cedute alla rete.

Non solo, utilizzare un sistema di storage può aiutare a garantire una maggiore stabilità al sistema elettrico casalingo.

Per maggiori informazioni o restare aggiornati sulle novità visitate il nostro sito oppure seguiteci su Facebook e Linkedin.

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Tema Tecnico